Il Corriere di Tunisi 
40 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Tunisia-Italia
 618 - Visita lampo di Silvio Berlusconi. Apprezzamenti dell'Italia per l'opera del Presidente Ben Ali

 

Al termine della visita di « lavoro e di amicizia » effettuata a Tunisi il 22 novembre scorso, il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha avuto parole di particolare apprezzamento per la città di Tunisi che, ha constatato, risulta ad ogni sua visita (l’ultima risale al dicembre 2003) ancora più bella. 

Il Presidente Berlusconi si è cosi’ espresso con il Governatore di Tunisi, Mondher Friji, e con il Sindaco di Tunisi, Mohsen Abbes, complimentandosi per i recenti interventi di urbanizzazione (arredo urbano, recupero architettonico, potenziamento delle infrastrutture stradali) che contribuscono a rafforzare l’immagine di una città che sapientemente coniuga progresso e rispetto del passato. L'Ambasciatore Arturo Olivieri ha informato il Presidente Berlusconi che gli sforzi in tal senso sono il risultato di un programma nel settore ambientale ideato e gestito dal ministro Mohamed  Mehdi Mlika e  sono constatabili in tutti i centri abitati della Tunisia. Essi si acompagnano al rinnovamento delle zone turistiche, contribuendo verosimilmente a portare a fine anno il numero dei turisti italiani oltre la soglia delle cinquecentomila presenze (trecentosettantamila nel 2004). Si tratta di interventi che tengono conto anche della gestione ambientale (discariche controllate, trattamento delle acque, etc...) e che pongono la Tunisia ai livelli più alti di sensibilità nel settore.

 

 

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 622 - Firmato un accordo di cooperazione tuniso-italiana nel campo sociale 
 :: 621 - A colloquio con il ministro Tijani Haddad 
 :: 621 - Firmato un accordo di cooperazione tra Italia e Tunisia nel settore del Turismo 
 :: 620 - ASSOCIAZIONE DEGLI IMPRENDITORI ITALIANI IN TUNISIA (IMIT) 
 :: 619 - Quattro siti da non perdere per gli Italiani in Tunisia 
 :: 618 - La conferenza stampa del "Premier" 
 :: 618 - Visita lampo di Silvio Berlusconi. Apprezzamenti dell'Italia per l'opera del Presidente Ben Ali  
 :: 617 - DALLA C.A.I.T. (CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE IN TUNISIA) 
 :: 617 - PARTICIPAZIONE UFFICIALE ITALIANA AL VERTICE MONDIALE SULLA SOCIETA’ DELL’INFORMAZIONE (TUNISI 16 - 19 Novembre 2005) 
 :: 616 - «Orientamento alla Scuola Italiana di Tunisi» 
 :: 613 - Gli Incontri Dell'A.I.A.T. con l’Ambasciatore di Tunisia a Roma 
 :: 612 - SESTA edizione DELLA SERATA DI GALA DELL’AIAT (Associazione Italiana Amici della Tunisia) 
 :: 612 - A TUNISI : CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER DOCENTI ITALIANI DI ARABO 
 :: 611 - Lazio-Tunisia : un modello di sviluppo per il Mediterraneo 
 :: 610 - Cooperazione tuniso-italiana: Avvio di una Ludoteca nella regione di Kasserine 
 :: 607 - ANNIVERSARIO DELL'INDIPENDENZA DELLA TUNISIA A ROMA 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml