Il Corriere di Tunisi 
28 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Economia
 681 - INTERVISTA A NANDO LOMBARDI

 

La società Trasporti Germanetti, nata a Bra (Cuneo) nel 1927 in breve tempo si è affermata e consolidata in Piemonte e in Italia.

Negli anni ’30, nel periodo coloniale, il Nord Africa inizia ad essere raggiunto dalle bisarche e dagli automezzi dando vita a quella che sarà la migliore tradizione Germanetti: il sevizio.

Nel 1958 è costituita la Germanetti Trasporti che con i propri servizi ha aiutato le aziende a portare il proprio nome al di là dei confini nazionali. Il servizio giornaliero in tutto il nord’Italia anticipa quello che attualmente è la gestione delle spedizioni ”just in time”.

Nel ’70 la società inaugura il servizio regolare con la Grecia, l’Albania e l’Egitto.  Nel 1975 invece inizia il trasporto verso Tunisia e Marocco, in seguito all’apertura di stabilimenti all’estero del cliente storico della società, Miroglio.

Negli anni 90 si sviluppano le linee con l’Europa dell’est, Turchia e repubbliche Sovietiche.

Il 2000 segna la grande svolta dell’azienda: in questo periodo sono rinnovate e trasformate tutte le strutture operative, viene ampliata la sede e vengono aperte nuove filiali a Casablanca, Tunisi, Parigi, Rotterdam e Barcellona.

In questo momento la società, dopo 80 anni di attività, e con 8 filiali in Europa, Marocco, Tunisia e Libia, è considerata dalla prestigiosa clientela tra le più valide e qualificate del settore. L’ampio parco mezzi composto da oltre 100 trattori e 780 semirimorchi di proprietà permette di soddisfare qualsiasi esigenza.

In vari paesi la società è presente con proprio ufficio e piattaforma logistica e dogana interna, ed inoltre ha la possibilità di sdoganamento in libera pratica, con rappresentanza fiscale.

Presenti, con servizi giornalieri courier per il carico e lo scarico merci con possibilità di ritiri e consegne in tutti i distretti in Francia, Inghilterra, Spagna, Germania, Europa dell’Est, Tunisia e Marocco.

Per quanto riguarda la Tunisia, l’attività si aggira sui 1000 rimorchi al mese tra import ed export, il lavoro avviene in tempo reale, poiché tutta l’attività è improntata sulla velocità. Si lavora 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 per offrire ai clienti il miglior servizio possibile.

Nel corso del 2008 è stata aperta la nuova sede logistica di Rades: 15000 mq di area protetta in prossimità del porto di Rades e del ponte che collegherà Tunisi nord con le autostrade dirette al sud; 3000mq di magazzini coperti e 500 mq di uffici che consentono alla filiale un incremento nella qualità dei servizi offerti. A Ben Arous, sotto la guida di un responsabile italiano e manodopera locale, la società si è dotata di un’officina meccanica, con attività di carrozzeria e verniciatura per offrire al cliente un servizio ottimale.

Nel corso dell’intervista, dopo una presentazione della società abbiamo chiesto al Sig. Lombardi quali sono i rapporti con le istituzioni locali, ed  il Lombardi ha risposto dicendoci che sia con la dogana che con la polizia questi sono davvero ottimi, tanto che oltre ai 2 doganieri sempre presenti negli uffici di Rades, 4 sono le torrette di controllo della polizia che assicurano il sicuro svolgimento del lavoro.

Ci ha inoltre spiegato che tutta la documentazione inerente il transito delle merci viene espletata in sede in tempo reale al fine di velocizzare al massimo le rese delle merci.

Sulla stessa scia sono poi i rapporti con le Compagnie marittime le quali ci assicurano disponibilità garantita per quanto concerne gli imbarchi dei semirimorchi.

Per quanto riguarda invece i progetti futuri della Germanetti Trasporti,dal prossimo mese di giugno sarà operativa un’unità logistica a Fouchana di circa 6000 mq per operazioni di magazzinaggio e spedizioni dirette in tutta Europa ed un considerevole investimento sui mezzi frigoriferi per trasporto merce deperibile.

Riferendoci alle altre sedi, la pressante richiesta della clientela ha accelerato l’apertura della filiale di Tripoli, unica struttura servita da partenze trisettimanali in groupage dalla filiale di Milano e giornaliere per semirimorchi completi da tutta l’Europa, con proprio magazzino doganale, il tutto semplificato anche dalla nuova linea marittima Genova-Tripoli.

Dal 1° gennaio è operativa anche la nuova sede di Valletta  (Malta).

 

Mafalda Posco

 

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 815 - Intervista 
 :: 811 - La doppia strada dello sviluppo 
 :: 805 - Comprare una casa al costo di un caffé? Ora si può, grazie all’Amenity Migration.  
 :: 802 - FRODI FINANZIARIE ONLINE 
 :: 788 - Prostituzione in Tunisia. 
 :: 785 - I Consigli dell’avvocato 
 :: 781 - I Consigli dell’Avvocato 
 :: 780 - UE E TUNISIA SIGLANO UN NUOVO ACCORDO 
 :: 779 - Il Marocco è un Paese investment friendly? 
 :: 775 - LINEE GUIDA PER L’ACQUISTO IMMOBILIARE IN ITALIA DA PARTE DI UNO STRANIERO 
 :: 774 - TRASFERIMENTO DI PENSIONI ex INPDAP IN TUNISIA, CHIARIMENTI E LINEE GUIDA. 
 :: 762 - CTICI 
 :: 749 - GARANTIRE L’OPERATIVITA’ DELL’ICE PER TUTTO IL 2011 
 :: 681 - INTERVISTA A NANDO LOMBARDI 
 :: 678 - INTERVISTA A ISNARDO CARTA 
 :: 675 - VENTICINQUESIMO ANNIVERSARIO DI TRANSMED 
 :: 673 - OASI DI CHENINI, GABÈS 
 :: 673 - LA CRISI FINANZIARIA INTERNAZIONALE E LA TUNISIA 
 :: 672 - FIRMATO UN PROTOCOLLO DI ACCORDO 
 :: 670 - LA SCONFITTA DELLA GLOBALIZZAZIONE 
 :: 657 - TUNISIA: UN’ECONOMIA SEMPRE PIU’ APERTA  
 :: 649 - INCONTRO CON IL MINISTRO BERSANI 
 :: 646 - Alla Mostra-Mercato SCRIGNO TESORI-D’ITALIA 
 :: 640 - Forum Italia-Tunisia all’Hotel Sheraton Tunisi, 21-23 gennaio 2007 
 :: 639 - La Regione Marche e la Tunisia insieme per un partenariato solido e fruttuoso 
 :: 636 - CTICI 
 :: 632 - L’integrazione economica e produttiva tra Italia e Mediterraneo 
 :: 631 - Le attività dell’UPI in Tunisia nel settore agroalimentare 
 :: 630 - Salone del Tessile e dell’Abbigliamento TEXMED 2006 - Tunisi, 14-16 giugno 2006 
 :: 625 - Firmato un accordo di cooperazione tra Banca Nuova e BIAT per il sostegno degli immigrati tunisini in Sicilia 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml