Il Corriere di Tunisi 
30 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Tunisia-Italia
 621 - Firmato un accordo di cooperazione tra Italia e Tunisia nel settore del Turismo

 

In occasione della visita del Sottosegretario di Stato alle Attività Produttive, Giovanni Battista Caligiuri, in Tunisia è stato firmato, nella sede del Ministero del Turismo a Tunisi, un accordo di cooperazione nel settore del turismo tra il governo tunisino e il governo italiano.

La cerimonia ha visto riuniti i membri della delegazione italiana che ha accompagnato il Sottosegretario, il Ministro tunisino del Turismo, Tijani Haddad e l’Ambasciatore d’Italia in Tunisia, Arturo Olivieri.

L’accordo viene a sostituire quello di cooperazione turistica firmato dai due Paesi a Roma il 16 marzo 1984. Questo nuovo accordo è valido per 5 anni, rinnovabili, e sancisce il rafforzamento del partenariato in un settore comune e di grande importanza sia nell’economia tunisina che in quella italiana. I due Paesi sono tenuti quindi di cooperare nei campi della formazione, della promozione dei prodotti turistici, del consolidamento dell’investimento privato e nel settore dell’ecoturismo. E’ stato inoltre deciso di creare una commissione mista di cooperazione per concretizzare questi obiettivi.

Esprimendo la sua soddisfazione per questo accordo, il ministro del Turismo Haddad ha dichiarato che “questo documento è una nuova testimonianza della volontà dei due Paesi, e quindi dei due Presidenti, di  mantenere relazioni esemplari e di rafforzare il partenariato nei diversi settori, in particolare quello del Turismo” .

Ha poi aggiunto che l’Italia e la Tunisia hanno un patrimonio naturale e culturale molto importante che possono rafforzare per porsi all’avanguardia del turismo mondiale. Per questo un intenso lavoro di cooperazione è richiesto, in modo tale che l’Italia possa essere il primo partner della Tunisia nel settore del turismo.

Quanto a Caligiuri, dopo aver ricordato il Trattato di Amicizia e Vicinanza, firmato dai due Paesi il 10 febbraio 2003, ha sottolineato le similitudini tra il turismo italiano e quello tunisino, basate sulla bellezza della natura, la ricchezza della storia e l’accoglienza da parte della popolazione.  Ha quindi auspicato che “insieme si possa fare meglio per attrarre maggiormente i mercati del turismo mondiale”.

A suo detto l’Italia attira ogni anno il 12 % dei turisti del mondo e spera di portare questa percentuale al 20%. “La Tunisia potrebbe fare anche meglio se valorizza di più il suo prodotto turistico in particolare quello che riguarda il turismo sahariano”.

Questo nuovo accordo di cooperazione va dunque a “consolidare i progetti comuni, lo scambio d’informazioni e di esperienze e la complementarietà tra entrambe le parti”.

Ricordiamo che il turismo tunisino nel corso del 2005  ha realizzato un fatturato di 2.563 MDT, con l’arrivo in Tunisia di 6.379.000 turisti di cui 472.768 sono provenienti dall’Italia. Una cifra in aumento rispetto al 2004, che era stato di 448.292 unità, con un incremento, quindi, del 5.5%.

Hanene Zbiss

Il Sottosegretario Caligiuri e il Ministro del Turismo Tijani Haddad firmano l’accordo sul turismo

 

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 622 - Firmato un accordo di cooperazione tuniso-italiana nel campo sociale 
 :: 621 - A colloquio con il ministro Tijani Haddad 
 :: 621 - Firmato un accordo di cooperazione tra Italia e Tunisia nel settore del Turismo 
 :: 620 - ASSOCIAZIONE DEGLI IMPRENDITORI ITALIANI IN TUNISIA (IMIT) 
 :: 619 - Quattro siti da non perdere per gli Italiani in Tunisia 
 :: 618 - La conferenza stampa del "Premier" 
 :: 618 - Visita lampo di Silvio Berlusconi. Apprezzamenti dell'Italia per l'opera del Presidente Ben Ali  
 :: 617 - DALLA C.A.I.T. (CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE IN TUNISIA) 
 :: 617 - PARTICIPAZIONE UFFICIALE ITALIANA AL VERTICE MONDIALE SULLA SOCIETA’ DELL’INFORMAZIONE (TUNISI 16 - 19 Novembre 2005) 
 :: 616 - «Orientamento alla Scuola Italiana di Tunisi» 
 :: 613 - Gli Incontri Dell'A.I.A.T. con l’Ambasciatore di Tunisia a Roma 
 :: 612 - SESTA edizione DELLA SERATA DI GALA DELL’AIAT (Associazione Italiana Amici della Tunisia) 
 :: 612 - A TUNISI : CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER DOCENTI ITALIANI DI ARABO 
 :: 611 - Lazio-Tunisia : un modello di sviluppo per il Mediterraneo 
 :: 610 - Cooperazione tuniso-italiana: Avvio di una Ludoteca nella regione di Kasserine 
 :: 607 - ANNIVERSARIO DELL'INDIPENDENZA DELLA TUNISIA A ROMA 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml