Il Corriere di Tunisi 
35 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Collettività
 686 - COOPERAZIONE ITALIANA IN TUNISIA

 

Iniziamo da questo numero una nuova rubrica dedicata alla Cooperazione Italiana in Tunisia. Ospiteremo di volta in volta notizie sui progetti appena conclusi o in cantiere. Ci auguriamo che la rubrica possa avere lunga vita e che diventi uno strumento utile ed efficace per promuovere la cooperazione fra i nostri due paesi.

 

 

S. E. l’Ambasciatore  d’Italia in Tunisia, Antonio D’Andria, il Ministro dell’Agricoltura e delle Risorse idriche,  Mansour, Abdessalem, il Segretario di Stato presso il Ministero dell’Agricoltura e della Pesca, Abderrazak Daaloul, il Rappresentante incaricato dell’Ufficio regionale della FAO, Aomar Eit Aimer Meziana e il Direttore Generale dell’Agence des Ports et des des Pêches (APIP), Mohamed Nadhif

 

 

CERIMONIA DI CHIUSURA DEL PROGETTO “ MANUTENZIONE DEGLI

IMPIANTI FRIGORIFERI NEI PORTI DI PESCA”

 

Il 20 maggio 2009 si è svolta la Cerimonia di del Progetto chiusura “Manutenzione degli Impianti  nei Porti frigoriferi di Pesca” alla quale ha preso parte Sua Eccellenza d’Italia l’Ambasciatore  in Tunisia, Antonio D’Andria. La cerimonia, aperta del Ministro tunisino e dell’Agricoltura delle Risorse idriche,  Mansour, Abdessalem alla presenza anche del Segretario di Stato presso il Ministero dell’Agricoltura della Pesca, Abderrazak Daaloul, del Rappresentante incaricato dell’Ufficio regionale della FAO, Aomar Eit Aimer Meziana e del Direttore Generale dell’Agence des Ports et des des Pêches (APIP), Mohamed Nadhif, ha offerto l’occasione  per esprimere reciproca gratitudine per un lavoro finalizzato alla realizzazione delle attività che ha visto impegnate in maniera sinergica le diverse Istituzioni e ha permesso di fare il punto sui risultati raggiunti dall’iniziativa che hanno determinato un rafforzamento delle capacità tecniche e gestionali dell’APIP, istituzione governativa tunisina responsabile dei porti di pesca e beneficiaria del Progetto.

L’intervento di cooperazione, finanziato dal Governo italiano (Cooperazione Italiana) per un valore complessivo di 1.509.000 Euro, è iniziato nel luglio 2004 con la firma del Protocollo d’Intesa che ha dato vita all’Unità di Coordinamento responsabile dell’insieme delle attività, la cui realizzazione è stata affidata in parte direttamente alla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) - Ministero degli Affari Esteri ed in parte alla FAO, tramite il Protocollo d’Accordo firmato il 19 agosto 2002. L’Unità di Coordinamento era composta da tre membri rappresentanti la DGCS, la FAO e l’APIP  con il compito di facilitare il rapporto armonico tra le esigenze operative e amministrative proprie a ciascuna Istituzione e di consentire il regolare svolgimento delle attività secondo delle tempistiche condivise. Le diverse attività, strettamente correlate fra loro e continuamente adeguate alla realtà di terreno, avevano lo scopo finale di potenziare l’APIP, da una parte, con degli strumenti operativi e gestionali volti a garantire una più efficiente ed efficace manutenzione straordinaria e ordinaria degli impianti di refrigerazione e di produzione del ghiaccio ubicati all’interno delle strutture portuali  tunisine dislocate lungo tutta la costa del

Paese, e dall’altra, con delle installazioni frigorifere  maggiormente affidabili in grado di soddisfare la domanda dei pescatori e degli operatori  di settore, in maniera d’assicurare cosi’ una migliore qualità dei servizi offerti con ricaduta diretta sulla conservazione del pescato conforme ai requisiti richiesti dal mercato nazionale, ma soprattutto internazionale.

Tutto cio’ per contribuire a raggiungere i seguenti obiettivi generali:

- migliorare le strutture e le condizioni operative delle attività legate alla catena del freddo nella filiera della pesca in Tunisia;

- incrementare la valenza economica del settore della pesca per intervenire in maniera sostanziale nell’economia del Paese;

- migliorare le infrastrutture all’interno dei Porti di Pesca a garanzia della qualità nella filiera dei prodotti della pesca, con conseguente miglioramento dei rapporti commerciali del Paese con l’esterno, e in particolare con l’Unione Europea;

- valorizzare il settore nel suo insieme e soprattutto la pesca artigianale per il mercato interno e per il turismo.

L’iniziativa ha fornito una sistematica e attenta Assistenza Tecnica da parte di esperti resi disponibili sia dalla DGCS che dalla FAO e si è avvalsa della collaborazione di Enti e Società tunisini specializzati nel campo della formazione per la riqualificazione dei Quadri dirigenti e del personale tecnico dell’APIP  i quali hanno avuto rilevanza nelle varie fasi operative e che ora devono fornire un appropriato contributo professionale per consolidare e ampliare quanto realizzato.

Per comprendere comunque un progetto è necessario tenere sempre presente che è un processo in continuo divenire e che le scelte ultime sono la risultante di una molteplice serie di combinazioni che puo’ discostarsi dalle indicazioni originarie contenute nel Documento di Progetto che è servito come base per ottenere il finanziamento. Il mutare ricorrente delle situazioni in un rapporto dinamico progetto- realtà e la riflessione costante e la reazione pertinente per poter superare le problematiche puntuali che si presentano regolarmente in un contesto operativo fanno si’ che il disegno progettuale iniziale subisca, delle variazioni, a volte anche dilatando i tempi d’intervento e modificando le linee di budget. Cio’ è quanto avvenuto in questo Progetto e le attività sono state riorganizzate secondo una logica che potesse rispondere in maniera più attinente alla fisionomia attuale dell’APIP e adattarsi alle più ridotte disponibilità  finanziarie. E’ evidente, tuttavia, che tutte le operazioni realizzate sono solo una parte di un percorso che l’APIP deve affrontare per rivedere e cambiare in maniera sistematica l’attuale approccio; approccio che non prevede la manutenzione preventiva e non garantisce una manutenzione correttiva rigorosa e veloce delle sue attrezzature, le quali hanno in media tra i 10 e i 20 anni di vita e sono distribuite su 41 porti di pesca su un litorale di 1.300 Km. La strategia d’investimento dell’APIP deve insistere, infatti, verso una manutenzione affidabile per evitare, per quanto possibile, nuovi acquisti, giudicati inopportuni vista anche la congiuntura vissuta al momento dall’intero settore della pesca, e per ridurre i costi di funzionamento delle singole attrezzature e allungare la loro durata, contribuendo a migliorare la qualità delle prestazioni dei servizi portuari resi.

 

Rossella Belli

Coordinatore dell’Unità di Coordinamento e Capo Progetto

Maurizio Bonavia

Direttore dell’Ufficio di Cooperazione

 

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 815 - Avvenimento Lionistico italo-tunisino 
 :: 809 - DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2017 
 :: 807 - QUANDO NELLA TERRA DI DIDONE LA ZOOTERAPIA PARLA ITALIANO 
 :: 802 - VISITA ISTITUZIONALE A TUNISI DEL SINDACO DI FIRENZE DARIO NARDELLA 
 :: 800 - I 60 anni del Corriere 
 :: 798 - 1956-2016: IL CORRIERE DI TUNISI COMPIE 60 ANNI 
 :: 798 - FILO DIRETTO TRA ITALIA E TUNISIA  
 :: 797 - La Cooperazione italiana in Tunisia: progetti e iniziative ad ampio spettro 
 :: 789 - PATRIMONI CONDIVISI 
 :: 788 - MOSTRA FOTOGRAFICA DI LUIGI SORRENTINO 
 :: 787 - DIRITTO E CULTURA IN TRANSIZIONE: IL FESTIVAL MEDITERRANEO DELLA LAICITÀ A TUNISI. 
 :: 786 - Visioni mediterranee 
 :: 786 - IL MINISTRO GENTILONI IN TUNISIA 
 :: 785 - SGUARDI INCROCIATI A TUNISI, RESET E LA SFIDA DEL DIALOGO 
 :: 781 - ELEZIONI PER IL RINNOVO DEI COMITATI DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO - COMITES 
 :: 780 - UNO SVE TRA LE DUE SPONDE DEL MEDITERRANEO 
 :: 778 - IL MINISTRO GUIDI IN TUNISIA 
 :: 777 - Un momento di confronto tra costituzionalisti italiani e tunisini sulla nuova Costituzione 
 :: 776 - “RAPPRESENTANZA E PROPOSTA POLITICA: LE IDEE DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO” 
 :: 776 - “La rivolta dei Dittatoriati” 
 :: 775 - IL PRESIDENTE GRASSO A TUNISI 
 :: 774 - QUESTIONI DI DEMOCRAZIA. TUNISIA E ITALIA: UNA SFIDA CONDIVISA? 
 :: 773 - Benvenuto all’Ambasciatore Raimondo DE CARDONA 
 :: 770 - MESSAGGIO DI SALUTO DELL’AMBASCIATORE DE CARDONA  
 :: 769 - L’AMBASCIATORE BENASSI SALUTA LA COLLETTIVITÀ ITALIANA DI TUNISIA 
 :: 767 - UNA GIORNATA PARTICOLARE 
 :: 766 - "La Tunisia vista con gli occhi di uno straniero" 
 :: 764 - “L’Europa e la democrazia” 
 :: 763 - DISCRIMINAZIONE SCOLASTICA IN TUNISIA 
 :: 762 - I CONSIGLI DELL’AVVOCATO 
 :: 760 - TRA RICORDI DI INTIMITA’ FAMILIARE E DI EROISMO POLITICO 
 :: 759 - MESSAGGIO DELL’AMBASCIATORE D’ITALIA PIETRO BENASSI  
 :: 759 - IL PRESIDENTE GIORGIO NAPOLITANO A TUNISI 
 :: 756 - VISITA DEL PRIMO MINISTRO TUNISINO HAMADI JEBALI A ROMA 
 :: 755 - PIER LUIGI BERSANI A TUNISI 
 :: 755 - IL MINISTRO RICCARDI IN TUNISIA 
 :: 754 - UNA T-SHART PER LA RIVOLUZIONE DEI GELSOMINI 
 :: 754 - INTERVISTA AL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI, GIULIO TERZI DI SANT’AGATA 
 :: 753 - I CONSIGLI DELL’AVVOCATO 
 :: 752 - MESSAGGIO DI AUGURI DELL'AMBASCIATORE D'ITALIA 
 :: 744-747 - In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia ricordiamo: 
 :: 718 - LA NUOVA VITA DELLA TUNISIA 
 :: 716 - Intervento dell'Ambasciatore d'Italia in Tunisia 
 :: 716 - REMEMBER 
 :: 716 - Lettera di un invidioso ai giovani tunisini 
 :: 714 - XII EDIZIONE DEL BAZAR DIPLOMATICO 
 :: 714 - BABBO NATALE AL CIRCOLO ITALIANO DI TUNISI 
 :: 713 - GLI AUGURI DEL PRESIDENTE DEL CIRCOLO ITALIANO 
 :: 713 - GLI AUGURI PER NATALE E L’ANNO NUOVO DI S.E. PIETRO BENASSI AGLI ITALIANI DI TUNISIA 
 :: 712 - STEFANIA CRAXI A TUNISI 
 :: 711 - IL CONTRAMMIRAGLIO NICOLA DE FELICE LASCIA LA TUNISIA  
 :: 708 - 36° FESTIVAL DEL MEDITERRANEO DE “LA GOULETTE” 
 :: 707 - I 100 ANNI DI UN’ITALOTUNISINA 
 :: 707 - GIANFRANCO FINI IN VISITA A TUNISI 
 :: 706 - L’IMMAGINE DELL’ITALIA 
 :: 704 - TUORO SUL TRASIMENO A LAMTA 
 :: 704 - RADUNO DEGLI ITALIANI DI TUNISIA [2] 
 :: 704 - RADUNO DEGLI ITALIANI DI TUNISIA [1] 
 :: 704 - LA FESTA DELLA REPUBBLICA ALLA CHARMEUSE 
 :: 703 - IL MINISTRO RONCHI A TUNISI 
 :: 702 - ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA TUNISI 
 :: 702 - IL MINISTRO FRATTINI A TUNISI PER IL DIALOGO 5+5 
 :: 701 - ITALIA E TUNISIA « DILECTAE SUNT » 
 :: 700 - I PRIMI CENTO GIORNI IN TUNISIA DELL’AMBASCIATORE PIETRO BENASSI 
 :: 699 - SAPORI DI CASA NOSTRA 
 :: 698 - FESTA DI CARNEVALE AL CIRCOLO ITALIANO 
 :: 698 - I MARINAI DELLA "SCIROCCO" A TAKROUNA 
 :: 697 - L’EREDITÀ DI CRAXI 
 :: 697 - LA VISITA DI FRATTINI IN TUNISIA 
 :: 696 - MESSAGGIO DELLA DIRETTRICE DELL’ICE TUNISI 
 :: 695 - IL NUOVO AMBASCIATORE D’ITALIA IN TUNISIA S. E. PIETRO BENASSI 
 :: 695 - LE ATTIVITÀ IN TUNISIA DEL PROGETTO ACTION VERTE  
 :: 694 - GLI AUGURI PER NATALE E L’ANNO NUOVO DI S.E. PIETRO BENASSI AGLI ITALIANI DI TUNISIA 
 :: 694 - MESSAGGIO DI SALUTO DELL’AMBASCIATORE D’ANDRIA 
 :: 693 - FESTA DELL’ALBERO 2009 
 :: 692 - UN PONTE TRA L’ITALIA E LA TUNISIA 
 :: 691 - 500 Expedition Team - Tunisia 2009 
 :: 690 - COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO E ACQUACULTURA 
 :: 687 - UN VENTO ITALIANO SPINGE L’AMERIGO VESPUCCI IN TUNISIA 
 :: 686 - COOPERAZIONE ITALIANA IN TUNISIA 
 :: 686 - 2 GIUGNO ALLA “CHARMEUSE” 
 :: 684 - SCORCI E MEMORIE DELLA TUNISIA 
 :: 684 - IL MINISTRO FRATTINI A TUNISI 
 :: 683 - 12esima Conferenza dei Lions del Mediterraneo ed Osservatorio della Solidarietà Mediterranea 
 :: 682 - ANNIVERSARIO DELL’INDIPENDENZA DELLA TUNISIA 
 :: 679 - INTERVISTA ALL’AMBASCIATORE 
 :: 677 - ITALIANI DI TUNISI FAMOSI A ROMA 
 :: 676 - MESSAGGIO AUGURALE DELL’AMBASCIATORE D’ITALIA  
 :: 675 - FESTEGGIAMENTO A ROMA per il 21° del 7/11/1987 
 :: 674 - VISITA DELL’ONOREVOLE URSO 
 :: 673 - X COMMISSIONE MILITARE MISTA 
 :: 670 - A.I.A.T. 
 :: 670 - Esperienze estive degli studenti italiani 
 :: 668 - IL SOTTOSEGRETARIO AGLI ESTERI, CON DELEGA PER IL NORD AFRICA ED IL MEDIORIENTE, STEFANIA CRAXI A TUNISI 
 :: 667 - INTERVISTA A FRANCO NIGRO, PRESIDENTE DEL CIRCOLO ITALIANO 
 :: 666 - COSTITUZIONE DI UN "GRUPPO DEGLI IMPRENDITORI ITALIANI OPERANTI SUL TERRITORIO TUNISINO" 
 :: 665 - INTERVISTA AL DOTT. EMANUELE MINARDO, PRESIDE DELLA SCUOLA ITALIANA DI TUNISI 
 :: 664 - IMPORTANTE CONVEGNO A ROMA 
 :: 663 - Intervista al Dott. Alessio Lattuca, Direttore di Confimpresa Euromed 
 :: 662 - A colloquio con la dott.ssa Veneziani 
 :: 662 - I 52 anni del Corriere di Tunisi 
 :: 661 - Primo Forum degli Addetti Militari italiani del Nord Africa 
 :: 660 - INTERVISTA ALL’AMBASCIATORE D’ITALIA ANTONIO D’ANDRIA 
 :: 659 - LUCIA VALENZI A TUNISI 
 :: 655 - CONVEGNO DELL’ASSOCIAZIONE DI AMICIZIA ITALIA-TUNISIA IN OCCASIONE DEL 7 NOVEMBRE 
 :: 655 - CAMBIO DELL’AMBASCIATORE ITALIANO IN TUNISIA 
 :: 657 - MESSAGGIO DELL'AMBASCIATORE D'ITALIA ANTONIO D'ANDRIA 
 :: 658 - GLI AUGURI DELL’AIAT AL NUOVO AMBASCIATORE DELLA TUNISIA IN ITALIA 
 :: 658 - Silvano Ilardo, un profugo italiano della Tunisia racconta... 
 :: 654 - IL MINISTRO D’ALEMA IN TUNISIA PER IL LAVORI DELLA VI° COMMISSIONE MISTA ITALO-TUNISINA 
 :: 653 - TUNISI 24-25 OTTOBRE : VI SESSIONE DELLA GRANDE COMMISSIONE MISTA ITALO-TUNISINA  
 :: 649 - LA MISSIONE IN TUNISIA DELL’ ON. FEDI 
 :: 648 - MARCO FEDI ELETTO AL PARLAMENTO ITALIANO PER LA RIPARTIZIONE AFRICA, ASIA E OCEANIA IN TUNISIA DAL 28 GIUGNO AL I LUGLIO 
 :: 648 - FESTA DEL 2 GIUGNO 
 :: 644 - L’AIAT GIUNGE AL SUO QUINQUENNIO 
 :: 639 - MOSTRA DEI PRESEPI A TUNISI - LA TRADIZIONE CONTINUA 
 :: 639 - L’ON. CASSOLA (VERDI) IN VISITA ALL’EDITRICE FINZI 
 :: 638 - Gli Auguri per Natale e l'Anno Nuovo di S.E. Arturo Olivieri agli Italiani di Tunisia 
 :: 634 - Discorso del Papa: una offesa all’Islam o un invito al dialogo tra le religioni? 
 :: 633 - Rinnovo dell’accordo di collaborazione RAI-ONT 
 :: 630 - Gemellaggio tra Lions Club Tunis Doyen e Taormina 
 :: 627 - Lettere al Direttore 
 :: 625 – Immagini dalla presentazione del Nuovo Corriere di Tunisi 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml