Il Corriere di Tunisi 
33 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Dossier

 764 - LINGUA E LA CULTURA ITALIANA ALL’ESTERO

 

L’iniziativa di promuovere una giornata sulla lingua e la cultura italiana all’estero è stata presa durante una delle ultime riunioni del Circolo PD “Maurizio Valenzi”.


>> Leggi.....

 762 - IN RICORDO DI ELIA FINZI - pdf

 

pagina 5

pagina 6

pagina 7

pagina 8

pagina 9

pagina 10

pagina 11

pagina 12

pagina 13

pagina 14

pagina 15

pagina 16

pagina 17

pagina 18

pagina 19

pagina 20

pagina 21

pagina 22

pagina 23

pagina 24

pagina 25

pagina 26

pagina 27

pagina 28

pagina 29

pagina 30

 

 758 - Omaggio a Valenzi

 

LA MANIPOLAZIONE FASCISTA DELL’EMIGRAZIONE  ITALIANA

 o L’INESORABILE AGONIA DELLA COLLETTIVITÀ ITALIANA DI TUNISIA

 

Silvia Finzi

 

«Durante gli anni del Protettorato, la sicurezza del paese e i capitali francesi avevano attirato un’emigrazione più popolare. Venuti senz’altra idea che quella di conquistarsi il pane, i nuovi arrivati avevano dato col loro lavoro un gran contributo allo sviluppo economico del paese. Unendo le loro forze e quelle dei connazionali che li avevano preceduti, avevano formato una collettività che, pur serbando un evidente spirito di italianità, aveva finito col possedere un carattere proprio, prettamente italo-tunisino, certamente più tunisino di quello della collettività francese... Nel giugno del 1940, questa collettività aveva raggiunto l’apice dello sviluppo. Ma il 10 giugno sarà la battuta d’arresto...»[1].



 

[1]Nullo Pasotti, Italia e italiani in Tunisia,ed Finzi, Tunisi, 1970, p. 126

 


>> Leggi.....

 754 - UN ANNO DOPO

 

 

 

Un simposium a Milano per un rilancio della Rivoluzione dei Gelsomini.


>> Leggi.....

 754 - TENDRESSE

 

Il complesso Francescano del “Rosetum” [foto: Maurizio Laurenti]


>> Leggi.....

 750 - SI È VOTATO IL 19 OTTOBRE AL CONSOLATO DI MILANO E IN TUTTA ITALIA

 

Una folla così al Consolato milanese della Repubblica tunisina non si era mai vista.  Per raggiungere i tre i seggi elettorali predisposti all'interno del piano terra nel bel Palazzo consolare tunisino in Viale Bianca Maria, già nelle prime ore del mattino, bisognava aspettare una mezz'ora. I residenti a Milano sono circa 9000 e a detta del Viceconsole generale Sig. Elias Doudech, ben pochi rinunceranno a votare da oggi fino a sabato sera, orario continuato dalle 8 alle 20.


>> Leggi.....

 750 - PROVE DI DEMOCRAZIA IN TUNISIA

 

La Tunisia è andata a votare nove mesi dopo la rivoluzione. Per nove mesi, il paese si è mosso sullo stretto crinale tra una legittimità di matrice rivoluzionaria e una fragile legittimità istituzionale.


>> Leggi.....

 750 - NELLA NUOVA CONCEZIONE POST-RIVOLUZIONARIA TUNISINA PUÒ ESSERE INSERITA L’IPOTESI DI SALVARE LA CULTURA E LE TRADIZIONI DELLA GENTE BERBERA?

 

I nuclei riconosciuti  berberi in Tunisia sono pochi ma dentro un esame strettamente antropologico si può dire che sono molto più numerosi di quanto è comunemente creduto.


>> Leggi.....

 750 - ENNAHDA, LA SPONDA ITALIANA

 

L’ex don Fiaschi spiega la sua avventura nel partito tunisino

 

A 20 anni Giacomo Fiaschi voleva fare il sacerdote. «Studiavo in seminario a Prato. Nel 1974 ricevetti l’ordinazione. Ma dopo un po’ mi resi conto che non potevo andare avanti senza entrare in conflitto con me stesso. C’erano stati il ’68, le rivoluzioni. Volevo cambiare il mondo... ».


>> Leggi.....

 715 - R I F L E S S I O N I - DEMOCRAZIA NEL MAGHREB? LA TUNISIA CI PROVA

 

Breve resoconto di una esperienza tunisina durata poche settimane durante le quali tutto non è stato più come prima

 

Partito come tantissimi italiani prima di Natale per la Tunisia ho vissuto in prima persona il rapidissimo evolversi di una situazione socio-politica praticamente immobile da 23 anni.


>> Leggi.....

Pagina: Indietro 1 2 3 4 5 6 Prossima
 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 764 - LINGUA E LA CULTURA ITALIANA ALL’ESTERO  
 :: 762 - IN RICORDO DI ELIA FINZI - pdf 
 :: 758 - Omaggio a Valenzi 
 :: 754 - TENDRESSE 
 :: 754 - UN ANNO DOPO 
 :: 750 - PROVE DI DEMOCRAZIA IN TUNISIA 
 :: 750 - ENNAHDA, LA SPONDA ITALIANA 
 :: 750 - SI È VOTATO IL 19 OTTOBRE AL CONSOLATO DI MILANO E IN TUTTA ITALIA 
 :: 750 - NELLA NUOVA CONCEZIONE POST-RIVOLUZIONARIA TUNISINA PUÒ ESSERE INSERITA L’IPOTESI DI SALVARE LA CULTURA E LE TRADIZIONI DELLA GENTE BERBERA? 
 :: 715 - R I F L E S S I O N I - DEMOCRAZIA NEL MAGHREB? LA TUNISIA CI PROVA 
 :: 715 - LA RIVOLUZIONE DEI GELSOMINI 
 :: 708 - GLI KSOUR TUNISINI VERSO IL RICONOSCIMENTO UNESCO 
 :: 697 - INCENDIO DELLA BIBLIOTECA DELL’INSTITUT DES BELLES LETTRE ARABES (IBLA) 
 :: 682 - CINEMA E MODA ITALIANI A TUNISI 
 :: 678 - AIRE E SANITÀ 
 :: 669 - LA SETTIMANA DEL DIALOGO - Servizio fotografico 
 :: 669 - LA SETTIMANA DEL DIALOGO 
 :: 668 - Bechir Kouniali e Marcello La Spina - pittori 
 :: 668 - INTERVISTA A BECHIR KOUNIALI 
 :: 666 - LA SETTIMANA DEL DIALOGO INTERCULTURALE DEL CORRIERE DI TUNISI 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml