Il Corriere di Tunisi 
37 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Collettività
 676 - MESSAGGIO AUGURALE DELL’AMBASCIATORE D’ITALIA

 

Caro Direttore,

per il secondo anno ho il privilegio di poter utilizzare le colonne del Suo bel giornale per rivolgere un caloroso augurio per le Festività di fine d’anno e per un sereno Anno 2009 a tutti i connazionali che qui vivono.

Il 2008 e’ stato un anno difficile in tutto il mondo. L’aumento dei prezzi del petrolio e dei prodotti agricoli di base ha creato dappertutto  tensioni inflazionistiche che hanno toccato anche questo Paese, ma lo scenario e’ radicalmente cambiato con l’esplosione di una crisi finanziaria  che per le sue dimensioni trova precedenti solo nella grande crisi del 1929. Tutti i Paesi sviluppati sono da qualche mese in recessione e le previsioni per il 2009 concordano sul prolungamento della fase recessiva per l’intero 2009. Possiamo comunque essere fiduciosi che i Governi, facendo tesoro delle esperienze del passato, siano in grado di adottare misure di intervento capaci di evitare  che la recessione si traformi in una nuova Grande Depressione. Tra i Paesi emergenti, la Tunisia ha mostrato di sapere resistere bene alle pressioni inflazionistiche dei mesi scorsi e sembra ora in grado di contenere l’impatto della recessione mondiale  sullo sviluppo  economico del Paese per il 2009. Molti sono i segnali che ci inducono a ben sperare per quanto riguarda il processo di crescita economica di questo Paese e l’ulteriore sviluppo delle relazioni industriali e commerciali tra l’Italia e la Tunisia.  Nel corso dell’anno le imprese italiane qui stabilmente operanti sono aumentate da 653 a 680, secondo i dati ufficiali di fonte tunisina: forse sono ancor più numerose. E per tutto l’anno e’ continuato ininterrotto il flusso di imprenditori italiani piccoli, medi e grandi  che sono venuti ad esplorare le opportunità di investimento in questo Paese, con l’idea spesso di trasferire qui attività produttive attualmente localizzate in altri Paesi, asiatici o dell’Europa orientale. La fase recessiva mondiale, insomma, impone alle imprese uno sforzo ancora maggiore  per restare competitive, e ciò spingerà molti a fare maggior ricorso alle opportunità ed ai vantaggi offerti dall’insediamento produttivo in questo Paese, bilanciando così il calo  delle commesse che potrà congiunturalmente interessare talune delle imprese già qui installate. Anche quest’anno il forte tessuto delle relazioni industriali tra l’Italia e la Tunisia ha ricevuto sostegno ed incoraggiamento attraverso la fitta rete  di rapporti istituzionali   a livello governativo e tecnico. Il vostro giornale ha riferito ampiamente sugli incontri che hanno avuto luogo quest’anno, dopo la pausa determinata delle  Elezioni politiche in Italia. Voglio qui ricordare, in particolare, la visita del Ministro Scajola, che e’ valsa a dare definitivo impulso al grande progetto di interconnessione elettrica tra la Tunisia e la Sicilia,  quelle del Sottosegretario di Stato Urso e Castelli a Tunisi e quelle del Ministro della Difesa tunisino Morjane e del Ministro dei Trasporti Zouari in Italia.  Ma soprattutto  le ripetute visite del Sottosegretario Stefania Craxi, che ha anche ricevuto a Roma la sua omologa, Saida Chtioui: abbiamo la certezza che lo sviluppo dei rapporti tra Italia e Tunisia potrà contare sul personale impulso di un Sottosegretario che ama profondamente questo Paese. Le relazioni bilaterali sono state animate durante tutto l’anno da un’intensa attività culturale e di cooperazione universitaria e scientifica,  della quale voglio rendere merito alla Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura, Fulvia Veneziani ed alla Addetta Scientifica, Caterina Veglione. Anche attraverso il loro impegno, che si affianca alla forte azione delle nostre Imprese  e delle Istituzioni che rappresentano  la collettività italiana, possiamo essere tutti orgogliosi di constatare che l’Italia e’  sempre più attiva  e presente in tutti i campi della vita economica, culturale e sociale  di questo Paese. L’imprevista tornata elettorale di questa primavera ha dato l’occasione alla nostra comunità di dimostrare il suo impegno ed il suo attaccamento al nostro Paese: la percentuale di connazionali che hanno qui partecipato al voto é risultata fra le più alte dell’intera  Circoscrizione Estera, nonostante l’elevato numero di elettori che non e’ stato purtroppo possibile raggiungere,  spesso per cambiamenti di indirizzo non comunicati all’Ambasciata. Colgo l’occasione  per  ricordare  che é nell’interesse  di tutti,  connazionali ed Istituzioni, iscriversi all’Anagrafe degli Italiani all’estero, come previsto dalla normativa vigente, e comunicare ogni utile variazione. Il 2009 potrebbe essere l’anno per avere di nuovo qui a Tunisi un COM.IT.ES elettivo: stiamo monitorando attentamente il numero degli Iscritti all’Anagrafe consolare, che continua a oscillare intorno alla cifra fatidica di 3000 che costituisce il minimo richiesto dalla legge. Sappiamo bene che sono ancora molti gli italiani, in particolare gli operatori economici che vivono ormai stabilmente in Tunisia, che esitano a stabilire formalmente la propria residenza qui, spesso per timore  di perdere l’assistenza sanitaria. Vorrei rassicurarli: il Servizio Sanitario Nazionale garantisce piena  copertura anche ai residenti all’estero e la nostra Cancelleria Consolare é pienamente disponibile a fornire ogni chiarimento. Consentitemi di aggiungere qualche riflessione sulla vita di questa nostra Comunità. Abbiamo ereditato dalla storia della nostra presenza in Tunisia  un patrimonio di Istituzioni  dal passato glorioso: dalla S.I.A alla Dante Alighieri, dal Circolo Italiano alla Scuola  ed alla Camera di Commercio, senza dimenticare la Società Sportiva Aurora. Sono Istituzioni  che possono continuare a svolgere il loro prezioso ruolo solo se la comunità  ne coglie il valore e si sente impegnata a sostenerne le attività. Ho potuto notare, in questo mio primo anno di Missione a Tunisi, un crescente interesse anche tra i “nuovi venuti” – spesso poco inclini all’inizio a fare vita associativa - per forme di aggregazione  che aiutino a vivere in modo più solidale in Tunisia.  Il mio invito ed il mio augurio é che sempre più i nostri connazionali avvertano l’esigenza di partecipare  alla vita della collettività  attraverso le sue Istituzioni, rafforzandole e sostenendole. 

Antonio d’Andria

 

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 815 - Avvenimento Lionistico italo-tunisino 
 :: 809 - DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2017 
 :: 807 - QUANDO NELLA TERRA DI DIDONE LA ZOOTERAPIA PARLA ITALIANO 
 :: 802 - VISITA ISTITUZIONALE A TUNISI DEL SINDACO DI FIRENZE DARIO NARDELLA 
 :: 800 - I 60 anni del Corriere 
 :: 798 - 1956-2016: IL CORRIERE DI TUNISI COMPIE 60 ANNI 
 :: 798 - FILO DIRETTO TRA ITALIA E TUNISIA  
 :: 797 - La Cooperazione italiana in Tunisia: progetti e iniziative ad ampio spettro 
 :: 789 - PATRIMONI CONDIVISI 
 :: 788 - MOSTRA FOTOGRAFICA DI LUIGI SORRENTINO 
 :: 787 - DIRITTO E CULTURA IN TRANSIZIONE: IL FESTIVAL MEDITERRANEO DELLA LAICITÀ A TUNISI. 
 :: 786 - Visioni mediterranee 
 :: 786 - IL MINISTRO GENTILONI IN TUNISIA 
 :: 785 - SGUARDI INCROCIATI A TUNISI, RESET E LA SFIDA DEL DIALOGO 
 :: 781 - ELEZIONI PER IL RINNOVO DEI COMITATI DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO - COMITES 
 :: 780 - UNO SVE TRA LE DUE SPONDE DEL MEDITERRANEO 
 :: 778 - IL MINISTRO GUIDI IN TUNISIA 
 :: 777 - Un momento di confronto tra costituzionalisti italiani e tunisini sulla nuova Costituzione 
 :: 776 - “RAPPRESENTANZA E PROPOSTA POLITICA: LE IDEE DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO” 
 :: 776 - “La rivolta dei Dittatoriati” 
 :: 775 - IL PRESIDENTE GRASSO A TUNISI 
 :: 774 - QUESTIONI DI DEMOCRAZIA. TUNISIA E ITALIA: UNA SFIDA CONDIVISA? 
 :: 773 - Benvenuto all’Ambasciatore Raimondo DE CARDONA 
 :: 770 - MESSAGGIO DI SALUTO DELL’AMBASCIATORE DE CARDONA  
 :: 769 - L’AMBASCIATORE BENASSI SALUTA LA COLLETTIVITÀ ITALIANA DI TUNISIA 
 :: 767 - UNA GIORNATA PARTICOLARE 
 :: 766 - "La Tunisia vista con gli occhi di uno straniero" 
 :: 764 - “L’Europa e la democrazia” 
 :: 763 - DISCRIMINAZIONE SCOLASTICA IN TUNISIA 
 :: 762 - I CONSIGLI DELL’AVVOCATO 
 :: 760 - TRA RICORDI DI INTIMITA’ FAMILIARE E DI EROISMO POLITICO 
 :: 759 - MESSAGGIO DELL’AMBASCIATORE D’ITALIA PIETRO BENASSI  
 :: 759 - IL PRESIDENTE GIORGIO NAPOLITANO A TUNISI 
 :: 756 - VISITA DEL PRIMO MINISTRO TUNISINO HAMADI JEBALI A ROMA 
 :: 755 - PIER LUIGI BERSANI A TUNISI 
 :: 755 - IL MINISTRO RICCARDI IN TUNISIA 
 :: 754 - UNA T-SHART PER LA RIVOLUZIONE DEI GELSOMINI 
 :: 754 - INTERVISTA AL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI, GIULIO TERZI DI SANT’AGATA 
 :: 753 - I CONSIGLI DELL’AVVOCATO 
 :: 752 - MESSAGGIO DI AUGURI DELL'AMBASCIATORE D'ITALIA 
 :: 744-747 - In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia ricordiamo: 
 :: 718 - LA NUOVA VITA DELLA TUNISIA 
 :: 716 - Intervento dell'Ambasciatore d'Italia in Tunisia 
 :: 716 - REMEMBER 
 :: 716 - Lettera di un invidioso ai giovani tunisini 
 :: 714 - XII EDIZIONE DEL BAZAR DIPLOMATICO 
 :: 714 - BABBO NATALE AL CIRCOLO ITALIANO DI TUNISI 
 :: 713 - GLI AUGURI DEL PRESIDENTE DEL CIRCOLO ITALIANO 
 :: 713 - GLI AUGURI PER NATALE E L’ANNO NUOVO DI S.E. PIETRO BENASSI AGLI ITALIANI DI TUNISIA 
 :: 712 - STEFANIA CRAXI A TUNISI 
 :: 711 - IL CONTRAMMIRAGLIO NICOLA DE FELICE LASCIA LA TUNISIA  
 :: 708 - 36° FESTIVAL DEL MEDITERRANEO DE “LA GOULETTE” 
 :: 707 - I 100 ANNI DI UN’ITALOTUNISINA 
 :: 707 - GIANFRANCO FINI IN VISITA A TUNISI 
 :: 706 - L’IMMAGINE DELL’ITALIA 
 :: 704 - TUORO SUL TRASIMENO A LAMTA 
 :: 704 - RADUNO DEGLI ITALIANI DI TUNISIA [2] 
 :: 704 - RADUNO DEGLI ITALIANI DI TUNISIA [1] 
 :: 704 - LA FESTA DELLA REPUBBLICA ALLA CHARMEUSE 
 :: 703 - IL MINISTRO RONCHI A TUNISI 
 :: 702 - ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA TUNISI 
 :: 702 - IL MINISTRO FRATTINI A TUNISI PER IL DIALOGO 5+5 
 :: 701 - ITALIA E TUNISIA « DILECTAE SUNT » 
 :: 700 - I PRIMI CENTO GIORNI IN TUNISIA DELL’AMBASCIATORE PIETRO BENASSI 
 :: 699 - SAPORI DI CASA NOSTRA 
 :: 698 - FESTA DI CARNEVALE AL CIRCOLO ITALIANO 
 :: 698 - I MARINAI DELLA "SCIROCCO" A TAKROUNA 
 :: 697 - L’EREDITÀ DI CRAXI 
 :: 697 - LA VISITA DI FRATTINI IN TUNISIA 
 :: 696 - MESSAGGIO DELLA DIRETTRICE DELL’ICE TUNISI 
 :: 695 - IL NUOVO AMBASCIATORE D’ITALIA IN TUNISIA S. E. PIETRO BENASSI 
 :: 695 - LE ATTIVITÀ IN TUNISIA DEL PROGETTO ACTION VERTE  
 :: 694 - GLI AUGURI PER NATALE E L’ANNO NUOVO DI S.E. PIETRO BENASSI AGLI ITALIANI DI TUNISIA 
 :: 694 - MESSAGGIO DI SALUTO DELL’AMBASCIATORE D’ANDRIA 
 :: 693 - FESTA DELL’ALBERO 2009 
 :: 692 - UN PONTE TRA L’ITALIA E LA TUNISIA 
 :: 691 - 500 Expedition Team - Tunisia 2009 
 :: 690 - COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO E ACQUACULTURA 
 :: 687 - UN VENTO ITALIANO SPINGE L’AMERIGO VESPUCCI IN TUNISIA 
 :: 686 - COOPERAZIONE ITALIANA IN TUNISIA 
 :: 686 - 2 GIUGNO ALLA “CHARMEUSE” 
 :: 684 - SCORCI E MEMORIE DELLA TUNISIA 
 :: 684 - IL MINISTRO FRATTINI A TUNISI 
 :: 683 - 12esima Conferenza dei Lions del Mediterraneo ed Osservatorio della Solidarietà Mediterranea 
 :: 682 - ANNIVERSARIO DELL’INDIPENDENZA DELLA TUNISIA 
 :: 679 - INTERVISTA ALL’AMBASCIATORE 
 :: 677 - ITALIANI DI TUNISI FAMOSI A ROMA 
 :: 676 - MESSAGGIO AUGURALE DELL’AMBASCIATORE D’ITALIA  
 :: 675 - FESTEGGIAMENTO A ROMA per il 21° del 7/11/1987 
 :: 674 - VISITA DELL’ONOREVOLE URSO 
 :: 673 - X COMMISSIONE MILITARE MISTA 
 :: 670 - A.I.A.T. 
 :: 670 - Esperienze estive degli studenti italiani 
 :: 668 - IL SOTTOSEGRETARIO AGLI ESTERI, CON DELEGA PER IL NORD AFRICA ED IL MEDIORIENTE, STEFANIA CRAXI A TUNISI 
 :: 667 - INTERVISTA A FRANCO NIGRO, PRESIDENTE DEL CIRCOLO ITALIANO 
 :: 666 - COSTITUZIONE DI UN "GRUPPO DEGLI IMPRENDITORI ITALIANI OPERANTI SUL TERRITORIO TUNISINO" 
 :: 665 - INTERVISTA AL DOTT. EMANUELE MINARDO, PRESIDE DELLA SCUOLA ITALIANA DI TUNISI 
 :: 664 - IMPORTANTE CONVEGNO A ROMA 
 :: 663 - Intervista al Dott. Alessio Lattuca, Direttore di Confimpresa Euromed 
 :: 662 - A colloquio con la dott.ssa Veneziani 
 :: 662 - I 52 anni del Corriere di Tunisi 
 :: 661 - Primo Forum degli Addetti Militari italiani del Nord Africa 
 :: 660 - INTERVISTA ALL’AMBASCIATORE D’ITALIA ANTONIO D’ANDRIA 
 :: 659 - LUCIA VALENZI A TUNISI 
 :: 655 - CONVEGNO DELL’ASSOCIAZIONE DI AMICIZIA ITALIA-TUNISIA IN OCCASIONE DEL 7 NOVEMBRE 
 :: 655 - CAMBIO DELL’AMBASCIATORE ITALIANO IN TUNISIA 
 :: 657 - MESSAGGIO DELL'AMBASCIATORE D'ITALIA ANTONIO D'ANDRIA 
 :: 658 - GLI AUGURI DELL’AIAT AL NUOVO AMBASCIATORE DELLA TUNISIA IN ITALIA 
 :: 658 - Silvano Ilardo, un profugo italiano della Tunisia racconta... 
 :: 654 - IL MINISTRO D’ALEMA IN TUNISIA PER IL LAVORI DELLA VI° COMMISSIONE MISTA ITALO-TUNISINA 
 :: 653 - TUNISI 24-25 OTTOBRE : VI SESSIONE DELLA GRANDE COMMISSIONE MISTA ITALO-TUNISINA  
 :: 649 - LA MISSIONE IN TUNISIA DELL’ ON. FEDI 
 :: 648 - MARCO FEDI ELETTO AL PARLAMENTO ITALIANO PER LA RIPARTIZIONE AFRICA, ASIA E OCEANIA IN TUNISIA DAL 28 GIUGNO AL I LUGLIO 
 :: 648 - FESTA DEL 2 GIUGNO 
 :: 644 - L’AIAT GIUNGE AL SUO QUINQUENNIO 
 :: 639 - MOSTRA DEI PRESEPI A TUNISI - LA TRADIZIONE CONTINUA 
 :: 639 - L’ON. CASSOLA (VERDI) IN VISITA ALL’EDITRICE FINZI 
 :: 638 - Gli Auguri per Natale e l'Anno Nuovo di S.E. Arturo Olivieri agli Italiani di Tunisia 
 :: 634 - Discorso del Papa: una offesa all’Islam o un invito al dialogo tra le religioni? 
 :: 633 - Rinnovo dell’accordo di collaborazione RAI-ONT 
 :: 630 - Gemellaggio tra Lions Club Tunis Doyen e Taormina 
 :: 627 - Lettere al Direttore 
 :: 625 – Immagini dalla presentazione del Nuovo Corriere di Tunisi 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml