Il Corriere di Tunisi 
59 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  In Tunisia

 787 - ATTENTATO IN TUNISIA

 

LA STRAGE POTEVA ESSERE EVITATA

 

Lo scorso 19 febbraio, la Farnesina, attraverso il sito viaggiaresicuri.it, ha diffuso una nota molto chiara e dettagliata in merito alle precauzioni da prendere in caso di viaggio in Tunisia.  Le misure previste avrebbero probabilmente potuto scongiurare, o almeno rendere meno sanguinoso, l’attentato del 18 marzo scorso.


>> Leggi.....

 785 - INTERVISTA A LUCE LACQUANITI

 

“I MURI DI TUNISI. SEGNI DI RIVOLTA”

 

Raccontare tramite le foto delle scritte e delle immagini dei muri della capitale la complessa fase di transizione democratica vissuta dalla Tunisia a partire dalla rivoluzione del 2011 fino allo svolgimento delle elezioni del 2014, compresi i suoi momenti difficili e le contraddizioni.


>> Leggi.....

 784 - BEJI CAID ESSEBSI

 

NUOVO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

 

Beji Caid Essebsi, anziano leader del primo partito del Paese, il laico Nidaa Tounes, si avvia a diventare il nuovo presidente della Tunisia, il primo capo di Stato eletto a quattro anni dalla caduta di Ben Ali.


>> Leggi.....

 783 - La situazione politica post-elettorale in Tunisia

 

Considerazioni europee sulla nascente democrazia

 

Il 26 ottobre 2014 è certamente una data da annoverare tra le più importanti per la politica tunisina e per il processo di institutional democratic building.


>> Leggi.....

 782 - ELEZIONI IN TUNISIA

 

Una giornata in un seggio elettorale alla periferia di Tunisi

Alle 2 di mattina  del 26 ottobre, giorno delle elezioni,  non avevo ancora ottenuto il mio accreditamento per essere osservatrice di lista in un seggio della periferia  popolare di Tunisi e fino a poche ore prima della sua apertura non si sapeva ancora se avremmo si o no ottenuto la nostra carta d’accesso. Alle 3 di mattina abbiamo ottenuto le carte dall’ISIE (Instance Supérieure Indépendante pour les Élections) e  ho potuto ritirarla solo alle 5 di mattina.


>> Leggi.....

 778 - MADITERRANEO: SGUARDI INCROCIATI

 

LA PARITÀ DI GENERE E LO STATO CIVILE IN TUNISIA

 

Una svolta culturale per il mondo arabo


>> Leggi.....

 774 - TUNISIA, TRE ANNI DI RIVOLTE FANNO PRIMAVERA

 

Le prime manifestazioni di piazza nel 2011. Con fatica ora il Paese è vicino alla normalità. E il premier Jomaa può contare sulla società civile per le decisive elezioni del 2014.


>> Leggi.....

 773 - MEHDI JOMAA NUOVO PRIMO MINISTRO

 

Alle 21 di sabato 14 dicembre è stato scelto infine il successore di Ali Laarayedh che avrà il compito di guidare un nuovo esecutivo tecnico fino alle elezioni per le quali nessuna data è stata ancora decisa.


>> Leggi.....

 772 - IL MANCATO ACCORDO SUL NOME DEL FUTURO PREMIER RITARDA IL DIALOGO NAZIONALE

 

IL MANCATO ACCORDO SUL NOME DEL FUTURO PREMIER RITARDA IL DIALOGO NAZIONALE

Come previsto dalle disposizioni della tabella di marcia del “quartetto” degli sponsor per il Dialogo nazionale, i soggetti impegnati nei colloqui avrebbero dovuto accordarsi sul nome del successore di Ali Laârayedh, in qualità di Primo Ministro del Paese, prima della data odierna. Ad oggi, invece, le discussioni politiche interne riguardanti il  “toto nome” per chi sarà il futuro premier della Tunisia, risultano essere ancora in corso presso il Ministero dei Diritti umani e della Giustizia,  vedendo coinvolti tutti i rappresentanti del quartetto e quelli dei partiti politici che partecipano al Dialogo nazionale.


>> Leggi.....

 771 - Alla ricerca della concordia ordinum

 

Il mosaico della crisi politica

 

Stato dell’arte della transizione tunisina

 

Il processo di transizione in Tunisia sta attraversando la sua crisi peggiore. Già l’omicidio di Shukri Belaid in febbraio aveva segnato un punto cruciale, scatenando un ampio dibattito sulla legittimità di un governo interinale incapace di mantenere l’ordine e la sicurezza. Il più recente omicidio di un secondo esponente dell’opposizione secolare, Muhammad Brahmi, avvenuto in luglio, ha acuito il malcontento.


>> Leggi.....

Pagina: Indietro 1 2 3 4 5 6 7 8 Prossima
 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 787 - ATTENTATO IN TUNISIA 
 :: 785 - INTERVISTA A LUCE LACQUANITI 
 :: 784 - BEJI CAID ESSEBSI  
 :: 783 - La situazione politica post-elettorale in Tunisia 
 :: 782 - ELEZIONI IN TUNISIA 
 :: 778 - MADITERRANEO: SGUARDI INCROCIATI 
 :: 774 - TUNISIA, TRE ANNI DI RIVOLTE FANNO PRIMAVERA 
 :: 773 - MEHDI JOMAA NUOVO PRIMO MINISTRO 
 :: 772 - IL MANCATO ACCORDO SUL NOME DEL FUTURO PREMIER RITARDA IL DIALOGO NAZIONALE 
 :: 771 - Alla ricerca della concordia ordinum 
 :: 770 - LA TUNISIA IN LUTTO 
 :: 769 - INTERVISTA AD ALI BOUSSELMI, MEMBRO DI “ARTICLE 13” 
 :: 768 - 1 maggio e Tunisia 
 :: 767 - INTERVISTA AL DR MOHAMED LASSOUED 
 :: 766 - Tunisi, quello che le donne sanno 
 :: 764 - CE QUE DEGAGE VEUT ENCORE DIRE EN TUNISIE 
 :: 764 - CE QUE DEGAGE VEUT ENCORE DIRE EN TUNISIE 
 :: 763 - LA TUNISIA DEL 23 OTTOBRE 
 :: 761 - Reportage dalla Tunisi post-rivoluzionaria 
 :: 757 - DALLA VIOLENZA AL SILENZIO 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml