Il Corriere di Tunisi 
69 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Prima Pagina

 

Il Corriere di Tunisi “online” riporta le principali notizie pubblicate dal giornale distribuito in abbonamento e in vendita in edicola


In “lettere” la voce dei lettori che ci possono scrivere anche via email


 

video

  



 651 - 28 [nuova serie] 15 settembre 2007

 

nostri  problemi

Le vacanze sono finite. Tutti al lavoro.

Con questo numero riprendiamo il ritmo quindicinale.

Nel mondo si continua a parlare di clima, di ambiente, di pace, ecc. mentre, purtroppo, nulla o poco cambia.

In Tunisia ci si prepara all’inizio del nuovo anno scolastico e con tutti i musulmani, a trascorrere il mese sacro di Ramadan che inizia in questa seconda decade di settembre.

Il Presidente Ben Alì, i membri del governo e tutti i responsabili hanno provveduto affinché tutto sia predisposto perché questo mese trascorra per tutto il popolo nel migliore dei modi e che i meno abbienti possano usufruire degli aiuti necessari per affrontare serenamente questo periodo.

In Italia il governo Prodi prosegue la sua non facile navigazione ed é alle prese con una finanziaria 2008 che deve essere attentamente vagliata dalla coalizione benché già duramente contestata dall’op­posizione.

I nostri specifici problemi.

Come diceva un caro amico e fedele lettore i "nostri problemi" sono una quasi eterna ripetizione da quando esiste questa rubrica. E’ vero come é vero che, in genere, uomini e donne si lavano la faccia ogni mattina. Noi abbiamo sempre stoicamente sostenuto che non vi sono problemi ma solamente soluzioni. Ma quando queste non si trovano rimangono i problemi.

In questi ultimi quattro anni (2003) e cioé da quando il COMITES/tunisi, in particolare, é stato soppresso ed i suoi beni ed archivi consegnati alla cancelleria consolare quel poco di vita associativa che soppraviveva in questo paese é andato spegnendosi. Vedremo se l’azione congiunta di quanti non vogliono rassegnarsi all’oscuramento defini­tivo di questa vita associativa (sulla quale quotidianamente ricercatori di alto livello desiderano indagare sul "glorioso" passato) possa come diceva Trilussa “dopo la tempesta un seme che ci resta basta per far rinascere la foresta”.

E’ il nostro augurio per le nuove generazioni, é troppo triste sprofon­dare nell’anonimato, nell’egoismo totale, nell’individualismo più sfrenato, in poche parole adagiarsi come Luigi XV°, le bien aimé, affermando "après moi le deluge". Una domanda indiscreta che cosa hanno fatto i titolari della "consulta" i quali dopo tante promesse di DUE anni orsono sono sprofondati nell'abituale vano mugugno?

Un richiamo per concludere

Vi ricordiamo che comunicati ed avvisi  debbono pervenirci al più tardi il 5 ed il 20 del mese per poter essere pubblicati in tempo e che il giornale, soprattutto in questa nuova veste, più costosa, richiede il massimo aiuto del nostri sostenitori e abbonati oltre ai sacrifici dei suoi collaboratori.

 



>> Leggi.....

 650 - 27 [nuova serie] dal 16 al 31 agosto 2007

nostri  problemi

Siamo in agosto e tutti o quasi tutti coloro che possono o hanno potuto sono partiti in vacanza. Si riparlerà degli innumerevoli problemi quotidiani i primi di set­tembre. Nel frattempo agli incendi, ai terremoti, alle stragi, al caldo torrido cominciano a susseguirsi nubifragi ed inondazioni. "La vie continue". In Tunisia la seduta unica di lavoro si fermerà fine agosto per riprendere con l’inizio (in settembre) del mese sacro di Ramadan o sarà continuata ? Il tutto è ancora avvolto nel mistero. Anche se fortemente si parla di seduta unica continuativa nelle amminis­trazioni dello stato tenuto conto delle sempre maggiori difficoltà per spostarsi in città. Il 13 agosto, in Tunisia, é celebrata la festa della donna che in questo paese è largamente partecipe alla vita nazionale di cui è notevolmente protagonista.

I nostri specifici problemi.

Marco Fedi, dopo il suo viaggio in Tunisia ha scritto al vice ministro Danieli, riportiamo integralmente la sua lettera. Micheloni e Narducci presiedono al Senato ed alla Camera i neo organismi che con gli altri eletti all’estero debbono seguire e coordinare le questioni riguardanti gli italiani nel mondo. Rinnoviamo i nostri auguri auspi­cando che con l’aiuto di tutti possano portare a soluzione tanti problemi sospesi. Punti focali sono riforma dei Comites e CGIE, sopratutto quest’ultimo che deve a Roma, in stretta collaborazione con gli eletti in Parlamento, essere veramente la cinghia di trasmissione tra chi opera nel mondo e chi in Italia vuol far sentire positivamente la loro voce.

Come previsto il fatto di avere ridotto la periodicità della nostra pubblicazione ha portato ad un impressionante accumulo di notizie, articoli e corrispondenze che non siamo riusciti ad inserire. Chiediamo venia a tutti, in particolare agli amici dell’AIAT, a Marcello Brignone a Maria Bianca Pinco ad Armando Giannitrapani ed all’ambasciatore Ben Mansour per il ritardato rendiconto della ottava serata di gala che si é svolta a Latina il 6 luglio scorso.

Come avevamo preannunciato dedicheremo questa seconda quindicina di agosto e la prima di settembre alla ristrutturazione ed al piano di avvenire del CORRIERE di TUNISI, il quale, non lo dimentichiamo, volenti o nolenti fa parte della vita collettiva della nostra gente che opera in questa terra e che vuol essere presente per quanto le compete sia sul piano del lavoro che su quello politico e sociale in Italia e nel nostro mediterraneo.



>> Leggi.....

 649 - 26 [nuova serie] dal 15 luglio al 15 agosto 2007

NOSTRI PROBLEMI

 

Alle stragi di innocenti quotidianamente dovute agli assassini che in nome di false ideologie sedicentemente religiose imperversano nel mondo, si aggiungono sempre più spesso quelle dovute ai "fous du volant" che, ubriachi, falciano giovani vite. Quando e come sarà  disciplinata tanta follia ?

In Francia, Sarkozy, nuovo presidente, ha festeggiato il 14 luglio in solenne chiave europea, facendo sfilare reparti delle 27 nazioni della UE sotto l'Arco di Trionfo "aux Champs Elysées".

In Italia, continua la non facile navigazione del governo Prodi. Vanno avanti i raccoglitori di firme per il richiesto referendum per la riforma elettorale. Chi la farà, il Parlamento o il "Popolo" italiano ?

In Tunisia, ci si prepara a festeggiare solennemente il 50° anniversario della proclamazione della Repubblica (25.7.1957 - 25.7.2007). Con giustificata fierezza, il presidente Ben Alì ed il suo governo, sottolineano gli enormi progressi fatti in questo breve arco di tempo che ha visto il paese, non solo uscire dal sottosviluppo, ma ormai far parte pienamente del gruppo dei paesi più dinamici e progrediti del mondo.

I nostri specifici problemi :

Si è conclusa la visita del "nostro" deputato Marco Fedi, è stata   breve ma intensa ed ha consentito, lo speriamo, all'attento uomo politico, di rendersi conto in profondità della reale situazione della nostra collettività e dei rapporti che intercorrono tra le nostre locali autorità istituzionali ed i cittadini che operano e risiedono a vario titolo in questo paese. Molto attendiamo dalle conseguenze di queste visita. Riferiremo.

Luglio, agosto, mesi di vacanze (per chi se lo puo' permettere) e di festivals che si moltiplicano brillantemente in tutta la Tunisia.

Con l'Assemblea generale ordinaria della SIA, convocata per il 26 luglio, si concluderà il ciclo di rinnovamento delle strutture delle poche istituzioni associative ancora in vita in questo paese.

Anche per noi, questi mesi, come abbiamo già scritto, saranno mesi di ripensamento, ristrutturazione e ricerca di costruttivo divenire del nostro e soprattutto vostro foglio.

 



>> Leggi.....

 648 – 25 [nuova serie] dal 15 giugno al 15 luglio 2007

nostri  problemi

 

Nel mondo poca novazione, continuano tranquille e sanguinose, con dovute stragi di innocenti, le varie "guerrette" regionali. Scoppia più cruenta del solito la lotta all’ultimo sangue tra le fazioni palestinesi. La cosa allontanerà la pace o costringerà tutti i contendenti della martoriata regione ad essere ragionevoli e ricercare la tanto necessaria soluzione? è il nostro più caldo auspicio.

In Francia, i socialisti, malgrado l’annunciato divorzio tra Segolene Royal ed il suo compagno segretario del partito Hollande, hanno retto bene, impedendo a Sarkosy di disporre di una maggioranza superiore ai 3/5.

In Italia, è sempre più accesa la polemica tra maggioranza e opposizione e continua la non facile navigazione del governo Prodi.

In Tunisia, sempre più avanti la programmazione dell’XI° piano di sviluppo. La politica lungimirante del presidente Ben Ali dà sempre migliori frutti ed i molteplici ed ambiti riconoscimenti internazionali ne testimoniano quotidianamente.

Torniamo ai nostri specifici problemi : dopo il Circolo italiano, l’Aurora ha convocato la sua assemblea generale elettiva per il 5 luglio prossimo, anche la SIA si riunirà certamente in luglio. Saremo più precisi sul prossimo numero.

Le attività culturali sono come sempre, di altissimo livello e sempre più apprezzate dai « connaisseurs ». Purtroppo va via la Dottoressa Procaccini, che sarà sostituita dalla Dottoressa Veneziani, che abbiamo già avuto modo di conoscere alcuni anni or sono.

Finalmente si concretizza la visita del « nostro » deputato Marco Fedi che sarà nelle nostre mura dal 28 giugno al 1° luglio. Incontrerà il maggior numero di persone e per la prima volta prenderà da noi contatto con le realtà « africane ». Sarà, lo speriamo, l’occasione di rilanciare su basi sane la vita associativa italiana in questo paese, e, nel  contempo  partecipare alla preparazione di una seria revisione di quel che deve essere il rapporto tra i cittadini residenti ed operanti in tutta la fascia africana del Mediterraneo, includendo il coordinamento con la parte asiatica ed europea per il rilancio e la ristrutturazione dei COMITES, degli inter-Comites, di cui siamo stati promotori da anni, del CGIE e conseguentemente con gli eletti all'estero ed il Parlamento italiano, con particolare riferimento alla nostra AMPISSIMA CIRCOSCRIZIONE.

Per concludere, diciamo che sono molto bene avviate la ristrutturazione del giornale e le sue prospettive di avvenire. Come preannunciato utilizzeremo pienamente questi mesi estivi.

Da questo numero usciremo in giugno, luglio ed agosto in una edizione unica.

Riprenderemo,  lo auguriamo vivamente, il ritmo quindicinale e forse… settimanale, dal prossimo settembre, cercando nel frattempo di sviluppare la periodicità, utilizzando nel modo migliore il nostro sito web: www.ilcorriereditunisi.it

 



>> Leggi.....

Pagina: Indietro 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 Prossima
 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 805 - 156 [nuova serie] 
 :: 804 - 155 [nuova serie] 
 :: 803 - 154 [nuova serie] 
 :: 802 - 153 [nuova serie] 
 :: 801 – 152 [nuova serie] 
 :: 800 - 151 [nuova serie] 
 :: 799 – 150 [nuova serie] 
 :: 798 – 149 [nuova serie] 
 :: 797 – 148 [nuova serie] 
 :: 796- 147 [nuova serie] 
 :: 795 – 146 [nuova serie] 
 :: 794 – 145 [nuova serie] 
 :: 793 – 144 [nuova serie] 
 :: 792 – 143 [nuova serie] 
 :: 791 - 142 [nuova serie] 
 :: 790 - 141 [nuova serie] 
 :: 789 - 140 [nuova serie] 
 :: 788 – 139 [nuova serie] 
 :: 787 – 138 [nuova serie] 
 :: 786 – 137 [nuova serie] 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml