Il Corriere di Tunisi 
53 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Prima Pagina
 803 - 154 [nuova serie]

 

 

NOSTRI PROBLEMI

 

La tragedia che ha colpito il Centro Italia facendo centinaia di morti e distruggendo interi paesi  con uno dei sismi più devastatori di questi ultimi decenni ha spostato l’asse delle catastrofi politiche internazionali a quelle delle catastrofi naturali. L’Italia che non si è sollevata dal sisma che colpì pochi anni orsono L’Aquila è stata nuovamente martoriata questo 24 agosto con quasi duemila scosse che hanno colpito il cuore del paese toccando Le Marche, l’Abruzzo, il Lazio e l’Umbria. Alcune frazioni sono state rase al suolo come il comune di Arquata e la frazione di Pescara del Tronto. Come sempre di fronte alle grandi tragedie naturali vi è stata una mobilitazione generale e il lavoro dei soccorritori ingente. La faglia che si estende in modo particolare su tutta la lunghezza dei rilievi che attraversano da nord a sud l’Italia mostra che dopo il Giappone, l’Italia è il paese che presenta i più alti rischi di terremoti.

Come sempre sui social network si scatenano campagne denigratorie contro alcuni politici come se il terremoto fosse prevedibile  mentre sappiamo che purtroppo non lo è: la strumentalizzazione politica della tragedia ci sembra, in effetti, in questo momento in cui servirebbe un massimo di coesione per attivare aiuti e soccorsi alle popolazioni duramente colpite, particolarmente fuori luogo. Mi spiego: speculare sui morti a fini meramente elettorali e partitici non mi sembra cosa degna in un momento cosi’ grave. Sotto qualsiasi governo le tragedie sono accadute e ogni volta si ripropone l’annoso ed irrisolto problema della prevenzione, della speculazione edilizia, dei fondi per la ricostruzione il cui utilizzo rimane opaco. E’ ora che specie i comuni adottino normative nelle zone a rischio sismico in particolare, che se non evitano tragedie possano almeno arginarle. Non si puo’ evitare che il fiume straripi come ce lo insegna Macchiavelli  ma il buon Principe costruisce gli argini  in previsione di probabili inondazioni! Si, molti guadagnerebbero molto meno utilizzando materiali più confacenti, ma quanti avrebbero potuto salvarsi se le regole fossero state applicate!

La collettività italiana di Tunisia si unisce al cordoglio dell’Italia tutta per le vittime e dalle colonne di questo giornale si lancia un appello a tutti coloro che possono partecipare alla campagna di aiuti in corso in favore delle popolazioni colpite!

In Tunisia, dopo molte discussioni e tentennamenti si ha finalmente un nuovo governo con a capo Youssef Chahed,  dopo il voto di fiducia del Parlamento. Ci auspichiamo che possa rilanciare l’economia tunisina anche se molti scettici pensano che non potrà operare profonde trasformazioni in un sistema in cui il senso dello Stato e dell’essere cittadino si sta erodendo in favore di un fai da te anarchico.

Per quello che ci concerne siamo moderatamente ottimisti poiché riteniamo che un governo d’Unione Nazionale guidato da un giovane volenteroso con un’equipe che rappresenti quasi tutte le sensibilità politiche sia un buon punto di partenza.

Non sarà facile debellare questa corruzione che sta  dilagando a tutti i livelli socio-economici né sarà facile rimettere l’amministrazione al lavoro dopo anni di abulia, ma è necessario.

Si è parlato poco di ambiente eppure è una delle priorità della Tunisia oggi che sembra essere una immensa discarica a cielo aperto malgrado gli sforzi  di alcune associazioni che con iniziative spesso anche meritorie tentano di argine il fenomeno. Rimangono delle iniziative locali che non riescono pero’ ad invertire la tendenza generale ma soprattutto che non riescono ad incidere sulla coscienza del cittadino che continua a percepire lo spazio pubblico come qualcosa di estraneo e che non lo riguarda. Alla fine dell’estate, le problematiche ambientali si risentono con maggiore acuità.

E’ forse ora di dare maggiori poteri e finanziamenti ai comuni perché possano lavorare!

Settembre è alle nostre porte e con lui la ripresa delle attività per la Tunisia ma anche per la nostra collettività!

Ci aspettiamo da parte delle nostre massime autorità diplomatiche anche la concretizzazione degli impegni presi con la collettività ed il Comites durante l’incontro che quest’ultimo tenne a Sousse!

A tutti buona ripresa ed ai musulmani buon Aïd!

 


 

 

Collettività

Wadis Mar - 5-6

“Dipingeremo cavalli” - 7

 

Dossier               

Una società senza mariti - 8-10                                  

 

In Tunisia

Nuovo Governo in Tunisia - 11                      

13 agosto, festa della donna - 12    

“Festival MaTerre” - 13                                                                                                                                              

 

Flash News - 14-15

 

In Italia

La terra trema di nuovo in Italia - 16

La politica d’autunno - 17

La Ue non è finita con la Brexit - 18

 

Maghreb e Mediterraneo

I giovani, il ruolo della storia e come reagire al “terrorismo di prossimità” - 19-20          

Eritrea: una nuova guerra con l’Etiopia? - 21

 

Internazionale

Burkini: qualche riflessione su un tema da non lasciare agli slogan - 22

Siria: agosto di fuoco - 23

Tutto l’oro di Rio - 24

 

Immigrazione, Emigrazione                       

“Aware Migrants” - 25

Ellis Island. Quando gli emigrati eravamo noi - 26-29    

Alle Olimpiadi tipo per i rifugiati. E voi? - 30

Presentata un’interrogazione per il Museo Nazionale dell’Emigrazione - 31

 

Economia

Le attività della CTICI - 32-33

Estate 2016: aumentano i turisti - 34

Previsioni al ribasso per il PIL nazionale tunisino - 35

 

 

Università e scuola - 36-37

 

Cultura

Antonio Ligabue - 38-39 

La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo - 40

La storia dell’arte, questa sconosciuta - 41

“Be Art” - 42

 

Libri - 43

 

Marginalia

Approdo in Tunisia - 44

 

Salute e benessere - 45

 

Cucina - 46

 

Passatempo – 47

 


 

Marysa Impelizzeri - UNA SOCIETÀ SENZA MARITI: I MOSOin Dossier

Redazionale - NUOVO GOVERNO IN TUNISIAin In Tunisia

 


 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 809 - 160 [nuova serie] 
 :: 808 – 159 [nuova serie] 
 :: 807 - 158 [nuova serie] 
 :: 806 – 157 [nuova serie] 
 :: 805 - 156 [nuova serie] 
 :: 804 - 155 [nuova serie] 
 :: 803 - 154 [nuova serie] 
 :: 802 - 153 [nuova serie] 
 :: 801 – 152 [nuova serie] 
 :: 800 - 151 [nuova serie] 
 :: 799 – 150 [nuova serie] 
 :: 798 – 149 [nuova serie] 
 :: 797 – 148 [nuova serie] 
 :: 796- 147 [nuova serie] 
 :: 795 – 146 [nuova serie] 
 :: 794 – 145 [nuova serie] 
 :: 793 – 144 [nuova serie] 
 :: 792 – 143 [nuova serie] 
 :: 791 - 142 [nuova serie] 
 :: 790 - 141 [nuova serie] 
 :: 789 - 140 [nuova serie] 
 :: 788 – 139 [nuova serie] 
 :: 787 – 138 [nuova serie] 
 :: 786 – 137 [nuova serie] 
 :: 785 – 136 [nuova serie] 
 :: 784 - 135 [nuova serie] 
 :: 783 – 134 [nuova serie] 
 :: 782 – 133 [nuova serie] 
 :: 781-132 [nuova serie] 
 :: 780 - 131 [nuova serie] 
 :: 779 – 130 [nuova serie] 
 :: 778 - 129 [nuova serie] 
 :: 777 - 128 [nuova serie] 
 :: 776 - 127 [nuova serie] 
 :: 775 - 126 [nuova serie] febbraio 
 :: 774 - 125 [nuova serie] 
 :: 773 - 124 [nuova serie] 
 :: 772 - 123 [nuova serie] 
 :: 771 – 122 [nuova serie] 
 :: 770 - 120-121 [nuova serie] 
 :: 769 - 119 [nuova serie] 
 :: 768 - 118 [nuova serie] 
 :: 767 - 117 [nuova serie] 
 :: 766 - 116 [nuova serie] 
 :: 765 - 114-115 [nuova serie] 
 :: 764 – 113 [nuova serie] 
 :: 763 - 112 [nuova serie] 
 :: 762 - 111 [nuova serie] - settembre 2012 
 :: 761 - 110 [nuova serie] 
 :: 760 – 109 [nuova serie] 
 :: 759 – 108 [nuova serie] 
 :: 758-107 [nuova serie] 
 :: 757 – 106 [nuova serie] 
 :: 756 – 105 [nuova serie] 
 :: 755 - 104 [nuova serie] 
 :: 754 - 103 [nuova serie] 
 :: 753 – 102 [nuova serie] 
 :: 752 – 101 [nuova serie] 
 :: 751 – 100 [nuova serie] 
 :: 750 - 99 [nuova serie] - novembre  
 :: 749 - 98 [nuova serie] - 15 ottobre 
 :: 748 - 97 [nuova serie] - settembre 
 :: 744-747 - 96 [Nuova Serie] - luglio/agosto 
 :: 719 – 95 [nuova serie]  
 :: 718 - 94 [nuova serie] - maggio 
 :: 717 – 93 [nuova serie] - aprile 
 :: 716 – 92 [nuova serie] - marzo 
 :: 715 - Solo online - a cura della redazione di Torino 
 :: news 
 :: 715 - 91 [nuova serie] - febbraio 2011 
 :: 714 – 90 [nuova serie] 
 :: 713 - 89 [nuova serie] 
 :: 712 - 88 [nuova serie] 
 :: 711 - 87 [nuova serie] 
 :: 710 – 86 [nuova serie] 
 :: 709 - 85 [nuova serie] 
 :: 708 – 84 [nuova serie] - agosto 
 :: 707 – 83 [nuova serie] - luglio 
 :: 706-705 – 82 [nuova serie] - giugno 
 :: 704 – 81 [nuova serie] 
 :: 703 - 80 [nuova serie] maggio 
 :: 702 - 79 [nuova serie] 
 :: 701 -78 [nuova serie] 
 :: 700 - 77 [serie nuova] 
 :: 699 – 76 [nuova serie] 
 :: 698 – 75 [nuova serie] 
 :: 697 – 74 [nuova serie] 
 :: 696 - 73 [nuova serie] 
 :: 695 – 72 [nuova serie] 
 :: 694 – 71 [nuova serie] - dicembre 
 :: 693 -70 [nuova serie] – 6 / 20 novembre 
 :: 692 - 69 [nuova serie] – 21 ottobre – 5 novembre 
 :: 691 - 68 [nuova serie] – 6 ottobre - 20 ottobre 
 :: 690 - 67 [nuova serie] – 16 settembre - 5 ottobre 
 :: 689 - 66 [nuova serie] - 1 - 15 settembre 
 :: 688 - 65 [nuova serie] - agosto 
 :: 687 - 64 [nuova serie] - luglio 
 :: 686 - 63 [nuova serie] - giugno 
 :: 685 - 62 [nuova serie] - giugno  
 :: 684 - 61 [nuova serie] - maggio  
 :: 683 - 60 [nuova serie] - aprile 
 :: 682- 59 [nuova serie] - aprile 
 :: 681 - 58 [nuova serie] - marzo 
 :: 680 - 57 [nuova serie] - marzo 
 :: 679 -56 [nuova serie] - febbraio 
 :: 678 - 55 [nuova serie] – febbraio  
 :: 677 – 54 [nuova serie] gennaio 2009 
 :: 676 – 53 [nuova serie] dicembre 
 :: 675 – 52 [nuova serie] novembre 
 :: 674 – 51 [nuova serie] novembre 
 :: 673 – 50 [nuova serie] novembre 
 :: 672 – 49 [nuova serie] ottobre  
 :: 671 - 48 [nuova serie] settembre 
 :: 670 - 47 [nuova serie] agosto 
 :: 669 - 46 [nuova serie] luglio  
 :: 668 – 45 [nuova serie] giugno 
 :: 667 – 44 [nuova serie] giugno 
 :: 666 – 43 [nuova serie] maggio 
 :: 665 – 42 [nuova serie] maggio 
 :: 664 – 41 [nuova serie] aprile 
 :: 663 – 40 [nuova serie] aprile 
 :: 662 – 39 [nuova serie] marzo 
 :: 661 – 38 [nuova serie] febbraio  
 :: 660 – 37 [nuova serie] febbraio 
 :: 659 – 36 [nuova serie] febbraio 
 :: 655 - 32 [nuova serie] novembre 2007 
 :: 656 – 33 [nuova serie] dicembre 2007 
 :: 657 – 34 [nuova serie] del 15 dicembre 2007 
 :: 658 – 35 [nuova serie] del gennaio 2008 
 :: 654 – 31 [nuova serie] 30 ottobre 2007 
 :: 653 – 30 [nuova serie] ottobre 2007 
 :: 652 – 29 [nuova serie] 30 settembre 2007 
 :: 651 - 28 [nuova serie] 15 settembre 2007 
 :: 650 - 27 [nuova serie] dal 16 al 31 agosto 2007  
 :: 649 - 26 [nuova serie] dal 15 luglio al 15 agosto 2007 
 :: 648 – 25 [nuova serie] dal 15 giugno al 15 luglio 2007 
 :: 647 - 24 [nuova serie] dal 15 al 31 maggio 2007 
 :: 646 – 23 [nuova serie] dal 30 aprile al 15 maggio 2007 
 :: 645 – 22 [nuova serie] dal 10 al 25 aprile 2007 
 :: 644 - 21 [nuova serie] dal 16 al 31 marzo 2007 
 :: 643 - 20 [nuova serie] dal 1 al 15 marzo 2007 
 :: 642 - 19 [nuova serie] dal 15 al 28 febbraio 2007 
 :: 641 - 18 [nuova serie] dal 1 al 15 febbraio 2007 
 :: 640 - 17 [nuova serie] dal 1 al 15 gennaio 2007 
 :: 639 - 16 [nuova serie] dal 16 al 31 dicembre 2006 
 :: 638 - 15 [nuova serie] dal 1 al 15 dicembre 
 :: 637 - 14 [nuova serie] dal 15 al 30 novembre 
 :: 636 - 13 [nuova serie] dal 1 al 15 novembre  
 :: 635 - 12 [nuova serie] dal 15 al 30 ottobre 2006 
 :: 634 - 11 [nuova serie] dal 30 settembre al 15 ottobre 
 :: 633 - 10 [nuova serie] dal 15 al 30 settembre 
 :: 632 - 9 [nuova serie] dal 15 agosto al 10 settembre 
 :: 631 - 8 [nuova serie] dal 15 luglio al 15 agosto 
 :: 630 – 7 [nuova serie] dal 21 giugno al 6 luglio 
 :: 629 - 6 [nuova serie] dal 6 al 20 giugno  
 :: 628 – 5 [nuova serie] dal 21 maggio al 6 giugno 
 :: 627 - 4 [nuova serie] dal 05 al 20 maggio 
 :: 626 - 3 [nuova serie] dal 20 aprile al 5 maggio 
 :: 625 - 2 [nuova serie] - dal 05 aprile al 19 aprile 
 :: 624 - 1 [nuova serie] - dal 20 marzo al 4 aprile 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml