Il Corriere di Tunisi 
33 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Tunisia-Italia
 611 - Lazio-Tunisia : un modello di sviluppo per il Mediterraneo

 

Nell’ambito della VII edizione del Forum di Cartagine sull’investimento, tenutasi a Tunisi il 16 e17 giugno, una missione imprenditoriale multisettoriale della Regione Lazio, guidata dall’Assessore alla Piccola e Media Impresa, Commercio e Artigianato Francesco De Angelis, ha visitato la Tunisia dal 15 al 18 giugno.

La delegazione, che comprendeva venti imprese rappresentative dei settori di eccellenza della Regione, rappresentanti delle società regionali del Gruppo Sviluppo Lazio, associazioni imprenditoriali e singoli operatori, ha effettuato una serie di incontri con le istituzioni tunisine ed italiane in Tunisia  come l’ICE, la FIPA, la Camera Tuniso-Italiana di Commercio e d’Industria, il Governatorato di Ben Arous.

Parallelamente il servizio d’internazionalizzazione di “Sviluppo Lazio” ha organizzato il 15 giugno un convegno dal titolo “Lazio-Tunisia, un modello per lo sviluppo del partenariato Mediterraneo”.

E’  stato  Roberto  Scaglione,  direttore dell’area sviluppo del  gruppo  “Sviluppo Lazio” ad aprire l’incontro notando che la Tunisia è un Paese dove ci sono molte opportunità di investimento per gli imprenditori italiani. Per questo bisogna rafforzare i rapporti di collaborazione tra la Regione Lazio e la Tunisia.

Ha inoltre ricordato l’apertura della zona di libero scambio del 2010 sottolineando la necessità di prepararsi bene per questo appuntamento sia per l’Italia che per la Tunisia.

Scaglione ha anche approfittato dell’occasione per rilevare il ruolo che l’ “Agenzia Sviluppo Lazio”, creata nel 2002, può svolgere nel promuovere l’internazionalizzazione delle PMI italiane.

Quanto all’Assessore De Angelis ha notato che la scelta della Tunisia per tenere quest’incontro non è stata casuale e che s’intende creare delle alleanze e dei rapporti di amicizia tra gli imprenditori laziali e quelli tunisini. Ha poi aggiunto che la Regione Lazio guarda con grande attenzione la regione del Mediterraneo e soprattutto la Tunisia che si caratterizza per un clima economico e sociale molto vantaggioso per l’investimento estero, oltre alla sicurezza politica  e la prossimità geografica.

De Angelis ha ricordato che ci sono attualmente 140 aziende laziali che investono nel Paese e che l’obiettivo è quello di far crescere questo numero attraverso una serie di progetti comuni e con l’assistenza di “Sviluppo Lazio”. Infatti, ha parlato della creazione di uno sportello della Regione Lazio in Tunisia per fornire servizi alle imprese che vogliono investire o delocalizzare una parte delle loro attività nel Paese. Ha anche indicato l’intenzione di organizzare nei prossimi mesi un incontro a Fiuggi per riunire gli imprenditori dei due Paesi con l’obiettivo di creare nuove opportunità di affari, coinvolgendo di più le banche italiane nella partecipazione a questo sforzo.

Quanto alla Regione di Ben Arous, con la quale ha sempre investito la Regione Lazio, l’Assessore ha precisato che è stato firmato un nuovo protocollo d’intesa.

E’ stato poi la volta di Stefano Cortini, responsabile del servizio internazionalizzazione e marketing del territorio del gruppo “Sviluppo Lazio”, a tenere una comunicazione sul tema “Lazio-Tunisia: un modello di sviluppo per il Mediterraneo” in cui ha presentato la Regione  e le attività che il gruppo sta svolgendo per consolidare i rapporti economici con la Tunisia.

 

Hanene Zbiss

 

interview con Francesco De Angelis, Assessore alla Piccola

e Media Impresa, Commercio e Artigianato :

Prossimo workshop a Fiuggi per approfondire la

conoscenza dell’ambiente imprenditoriale in Tunisia

 

D. Assessore De Angelis, lei ha parlato di un progetto per creare una rete tra le camere di commercio della Regione Lazio e la CTICI, quale è l’obiettivo di questo progetto e quando  si farà ?

R. Stiamo attualmente lavorando per realizzare questa rete tra le cinque camere di commercio della Regione e la camera di commercio tuniso-italiana. Abbiamo già programmato un incontro prossimamente a Roma per rafforzare i rapporti tra le due parti e discutere delle opportunità di sviluppo, di lavoro e di investimento sia per gli imprese italiane che per quelle tunisine. Ci sarà anche un altro workshop a Fiuggi per approfondire la conoscenza dell’ambiente imprenditoriale in Tunisia e delle opportunità d’investimento. D’altronde abbiamo scoperto che ci sono tanti settori in cui si può intensificare gli scambi come l’agroalimentare, il tessile ed il settore chimico-farmaceutico.

D. Durante i suoi incontri con i responsabili imprenditoriali tunisini ed italiani nel corso della sua visita a Tunisi si è parlato della creazione di uno sportello della Regione Lazio in Tunisia. Perché uno sportello visto che già esiste l’agenzia “Sviluppo Lazio?”

R. L’ “Agenzia Sviluppo Lazio”, che esiste da anni in Tunisia, si è spesso concentrata sui progetti nella Regione di Ben Arous, regione industriale. Noi vogliamo costruire uno sportello qui per coprire tutto il Paese. Per questo lanceremo un bando di gara e lo sportello beneficerà di un finanziamento comunitario di 5.22 M euro per promuovere l’internazionalizzazione delle PMI italiane. Inoltre si lancerà anche un bando di gara per aprire un altro sportello in Marocco.

D. Quale è il ruolo che possono avere le banche della Regione Lazio in questo progetto ?

R. Si cerca di approfondire il rapporto della società “Sviluppo Lazio” con le banche in modo da coinvolgerle di più nell’offrire degli strumenti di sopporto alle PME italiane, cioè aprire nuove linee di credito.

D.     Per quanto riguarda la Regione di Ben Arous,  che lei ha visitato in questi giorni, sono previsti nuovi progetti ?

R. Durante la mia visita c’è stata la conferma del protocollo d’intesa ancora per altri tre anni. Avevamo già firmato un protocollo tre anni fa che ha dato frutti positivi. Ci si è interessati prima della formazione e del settore dell’artigianato e adesso vogliamo estenderlo ad altri campi come l’agroalimentare, il commercio, il trattamento dei rifiuti, la consulenza aziendale, ecc.

 

H. Z. 

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 622 - Firmato un accordo di cooperazione tuniso-italiana nel campo sociale 
 :: 621 - A colloquio con il ministro Tijani Haddad 
 :: 621 - Firmato un accordo di cooperazione tra Italia e Tunisia nel settore del Turismo 
 :: 620 - ASSOCIAZIONE DEGLI IMPRENDITORI ITALIANI IN TUNISIA (IMIT) 
 :: 619 - Quattro siti da non perdere per gli Italiani in Tunisia 
 :: 618 - La conferenza stampa del "Premier" 
 :: 618 - Visita lampo di Silvio Berlusconi. Apprezzamenti dell'Italia per l'opera del Presidente Ben Ali  
 :: 617 - DALLA C.A.I.T. (CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE IN TUNISIA) 
 :: 617 - PARTICIPAZIONE UFFICIALE ITALIANA AL VERTICE MONDIALE SULLA SOCIETA’ DELL’INFORMAZIONE (TUNISI 16 - 19 Novembre 2005) 
 :: 616 - «Orientamento alla Scuola Italiana di Tunisi» 
 :: 613 - Gli Incontri Dell'A.I.A.T. con l’Ambasciatore di Tunisia a Roma 
 :: 612 - SESTA edizione DELLA SERATA DI GALA DELL’AIAT (Associazione Italiana Amici della Tunisia) 
 :: 612 - A TUNISI : CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER DOCENTI ITALIANI DI ARABO 
 :: 611 - Lazio-Tunisia : un modello di sviluppo per il Mediterraneo 
 :: 610 - Cooperazione tuniso-italiana: Avvio di una Ludoteca nella regione di Kasserine 
 :: 607 - ANNIVERSARIO DELL'INDIPENDENZA DELLA TUNISIA A ROMA 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml