Il Corriere di Tunisi 
8 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Collettività
 673 - X COMMISSIONE MILITARE MISTA

 

INCONTRO TRA I MINISTRI DELLA DIFESA DEL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E DEL GOVERNO DELLA REPUBBLICA TUNISINA

 

Nel quadro della “Convenzione di cooperazione nel campo militare tra il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo della Repubblica Tunisina”, prevista e ratificata dal Parlamento italiano con la legge 23.03.1998, n. 105, si é tenuta a Roma, dal 14 al 16 ottobre 2008, la X Commissione Militare Mista, copresieduta dal Ministro della Difesa, on. Ignazio La Russa ed il suo omologo tunisino, dott. Kamel Morjane.

Le delegazioni italiana e tunisina sono state dirette rispettivamente dal contrammiraglio Vanni Nozzoli, vice del III reparto dello Stato Maggiore della Difesa e dal contrammiraglio Tarek Faouzi El Arbi, Capo di Stato Maggiore della Marina tunisina. I lavori sono stati coordinati dall’Ufficio militare presso l’Ambasciata d’Italia a Tunisi, diretto dal comandante Nicola de Felice.

In tale occasione, i due ministri hanno ribadito i sentimenti di grande amicizia fra Italia e Tunisia basata su collaborazioni radicate nel tempo, sulla condivisione di una comune responsabilità per la salvaguardia della stabilità e della sicurezza del Mediterraneo e sulla vocazione, dovuta non solo dalla vicinanza geografica, ma anche da sentimenti ed approcci comuni, a favorire il dialogo e la cooperazione nella regione. Entrambi i ministri hanno espresso la loro profonda soddisfazione per il livello di partenariato raggiunto, per i crescenti livelli di cooperazione fra le Forze Armate di cui é significativa testimonianza proprio il livello di presidenza della commissione stessa, posto in essere solo con la Tunisia.

Entrambi i Ministri hanno inoltre evidenziato il comune impegno a combattere emigrazione ed immigrazione clandestina, a perseverare nella lotta al terrorismo ed ai gruppi terroristici, affermandone la priorità ed una preoccupazione condivisa per la quale occorre intensificare la cooperazione tra Europa e sponda sud del Mediterraneo, in tutti i contesti disponibili.

Nell’ambito della relazione illustrativa sugli esiti dei lavori, i due capi delegazione hanno congiuntamente sottolineato come, a consuntivo delle attività 2007/2008, oltre il 90% delle attività pianificate sia stato portato a termine con risultati pienamente positivi in particolare nei settori della formazione, delle attività addestrative, della sorveglianza marittima, della logistica, della sanita’, degli studi strategici e nello scambio di expertise. Il ministro Morjane ha effettuato, inoltre, una visita al Centro Operativo Interforze (COI) di Roma rimanendone pienamente soddisfatto. Il centro ha come compito quello di supervisionare e coordinare le operazioni in atto delle Forze Armate italiane, nel territorio nazionale così come all’estero. Per il 2009, gli aspetti principali discussi sono stati i seguenti:

-    Progetto per un centro euro-magrebino di ricerca e studi strategici. L’Italia ha confermato il proprio sostegno al progetto tunisino; esso sarà ribadito alla prossima riunione del Comitato Direttivo dell’Iniziativa 5+5 Difesa. Il sostegno italiano consisterà nel fornire expertise, nell’accoglienza a ricercatori tunisini a Roma e nel condividere una ricerca a carattere strategico a cura di un esperto italiano nel quadro dei temi di interesse dell’Iniziativa 5+5 Difesa;

-    Progetto di accordo tecnico tra il Centro Alti Studi Difesa (CASD) ed il suo omologo “Institut National de Defense” (IDN). Il progetto in parola, che prevede l’aggiornamento di un accordo già in atto, risalta la volontà comune di inserire in tale quadro le iniziative avviate nell’ambito dell’Iniziativa 5+5 Difesa;

-    Progetto di accordo tecnico nel settore delle informazioni geospaziali. Tale progetto, unico nell’area sub-regionale del Nord Africa, prevede una versione finale condivisa entro il corrente anno;

-    Progetto di accordo tecnico tra gli Istituti Idrografici delle due Marine. Le parti hanno concordato nel voler finalizzare l’importante progetto dedicato alla realizzazione congiunta di carte nautiche internazionali nello stretto di Sicilia entro la prossima commissione militare mista;

-    Progetto di accordo tecnico tra le due Accademie Navali. E’ intendimento comune finalizzare l’accordo per la cooperazione nel settore della formazione con scambi multimediali, di expertise e di stage tra i due istituti di formazione entro la prossima commissione militare mista;

-    Progetto di accordo tecnico tra le due Accademie Aeronautiche. Le parti concordano nel discutere il progetto in parola durante l’anno 2009;

-    Attuazione dell’esistente accordo tecnico nel settore dei fari. Dopo aver ripristinato l’efficienza dei fari di Capo Bon e dell’isola dei Cani, l’Italia si impegna a fornire materiale e personale della Marina per il ripristino e la modernizzazione del faro dell’isola di Kuriat, di fronte a Monastir, per un onere globale di circa 120.000,00 euro;

-    Cessione di sistemi, mezzi e materiali. L’Italia continuerà a fornire la lista dei sistemi/materiali in surplus da poter cedere alla controparte anche attraverso l’eventuale applicazione delle disposizioni previste dalla legge 06.08.2008, n.133; nel frattempo l’Italia e’ gia’ pronta a cedere, stoccati ed imballati, pezzi di ricambio per camion per un valore commerciale di 200.000,00 euro;

-    Art. 2 della Convenzione. L’Italia si rende disponibile a valutare e considerare le eventuali esigenze di manutenzione e di ripristino efficienza di sistemi e di materiali formulate dalla Tunisia;

-    Controllo del traffico marittimo. Le due parti hanno confermato l’efficacia dello scambio dati in materia di controllo del traffico attraverso il programma della Marina italiana Virtual Regional Maritime Traffic Control e ne auspicano il potenziamento in termini qualitativi e quantitativi;

-    Sanità militare. L’accordo in atto tra l’Ospedale Militare del Celio (Roma) e l’Ospedale Militare Principale d’Istruzione di Tunisi prevede importanti scambi di expertise medica nel settore delle lesioni complesse della pelle, di patologie specifiche, delle modalità operative sanitarie e di sopravvivenza nel deserto, della creazione di un centro di rianimazione e di dialisi presso l’Ospedale Militare di Gabes;

-    Storia Militare. L’Italia si impegna a fornire documentazione e materiale del periodo della campagna d’Africa per il potenziamento del museo del Mareth, presso Gabes, nei pressi della linea fortificata utilizzata dal Maresciallo d’Italia generale Giovanni Messe e del Corpo d’Armata italo-tedesco da lui comandato nel 1942;

-    Corsi di lingua araba: la Tunisia promuove stage di lingua araba a favore delle Forze Armate italiane.

Il Ministro della Difesa tunisino ha infine pregato il suo omologo italiano di trasmettere i più cordiali saluti da parte del Presidente Zine El Abidine Ben Ali’ al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, sottolineando la solidita’ delle relazioni amicali che il Capo dello Stato tunisino intrattiene con le due alte autorità italiane.

La Commissione Militare Mista italo-tunisina si tiene ogni anno in sessione ordinaria, alternativamente a Tunisi ed a Roma, e l’XI sessione si terrà a Tunisi nel corso del 2009, con l’auspicio della firma di almeno tre degli importanti accordi sopra menzionati.

 

CV Nicola de Felice - Addetto per la Difesa presso l’Ambasciata d’Italia a Tunisi

 

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 815 - Avvenimento Lionistico italo-tunisino 
 :: 809 - DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2017 
 :: 807 - QUANDO NELLA TERRA DI DIDONE LA ZOOTERAPIA PARLA ITALIANO 
 :: 802 - VISITA ISTITUZIONALE A TUNISI DEL SINDACO DI FIRENZE DARIO NARDELLA 
 :: 800 - I 60 anni del Corriere 
 :: 798 - 1956-2016: IL CORRIERE DI TUNISI COMPIE 60 ANNI 
 :: 798 - FILO DIRETTO TRA ITALIA E TUNISIA  
 :: 797 - La Cooperazione italiana in Tunisia: progetti e iniziative ad ampio spettro 
 :: 789 - PATRIMONI CONDIVISI 
 :: 788 - MOSTRA FOTOGRAFICA DI LUIGI SORRENTINO 
 :: 787 - DIRITTO E CULTURA IN TRANSIZIONE: IL FESTIVAL MEDITERRANEO DELLA LAICITÀ A TUNISI. 
 :: 786 - Visioni mediterranee 
 :: 786 - IL MINISTRO GENTILONI IN TUNISIA 
 :: 785 - SGUARDI INCROCIATI A TUNISI, RESET E LA SFIDA DEL DIALOGO 
 :: 781 - ELEZIONI PER IL RINNOVO DEI COMITATI DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO - COMITES 
 :: 780 - UNO SVE TRA LE DUE SPONDE DEL MEDITERRANEO 
 :: 778 - IL MINISTRO GUIDI IN TUNISIA 
 :: 777 - Un momento di confronto tra costituzionalisti italiani e tunisini sulla nuova Costituzione 
 :: 776 - “RAPPRESENTANZA E PROPOSTA POLITICA: LE IDEE DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO” 
 :: 776 - “La rivolta dei Dittatoriati” 
 :: 775 - IL PRESIDENTE GRASSO A TUNISI 
 :: 774 - QUESTIONI DI DEMOCRAZIA. TUNISIA E ITALIA: UNA SFIDA CONDIVISA? 
 :: 773 - Benvenuto all’Ambasciatore Raimondo DE CARDONA 
 :: 770 - MESSAGGIO DI SALUTO DELL’AMBASCIATORE DE CARDONA  
 :: 769 - L’AMBASCIATORE BENASSI SALUTA LA COLLETTIVITÀ ITALIANA DI TUNISIA 
 :: 767 - UNA GIORNATA PARTICOLARE 
 :: 766 - "La Tunisia vista con gli occhi di uno straniero" 
 :: 764 - “L’Europa e la democrazia” 
 :: 763 - DISCRIMINAZIONE SCOLASTICA IN TUNISIA 
 :: 762 - I CONSIGLI DELL’AVVOCATO 
 :: 760 - TRA RICORDI DI INTIMITA’ FAMILIARE E DI EROISMO POLITICO 
 :: 759 - MESSAGGIO DELL’AMBASCIATORE D’ITALIA PIETRO BENASSI  
 :: 759 - IL PRESIDENTE GIORGIO NAPOLITANO A TUNISI 
 :: 756 - VISITA DEL PRIMO MINISTRO TUNISINO HAMADI JEBALI A ROMA 
 :: 755 - PIER LUIGI BERSANI A TUNISI 
 :: 755 - IL MINISTRO RICCARDI IN TUNISIA 
 :: 754 - UNA T-SHART PER LA RIVOLUZIONE DEI GELSOMINI 
 :: 754 - INTERVISTA AL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI, GIULIO TERZI DI SANT’AGATA 
 :: 753 - I CONSIGLI DELL’AVVOCATO 
 :: 752 - MESSAGGIO DI AUGURI DELL'AMBASCIATORE D'ITALIA 
 :: 744-747 - In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia ricordiamo: 
 :: 718 - LA NUOVA VITA DELLA TUNISIA 
 :: 716 - Intervento dell'Ambasciatore d'Italia in Tunisia 
 :: 716 - REMEMBER 
 :: 716 - Lettera di un invidioso ai giovani tunisini 
 :: 714 - XII EDIZIONE DEL BAZAR DIPLOMATICO 
 :: 714 - BABBO NATALE AL CIRCOLO ITALIANO DI TUNISI 
 :: 713 - GLI AUGURI DEL PRESIDENTE DEL CIRCOLO ITALIANO 
 :: 713 - GLI AUGURI PER NATALE E L’ANNO NUOVO DI S.E. PIETRO BENASSI AGLI ITALIANI DI TUNISIA 
 :: 712 - STEFANIA CRAXI A TUNISI 
 :: 711 - IL CONTRAMMIRAGLIO NICOLA DE FELICE LASCIA LA TUNISIA  
 :: 708 - 36° FESTIVAL DEL MEDITERRANEO DE “LA GOULETTE” 
 :: 707 - I 100 ANNI DI UN’ITALOTUNISINA 
 :: 707 - GIANFRANCO FINI IN VISITA A TUNISI 
 :: 706 - L’IMMAGINE DELL’ITALIA 
 :: 704 - TUORO SUL TRASIMENO A LAMTA 
 :: 704 - RADUNO DEGLI ITALIANI DI TUNISIA [2] 
 :: 704 - RADUNO DEGLI ITALIANI DI TUNISIA [1] 
 :: 704 - LA FESTA DELLA REPUBBLICA ALLA CHARMEUSE 
 :: 703 - IL MINISTRO RONCHI A TUNISI 
 :: 702 - ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA TUNISI 
 :: 702 - IL MINISTRO FRATTINI A TUNISI PER IL DIALOGO 5+5 
 :: 701 - ITALIA E TUNISIA « DILECTAE SUNT » 
 :: 700 - I PRIMI CENTO GIORNI IN TUNISIA DELL’AMBASCIATORE PIETRO BENASSI 
 :: 699 - SAPORI DI CASA NOSTRA 
 :: 698 - FESTA DI CARNEVALE AL CIRCOLO ITALIANO 
 :: 698 - I MARINAI DELLA "SCIROCCO" A TAKROUNA 
 :: 697 - L’EREDITÀ DI CRAXI 
 :: 697 - LA VISITA DI FRATTINI IN TUNISIA 
 :: 696 - MESSAGGIO DELLA DIRETTRICE DELL’ICE TUNISI 
 :: 695 - IL NUOVO AMBASCIATORE D’ITALIA IN TUNISIA S. E. PIETRO BENASSI 
 :: 695 - LE ATTIVITÀ IN TUNISIA DEL PROGETTO ACTION VERTE  
 :: 694 - GLI AUGURI PER NATALE E L’ANNO NUOVO DI S.E. PIETRO BENASSI AGLI ITALIANI DI TUNISIA 
 :: 694 - MESSAGGIO DI SALUTO DELL’AMBASCIATORE D’ANDRIA 
 :: 693 - FESTA DELL’ALBERO 2009 
 :: 692 - UN PONTE TRA L’ITALIA E LA TUNISIA 
 :: 691 - 500 Expedition Team - Tunisia 2009 
 :: 690 - COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO E ACQUACULTURA 
 :: 687 - UN VENTO ITALIANO SPINGE L’AMERIGO VESPUCCI IN TUNISIA 
 :: 686 - COOPERAZIONE ITALIANA IN TUNISIA 
 :: 686 - 2 GIUGNO ALLA “CHARMEUSE” 
 :: 684 - SCORCI E MEMORIE DELLA TUNISIA 
 :: 684 - IL MINISTRO FRATTINI A TUNISI 
 :: 683 - 12esima Conferenza dei Lions del Mediterraneo ed Osservatorio della Solidarietà Mediterranea 
 :: 682 - ANNIVERSARIO DELL’INDIPENDENZA DELLA TUNISIA 
 :: 679 - INTERVISTA ALL’AMBASCIATORE 
 :: 677 - ITALIANI DI TUNISI FAMOSI A ROMA 
 :: 676 - MESSAGGIO AUGURALE DELL’AMBASCIATORE D’ITALIA  
 :: 675 - FESTEGGIAMENTO A ROMA per il 21° del 7/11/1987 
 :: 674 - VISITA DELL’ONOREVOLE URSO 
 :: 673 - X COMMISSIONE MILITARE MISTA 
 :: 670 - A.I.A.T. 
 :: 670 - Esperienze estive degli studenti italiani 
 :: 668 - IL SOTTOSEGRETARIO AGLI ESTERI, CON DELEGA PER IL NORD AFRICA ED IL MEDIORIENTE, STEFANIA CRAXI A TUNISI 
 :: 667 - INTERVISTA A FRANCO NIGRO, PRESIDENTE DEL CIRCOLO ITALIANO 
 :: 666 - COSTITUZIONE DI UN "GRUPPO DEGLI IMPRENDITORI ITALIANI OPERANTI SUL TERRITORIO TUNISINO" 
 :: 665 - INTERVISTA AL DOTT. EMANUELE MINARDO, PRESIDE DELLA SCUOLA ITALIANA DI TUNISI 
 :: 664 - IMPORTANTE CONVEGNO A ROMA 
 :: 663 - Intervista al Dott. Alessio Lattuca, Direttore di Confimpresa Euromed 
 :: 662 - A colloquio con la dott.ssa Veneziani 
 :: 662 - I 52 anni del Corriere di Tunisi 
 :: 661 - Primo Forum degli Addetti Militari italiani del Nord Africa 
 :: 660 - INTERVISTA ALL’AMBASCIATORE D’ITALIA ANTONIO D’ANDRIA 
 :: 659 - LUCIA VALENZI A TUNISI 
 :: 655 - CONVEGNO DELL’ASSOCIAZIONE DI AMICIZIA ITALIA-TUNISIA IN OCCASIONE DEL 7 NOVEMBRE 
 :: 655 - CAMBIO DELL’AMBASCIATORE ITALIANO IN TUNISIA 
 :: 657 - MESSAGGIO DELL'AMBASCIATORE D'ITALIA ANTONIO D'ANDRIA 
 :: 658 - GLI AUGURI DELL’AIAT AL NUOVO AMBASCIATORE DELLA TUNISIA IN ITALIA 
 :: 658 - Silvano Ilardo, un profugo italiano della Tunisia racconta... 
 :: 654 - IL MINISTRO D’ALEMA IN TUNISIA PER IL LAVORI DELLA VI° COMMISSIONE MISTA ITALO-TUNISINA 
 :: 653 - TUNISI 24-25 OTTOBRE : VI SESSIONE DELLA GRANDE COMMISSIONE MISTA ITALO-TUNISINA  
 :: 649 - LA MISSIONE IN TUNISIA DELL’ ON. FEDI 
 :: 648 - MARCO FEDI ELETTO AL PARLAMENTO ITALIANO PER LA RIPARTIZIONE AFRICA, ASIA E OCEANIA IN TUNISIA DAL 28 GIUGNO AL I LUGLIO 
 :: 648 - FESTA DEL 2 GIUGNO 
 :: 644 - L’AIAT GIUNGE AL SUO QUINQUENNIO 
 :: 639 - MOSTRA DEI PRESEPI A TUNISI - LA TRADIZIONE CONTINUA 
 :: 639 - L’ON. CASSOLA (VERDI) IN VISITA ALL’EDITRICE FINZI 
 :: 638 - Gli Auguri per Natale e l'Anno Nuovo di S.E. Arturo Olivieri agli Italiani di Tunisia 
 :: 634 - Discorso del Papa: una offesa all’Islam o un invito al dialogo tra le religioni? 
 :: 633 - Rinnovo dell’accordo di collaborazione RAI-ONT 
 :: 630 - Gemellaggio tra Lions Club Tunis Doyen e Taormina 
 :: 627 - Lettere al Direttore 
 :: 625 – Immagini dalla presentazione del Nuovo Corriere di Tunisi 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml