Il Corriere di Tunisi 
28 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  In Tunisia
 748 - DICHIARAZIONE DEL PROCESSO TRANSITORIO

 

Undici partiti  rappresentati presso l’Alta Istanza per il Conseguimento degli Obiettivi della Rivoluzione, la Riforma politica e la Rransizione Democratica hanno firmato il documento “Dichiarazione del processo transitorio”.

Il documento intende sostituire utilmente il referendum richiesto da alcuni partiti per definire le prerogative della Costituente e limitarne il  mandato (6 mesi), operazione la cui organizzazione rischierebbe di rendere ancor più complessa la situazione, soprattutto nei confronti degli elettori, già disorientati da una ricca “offerta politica”.

Secondo Yadh Ben Achour, il documento rappresenta un itinerario che impegna, moralmente, tutte le parti firmatarie a garantire il successo dell’appuntamento  elettorale e del processo di transizione democratica del paese.

5 sono le disposizioni contenute nella Dichiarazione:

1-Impegnarsi  fermamente per lo svolgimento delle elezioni fissate per il 23 ottobre .

2- Rispettare la Carta  che disciplina l'azione dei partiti politici politici e dei candidati, cosi’ come emessa dall’Istanza superiore indipendente per le elezioni, e per tutte le fasi transitorie, al fine di garantire una concorrenza leale evitando la pubblicità elettorale nei luoghi di culto, nelle istituzioni educative, in quelle amministrative e nei luoghi di lavoro.

3-Accordarsi affinché  la durata del mandato dell'Assemblea costituente non superi un anno al massimo, e perché il paese si dedichi alle questioni  prioritarie soprattutto a livello sociale ed economico.

4-Continuare il dialogo e raggiungere il consenso tra le varie parti per il buon svolgimento del periodo transitorio.

5- Stabilire una visione globale e flessibile del modo in cui  il potere dovrebbe essere trasmesso dopo le elezioni dell’Assemblea Costituente:

- Il presidente provvisorio ed il suo governo di transizione, saranno mantenuti in carica  fino alla nomina del nuovo presidente e del nuovo governo dopo l'elezione della costituzione.

- Dopo l’annuncio dei risultati elettorali, il presidente ad interim convocherà la prima riunione dell'Assemblea Costituente.

- L'assemblea costituente eleggerà il presidente per gestire e dirigere i lavori delle sue sedute e costituirà un comitato di redazione del suo regolamento interno.

- L'assemblea costituente fisserà  il regime dei pubblici poteri ed eleggerà il nuovo presidente della repubblica.

- Il nuovo Presidente della Repubblica incaricherà il Primo Ministro di formare un governo dopo concertazione con i vari membri dell'assemblea nazionale costituente.

Il governo attuale continuerà a gestire gli affari correnti fino alla nomina del nuovo governo.

 - Il presidente della repubblica presenterà il nuovo governo ed il suo programma per l’ approvazione dell'assemblea costituente.

- L'assemblea costituente, il nuovo presidente della repubblica ed il governo eserciteranno il proprio mandato fino a che non saranno create istituzioni stabili, conformemente alla nuoca Costituzione elaborata dalla Costituente.

                                                                                      

Di seguito i partiti firmatari:  cioè la Tribuna democratica per il lavoro e le libertà (Fdtl o Ettakatol), Movimento Ettajdid, Movimento dei democratici socialisti (Mds), Partito della Tunisia verde (Ptv), Partito democratico progressista (Pdp), Ennahdha, Partito del lavoro patriottico e democratico (Ptpd), Partito  dell'avanguardia araba democratica (Pagad), Partito socialista di sinistra (Psg) e Partito  della riforma e dello sviluppo (Prd). Non firmatario il congresso per la Repubblica (CPR).


 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 815 - INTERVISTA A BEN SEDRINE 
 :: 812 - LA CHIESA CATTOLICA IN TUNISIA 
 :: 810 - “Democrazia di prossimità” e “libera amministrazione” 
 :: 809 - TRE ANNI DI COSTITUZIONE TUNISINA  
 :: 805 - LE ISTANZE COSTITUZIONALI INDIPENDENTI TUNISINE NEL RUOLO DI "RAFFORZAMENTO" DELLA DEMOCRAZIA. 
 :: 803 - NUOVO GOVERNO IN TUNISIA 
 :: 801 - 10° CONGRESSO DEL PARTITO ENNAHDHA  
 :: 797 - TUNISIA 3.0: LA DEMOCRAZIA ABBATTE ALCUNI TABÙ STORICI DEL PAESE 
 :: 791 - GLI INTELLETTUALI CONTRO IL TERRORISMO 
 :: 788 - TUNISI – FORUM SOCIAL MONDIAL - 2015 [vers. pdf] 
 :: 787 - ATTENTATO IN TUNISIA 
 :: 785 - INTERVISTA A LUCE LACQUANITI 
 :: 784 - BEJI CAID ESSEBSI  
 :: 783 - La situazione politica post-elettorale in Tunisia 
 :: 782 - ELEZIONI IN TUNISIA 
 :: 778 - MADITERRANEO: SGUARDI INCROCIATI 
 :: 774 - TUNISIA, TRE ANNI DI RIVOLTE FANNO PRIMAVERA 
 :: 773 - MEHDI JOMAA NUOVO PRIMO MINISTRO 
 :: 772 - IL MANCATO ACCORDO SUL NOME DEL FUTURO PREMIER RITARDA IL DIALOGO NAZIONALE 
 :: 771 - Alla ricerca della concordia ordinum 
 :: 770 - LA TUNISIA IN LUTTO 
 :: 769 - INTERVISTA AD ALI BOUSSELMI, MEMBRO DI “ARTICLE 13” 
 :: 768 - 1 maggio e Tunisia 
 :: 767 - INTERVISTA AL DR MOHAMED LASSOUED 
 :: 766 - Tunisi, quello che le donne sanno 
 :: 764 - CE QUE DEGAGE VEUT ENCORE DIRE EN TUNISIE 
 :: 764 - CE QUE DEGAGE VEUT ENCORE DIRE EN TUNISIE 
 :: 763 - LA TUNISIA DEL 23 OTTOBRE 
 :: 761 - Reportage dalla Tunisi post-rivoluzionaria 
 :: 757 - DALLA VIOLENZA AL SILENZIO 
 :: 755 - LA TUNISIA MEMBRO DELL’OSCE 
 :: 754 - INTERVISTA A LEENA BEN MHENNI 
 :: 753 - 17 DICEMBRE 2011 
 :: 752 - Bardo 1 
 :: 751 - Opinioni 
 :: 748 - DICHIARAZIONE DEL PROCESSO TRANSITORIO 
 :: 744-747 - PENSIERI POST INSURREZIONALI DI UN ITALIANO CHE VIVE NEL SUD DELLA TUNISIA 
 :: 719 - ELEZIONI E RIVOLUZIONE 
 :: 717 - INTERVISTA A TAREK CHAABOUNI 
 :: 715 - IL GOVERNO PROVVISORIO 
 :: 710 - COOPERAZIONE 
 :: 709 - UN RAMADAN IN MEDINA 
 :: 708 - FESTA DELLA REPUBBLICA 
 :: 703 - SOSTEGNO ALL’INTEGRAZIONE SOCIALE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ 
 :: 699 - La cooperazione italiana  
 :: 697 - L’IMPEGNO DELLA COOPERAZIONE ITALIANA  
 :: 693 - IL GIURAMENTO DEL PRESIDENTE ZINE EL ABIDINE BEN ALI 
 :: 691 - TUNISIA: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2009 
 :: 689 - LA POLITICA DEL PRESIDENTE BEN ALI 
 :: 688 - FESTA DELLA REPUBBLICA TUNISINA 
 :: 687 - I 100 anni del teatro tunisino 
 :: 685 - IL RUOLO DELLA FAMIGLIA TUNISINA TRA COSTANTI E VARIABILI 
 :: 680 - L’IMPEGNO DEL LIONS CLUB TUNIS DOYEN 
 :: 674 - XX SIMPOSIO INTERNAZIONALE « LA PARTECIPAZIONE POLITICA IN UN MONDO IN CAMBIAMENTO » 
 :: 671 - VISITA DEL MINISTRO SCAJOLA A TUNISI 
 :: 667 - CONSULTAZIONE NAZIONALE SULL’IMPIEGO 
 :: 665 - VOLONTARIATO 
 :: 664 - TEXMED 2008 
 :: 663 - Discorso del Presidente Ben Ali in occasione della Festa dell’Indipendenza e della festa della Gioventù 
 :: 655 - CONFERENZA INTERNAZIONALE SUL TERRORISMO 
 :: 656 - VISITA DEL DIRETTORE GENERALE DELL’OIM  
 :: 658 - TUNISIA – UNIONE EUROPEA 
 :: 654 - CORSO DI FORMAZIONE SULLO SVILUPPO PER LE DONNE DEL MEDITERRANEO  
 :: 653 - PIOGGE TORRENZIALI A TUNISI, DIVERSI MORTI E DISPERSI 
 :: 649 - VISITA DEL PRESIDENTE FRANCESE SARKOZY IN TUNISIA 
 :: 650 - I FESTEGGIAMENTI DEL 50° ANNIVERSARIO DELLA REPUBBLICA 
 :: 651 - RIENTRO SCOLASTICO E RAMADAN 
 :: 648 - TUNISI CAPITALE MONDIALE DELLA DONNA INGEGNERE 
 :: 647 - Un grande avvenimento lionistico  
 :: 646 - Visita del Ministro della Difesa, Arturo Parisi in Tunisia 
 :: 645 - Visita del Ministro D’Alema in Tunisia  
 :: 644 - Visita in Tunisia del Ministro dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, On. Alfonso Pecoraro Scanio 
 :: 643 - Riunione di esperti dell’ONUDI e dell’Unione Africana per una strategia regionale della normalizzazione 
 :: 641 - Inaugurata la via intitolata a Bettino Craxi ad Hammamet 
 :: 635 - CELEBRAZIONE DELLA VI ª SETTIMANA DELLA LINGUA NEL MONDO IN TUNISIA 
 :: 633 - Incontro Ben Ali - Craxi. Prossima visita di Romano Prodi in Tunisia 
 :: 627 - Giornate tuniso-italiane d’Informazione e di Partenariato sull’olio di oliva a Gammarth 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml