Il Corriere di Tunisi 
36 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Prima Pagina

 613 dell'agosto 2005

 

NOSTRI PROBLEMI

 

Le vacanze sano praticamente finite.Tutti al lavoro. Questo giornale sempre di 16 pagine, cerca di coprire gli avvenimenti di questo agosto 2005. Da settembre riprenderemo il ritmo abituale in attesa del lancio della nuova formula editoriale.

Nel mondo, punto di rilievo l’evacuazione, molto mediatizzata, dei coloni israeliani, dopo 38 anni di occupazione di territori palestinesi. Pace o guerra, la patata bollente é nei due campi. Speriamo prevalga la ragione cioè la pace.

In Europa e nel mondo, nulla di nuovo come scriveva Erich Maria Remarque.

In Tunisia dopo il rimpasto ministeriale, si lavora molto intensamente per il SMSI 2005 che si svolgerà in novembre. Ci dovrebbe essere un notevole impegno italiano con il gruppo Tunismed, ne riparleremo.

Si sono svolte, come previsto, le assemblee generali della SIA, del ClT dell’Aurora, quest’ultima ha un nuovo presidente : Gennaro Boriello al quale rinnoviamo i più fervidi auguri di buon lavoro.

Punto focale di questo mese é la decisa azione del ministro Tremaglia per mettere fine, d’intesa con il MAE ed il ministero degli interni, alle discrepanze tra realtà e teoria nelle liste degli elettori italiani all’estero. Sei milioni di euro sono stati stanziati per annullare le predette discrepanze. Le risposte degli aventi diritto debbono giungere in consolato al più tardi il 30 settembre 2005. Sarebbe utile e simpatico ricevere le attese lettere prima della data di scadenza prevista...

Pubblichiamo in pagina due, il secondo verbale della costituenda “consulta” tra le associazioni italiane operanti in questo paese. Dopo il “letargo” estivo si attende una “rentrée” molto dinamica e piena di speranzose decisioni.

InchAllah.


IN QUESTO NUMERO

 

Le Assemblee Generali (CIT, Aurora, SIA)

p.  2

Edizione del Premio Giornalistico Val di Sole

p.  3

Restaurata la "Deposizione" di Raffaello

p.  4

Echi di Storia Mediterranea

p.  5

Gli incontri dell'A.I.A.T. con l'Ambasciatore di Tunisia a Roma

p.  6

La Nave Scuola Palinuro a Sousse

p.  7

Notizie dall'Italia

p.  8

Al via l'operazione mailing per garantire il diritto di voto all'estero

p.  9

Un laboratorio di didattica del pensiero nella

Scuola Italiana di Tunisi

 

p. 10

Libri in redazione

p. 11

Partenariato euro-mediterraneo

p. 12

Il ruolo dell'UE sulla scena mondiale

p. 13

I gioielli dell'estate 2005

p. 14

La "Maison" Fendi compie 80 anni

p. 15

 


 

Redazionale – PREMIO GIORNALISTICO VAL DI SOLE “PER UN GIORNALISMO TRASPARENTE” in Cronaca

 

Maria Bianca Pinco – INCONTRI AIAT CON L’AMBASCIATORE DI TUNISIA A ROMA in  Tunisia-Italia

 

Redazionale – FESTIVAL INTERNAZIONALE DI SOUSSE – in Cultura

 612 del luglio 2005

 

NOSTRI PROBLEMI

 

Nel mondo, purtroppo, poco cambia. I terroristi ed i guerrafondai continuano a fare strage di innocenti. Caino continua ad uccidere Abele. Quando finirà ?  speriamo in bene, e presto.

In Tunisia si festeggia il 48° anniversario della Repubblica. Il presidente Ben Ali, lungimirante ed attento segue e programma per il benessere ed il progresso del suo popolo.

In Italia permane il clima infuocato in campo politico come in quello climatico. Milioni di italiani preparono le loro vacanze.

I nostri specifici problemi :

Come previsto si é riunita la consulta delle associazioni operanti nel Paese. Quasi tutti hanno risposto presente. È stato eletto un esecutivo che,  quanto prima,  prenderà contatto con le autorità locali e nazionali. Permane la volontà di agire in modo costruttivo ed in stretta collaborazione con tutti. I problemi sono tanti, in particolare quelli dell’assistenza ai meno abbienti e quello dell’effettiva possibilità di esercitare tutti, il diritto di voto.  È  sempre  più  urgente  provvedere  a  sanare  le discrepanze,  già  da  tempo segnalate  tra  liste  consolari,  comuni  e  ministero dell’interno,  ma  soprattutto far  si  che  sia  positivamente rimediato alla ingiusta "cancellazione" della collettività residente ed operante in Tunisia da tutte le istanze quali COMITES, CGIE ecc.

La nostra collettività é apparentemente, dal 23 dicembre  2003, muta e male ascoltata.

Lo abbiamo  detto, scritto e ripetuto : lo diciamo, lo scriviamo e lo ripetiamo. Forse la costituenda "consulta" potrà aiutare a porre rimedio a questa situazione. Riferiremo.

Come previsto, dopo la CTICI, la SIA, il CIT e l'Aurora si riuniranno in assemblee generali. Non mancheremo di pubblicare ampi e dettagliati rendiconti.

Come ogni anno il giornale uscirà con un numero unico fine luglio e uno fine agosto. Anche questo giornale malgrado 16 pagine non ha potuto smaltire tutto il materiale ricevuto, chiediamo venia ai nostri corrispondenti.

Riprenderemo in settembre con nuova veste e nuovi programmi.

Buone vacanze a Tutti.

 


 

IN QUESTO NUMERO

 

Corso di Formazione per Docenti Italiani di

Arabo

 

p.  2

Cronaca Musicale

p.  3

59° Premio "Strega" 

p.  4

Tataouine di M. Zecchini

p.  5

Attività della CTICI

p.  6

In Tunisia

p.  7

Tunisia – Mediterraneo

p.  8

Secondo Congresso FIEI

p.  9

Benedetto XVI e Ciampi

p. 10

"Aspetta e Spera" di G. Gravier

p. 11

L’Eredità di Paul Ricoeur

p. 12

La Grande Serata dell’AIAT

p. 13

Scuola Italiana di Tunisi

p. 14

Sport e Turismo

p. 15

 


 

H.Z. - CORSO DI FORMAZIONE PER DOCENTI ITALIANI DI ARABOin Tunisia-Italia

 

Daniele Passalacqua – MAGICO CONCERTO DI MUTI A EL JEMin Cultura

 

Redazionale – ATTIVITA’ DELLA CTICIin Economia

 

Maria Bianca Pinco - LA GRANDE SERATA DELL’AIATin Tunisia-Italia

 

Hanene Zbiss – IL “CENTRO” PAUL KLEE DI RENZO PIANOin Cultura

 

 611 del 25 giugno 2005

 

NOSTRI PROBLEMI

 

Sempre maretta ai vertici UE. Il bilancio 2007/2013 non é stato votato. Quale linea sceglieranno i responsabili bruxellesi : quella anglosassone o quella francese e contadina? Lo vedremo in questo prossimo semestre 2005.

In Tunisia concluso l’anno scolastico ci si prepara ad accogliere migliaia di turisti ed emigrati.

In Italia é il solito ping-pong tra l’inguaribile ottimismo e la severa realtà. Comunque siamo in estate,  primeggia lo stellone e la voglia di vacanze. Per chi può permetterselo...

I nostri specifici problemi.

Sembra definitivamente varata la “consulta” tra le associazioni. Se son rose fioriranno, le buone intenzioni ci sono.

Prima assemblea generale annuale quella della Camera Tuniso-italiana di Commercio il 7 luglio 2005, seguiranno quella della Società Italiana di Assistenza e pensiamo, del CIT è dell’Aurora. Riferiremo.

La presidenza della Società Italiana di Assistenza lancia la sua campagna di raccolta fondi e soci. Pubblichiamo la lettera inviata a “tutti” e speriamo vivamente che le risposte siano numerose e congrue. Lo Stato italiano deve fare drastiche economie. È dovere di chi é a suo agio ed in particolare alle centinaia di imprenditori ed investitori italiani in questo paese, pensare a chi più ha bisogno.

Il Circolo Italiano ha un nuovo segretario generale nella persona del giornalista Chiavegatti, dispone anche di un nuovo "chef".

In bocca al lupo.

La “Fernando Santi” Roma riapre la sua sezione di Tunisi,  ne é responsabile l’on. Luigi Polverari, auguri.

Come sempre, malgrado sedici fitte pagine, siamo costretti a rinviare la pubblicazione di numerosi scritti, in particolare quello inviatoci dall’amico Gherardi, chiediamo venia.

È nostra ferma intenzione, inchallah, ristrutturare il giornale. Abbiamo il sito internet, già molto visitato, utilizzeremo questi mesi estivi per cogitare ed attuare. La costituenda nuova "équipe" é già

al lavoro. Speriamo farvi una bella sorpresa per la “rentrée”.

 


 

IN QUESTO NUMERO

 

Costituenda consulta associazioni italiane

 

in Tunisia

p.  2

La festa del 2 giugno in Tunisia

p.  3

L'insegnamento dell'italiano nelle scuole

 

secondarie tunisine

p. 4

Conoscere di più il Sud Tunisino

p.  5

Lazio-Tunisia : un modello di Sviluppo

 

per il Mediterraneo

p.   6

In Tunisia

p.  7

La crisi del settore tessile in Tunisia

p.  8

Cooperazione Torino-Kasserine

p.  9

Amedeo Bianchi al festival Jazz di Tabarka

p. 10

Sabir circolo mediterraneo di conversazione

p. 11

Tensioni tra l'Europa e la Cina:

 

la guerra del tessile

p. 12

Centenario della nascita

 

del Beato Giovanni Scalabrini

p. 13

La Stampa italiana nel mondo deve informare,

 

non fare propaganda

p. 14

7 - 8 luglio : Assemblea plenaria del CGIE

 

alla Farnesina

p. 15

 


 

Redazionale - COSTITUENDA CONSULTA ASSOCIAZIONI ITALIANE IN TUNISIA - in Cronaca

 

Franco Chiavegatti - LA FESTA DEL 2 GIUGNO A TUNISI - in Cronaca

 

Hanene Zbiss - LAZIO-TUNISIA: UN MODELLO DI SVILUPPO PER IL MEDITERRANEO - [segue intervista] - in Tunisia-Italia

 

 610 del 2 giugno 2005

 

NOSTRI PROBLEMI

 

Dopo la Francia anche la Olanda, stando ai pronostici,  voterà NO alla costituzione europea. Malgrado i dinieghi, la strada verso una unione sempre più allargata é tutta in salita. Cosa diranno i lussemburghesi, i polacchi, gli inglesi e gli altri? Lo sapremo nei prossimi mesi.

La Francia ha un nuovo primo ministro, questi promette monti e meraviglie già nei primi suoi cento giorni. Farà il punto ogni mese e noi con lui.

In Italia sempre aspre le polemiche tra i due poli e nei loro interni. Il clima sociale é sempre teso malgrado sia stato firmato il contratto con gli statali, sussistono problemi in tutti i settori di attività, vige il massimo ottimismo malgrado che le cassandre siano sempre più numerose. Si riparla di vendere le spiagge del sud...

Come sapete gli italiani nel mondo possono votare per corrispondenza. In Tunisia sono stati inviati migliaia di plichi. Risultano numerosi i disguidi  (che vanno segnalati tempestivamente) ed anche le ben note discrepanze tra comune, ministero degli interni ed AIRE consolare. Saranno sanate queste benedette discrepanze prima delle politiche? Non uno, ma tanti interrogativi...

I rappresentanti delle associazioni italiane operanti in Tunisia dovrebbero riunirsi nei locali della SIA, venerdì 4 giugno in presenza del capo della cancelleria consolare o chi per lui. Sarà l’occasione buona per affrontare i nostri specifici problemi, come da più parti richiesto, per ripristinare una concreta vita associativa. Ne riparleremo con serenità ma con molta sincerità e franchezza.

Mese di Giugno, mese di assemblee generali. Attendiamo notizie e convocazioni per fare i dovuti rendiconti. Ricordiamo concludendo che la SIA (società italiana di assistenza) é il solo organismo che può e deve gestire e raccogliere fondi da ridistribuire agli anziani e meno abbienti che sono, purtroppo, sempre numerosi. Quanto prima sarà inviata una lettera precisando ove potranno essere versati i fondi, gli assegni o i bonifici. Speriamo che le risposte siano numerose e congrue.

 


 

IN QUESTO NUMERO

 

Inserto-supplemento : il messaggio del ministro Tremaglia

 

 

Una ludoteca a Kasserine

p.  2

A Roma la conferenza dei direttori

 

degli Istituti di Cultura 

p.  3

L’accordo ICE/Dante Alighieri per la

 

promozione della lingua italiana

p.  4

Una Storia sulla Sicilia

p.  5

Attività della Camera Tuniso-Italiana di Commercio

 

in Tunisia

p.  7

Per un rilancio del processo di Barcellona

p.  8

Giornata dell'Africa a Roma

p.  9

Il voto del 12/13 giugno

p. 10

In ricordo di Giovanni Paolo II

p. 11

 


Redazionale – LETTERA AI LETTORI-AMICIin Cronaca

 

Hanene Zbiss - COOPERAZIONE TUNISO-ITALIANA: AVVIO DI UNA LUDOTECA NELLA REGIONE DI KASSERINE in Tunisia-Italia

 

 609 del 18 maggio 2005

 

Nostri Problemi

 

Si é concluso il IV° congresso FUSIE a Catania.

Solare l'accoglienza siciliana, con particolare riferimento al presidente della regione, a quello della provincia che ha presenziato i lavori di apertura ed a quello del nostro carissimo e grandissimo avv. Azzia per Sicilia Mondo e UNAIE. Un giornale intiero non basterebbe per riproporre tutte le attenzioni di cui furono centro i convegnisti. Grazie. Riparleremo di questo congresso è della prima decisione del nuovo direttivo che é stata quella di tenere la sua prossima plenaria a Tunisi, in  autunno.

In Tunisia le elezioni municipali hanno confermato pienamente la presenza dell’RCD. Sempre intensa l’attività del governo e del paese sul piano politico, economico e sociale.

In Italia abbiamo un secondo governo Berlusconi il quale vuole, in questo ultimo anno di legislatura, completare l’attuazione del programma votato dalla maggioranza degli italiani nel 2001 e messo a durissima prova dai risultati consecutivi alle elezioni amministrative e regionali e dalla gravissima crisi economica.

Dobbiamo tornare sul punto dolens dei nostri specifici problemi per la sempre più grave crisi di comunicabilità che sussiste tra le istituzioni italiane locali (cancelleria consolare in particolare) ed i cittadini qui residenti ed operanti. Ogni giorno ascoltiamo critiche e mugugni (verba volant, anche se prendono tanto tempo). Ripetiamo quanto andiamo dicendo da decine di anni... è impensabile che una collettività come la nostra che conta “quasi” tremila iscritti all’AIRE centinaia di operatori e centinaia di migliaia di turisti non abbia un consolato!!! non abbia un COMITES e sia praticamente orfana di ogni effettiva possibilità di comunicazione coordinata e ordinata !!! eppure e così, da quando siamo stati cancellati il 23/12/2003.

Ripetiamo però che la soluzione e nelle mani dei dirigenti delle associazioni locali, i quali anziché fare come i polli di Renzo di manzoniana memoria e/o trastullarsi in propositi propositivi ma non trasformati in effettive e concrete azioni si cantonano in “valses hesitations” e “abbonnés absents”. Parole, parole, parole ....

Tanti auguri al senatore Valenzi che ha compiuto 95 anni all’avvocato Moreno che ne ha compiuti 100 ed a suor Carmine che ci lascia dopo trent’anni di permanenza e devozione..

Come sempre, appuntamento al prossimo numero. Mille cose di cui parlare. Il giornale dovrebbe tornare ad essere settimanale!!! Intanto anticipiamo un più stretto accordo di collaborazione con la CTICI con la quale intendiamo intensificare rapporti e trasmissione tempestiva di mutue  informazioni.

 


 

IN QUESTO NUMERO

 

 

Buon compleanno, Avvocato Moreno

p.  2

Alfabetiere della Lingua Araba

p.  3

Mostafa Zbiss Pioniere dell'Archeologia

p.  4

Maurizio Valenzi compie 95 anni

p.  5

La Camera di Commercio di Torino

 

promuove gli investimenti in Tunisia

p.  6

Barcellona dieci anni dopo

p.  7

Mediterraneo e Mondializzazione

p.  8

IV° Congresso della Fusie

p.  9

Referendum del 13 Giugno

p. 10

6° Raid Ferrari a Cartagine

p. 11

 


 

Hanene Zbiss – FIRMATO UN ACCORDO DI COOPERAZIONE SCIENTIFICA TUNISO-ITALIANA NEL CAMPO DELLA RICERCA in Cronaca

 

D.M.R. - LA CAMERA DI COMMERCIO DI TORINO PROMUOVE GLI INVESTIMENTI ITALIANI IN TUNISIA - in Economia

 

Redazionale - UN “ALFABETIERE” PER IMPARARE A SCRIVERE IN ARABOin Cultura

 

Hanene Zbiss – MOSTAFA ZBISS PIONIERE DELL’ARCHEOLOGIAin Mediterraneo

 

 

 

Pagina: Indietro 1 2 3 4 5 Prossima
 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 618 del 1 dicembre 2005 
 :: 617 del 14 novembre 2005 
 :: 616 del 28 ottobre 2005 
 :: 615 del 10 ottobre 2005 
 :: 614 del 20 settembre 2005 
 :: 613 dell'agosto 2005 
 :: 612 del luglio 2005 
 :: 611 del 25 giugno 2005 
 :: 610 del 2 giugno 2005 
 :: 609 del 18 maggio 2005 
 :: 608 del 25 aprile 2005 
 :: 607 del 10 aprile 2005 
 :: 603 del 20 gennaio 2005 
 :: 605 del 28 febbraio 2005 
 :: 606 del 20 marzo 2005 
 :: 604 del 5 febbraio 2005 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml