Il Corriere di Tunisi 
16 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Dossier
 657 - BUONI PROPOSITI PER L’ANNO CHE VERRÀ

 

Buone azioni e buoni propositi ; tempo di  feste e di bilanci, come ogni anno, la fine dell’anno coincide con un momento di riflessione sulla nostra vita ed il nostro operato. Spesso, anzi sempre , tutti i buoni propositi decisi e impugnati durante le feste, durano il tempo di un “panettone”; quest’anno però vogliamo aiutarvi, presentandovi storie , problemi e situazioni per le quali vale la pena impegnarsi e spendere un po’ della propria buona volontà. Ed allora per il 2008 , qualche buono proposito in meno ed un po’ di azione in più: in piedi!

Nel Mondo

Prosegue la corsa delle Nazioni per poter raggiungere entro il 2015 gli obiettivi prefissati dalle Nazioni Unite come Obiettivi del Millennio: 1) Sdradicare la fame e l’estrema povertà; 2) garantire l’educazione primaria globale; 3) Promuovere l’eguaglianza di genere e l’accesso delle donne al potere;  4) ridurre la mortalità infantile; 5) promuovere la salute materna; 6) combattere Aids, malaria ed altre malattie; 7) assicurare l’equilibrio ambientale; 8) sviluppare un partenariato globale per lo sviluppo.

Molti di questi obiettivi appaiono irrealizzabili nel breve periodo, per altri invece molto é stato fatto e si continua a fare. Il nostro contributo, cosi come la nostra costante attenzione a questi temi ed una pressione pubblica costante sulle autorità mondiali puo’ accelerare questo processo virtuoso; cosi come invece il lassismo, il “tanto non cambia niente” e l’ indifferenza dell’opinione pubblica possono far cadere nel dimenticatoio tutti i buoni propositi, relegando a misere conquiste percentuali quello che avrebbe dovuto rappresentare “la conquista del millennio”.

Accanto ai temi sollevati dagli Obiettivi del Millennio,  il 2008 potrebbe essere l’anno della riflessione su temi come la “migrazione globale” e il dialogo interculturale.

Dialogo, sviluppo e migrazione sono concetti legati indissolubilmente l’un l’altro, una saggia riflessione non può prescindere dal tenerne contro, cosi come soluzioni realistiche non possono partire che da punti di vista globali e non con dinamiche e proposte “da cortile ”.

Essere attenti, essere presenti, ecco il monito per il 2008, restando vigili sull’operato dei nostri governanti ma non solo; nel villaggio globale i nostri destini sono legati da un filo doppio, nessuno può permettersi il lusso di distogliere lo sguardo dalle tragedie e  dalle crisi mondiali, perché prima o poi questi eventi verranno a bussare alle nostre porte, sotto forma di crisi economiche, migranti, pandemie, minacce terroristiche.

Essere attenti ed essere presenti anche nel nostro piccolo, perché il vero impegno inizia con i nostri vicini, nelle nostre città, regioni: cittadinanza attiva, ecco il secondo invito. Impegnarsi nel dialogo con gli altri, nell’ascolto partecipe, nella solidarietà concreta, fatta di piccoli gesti e poche manifestazioni plateali.

Ambiente e cambiamenti climatici

Ricordiamoci inoltre che da più parti viene lanciato l’allarme: il punto di non ritorno per la salute del nostro pianeta si sta avvicinando.

Chiediamo ai nostri governi un impegno concreto, protestiamo a gran voce contro quegli stati che non rispettano gli impegni presi. Ricicliamo, usiamo meno la macchina, risparmiamo energia. Anche solo installare una lampadina a risparmio energetico può cambiare il mondo!

Come si dice: tutti i grandi viaggi iniziano con un piccolo passo. In piedi dunque, e in marcia!

BUON 2008 a tutti!

 

Manuelita Scigliano

 

 

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 813 - I matrimoni misti in Tunisia 
 :: 811 - Dossier - Tunisi: la Scuola Archeologica Italiana di Cartagine 
 :: 808 - Mediterraneo, un paesaggio che cambia.  
 :: 807 - Intervista a Mourad Fradi 
 :: 806 - Dossier referendum [vers. pdf] 
 :: 804 - VELOMANIA a cura di Marysa Impellizzeri [vers. pdf] 
 :: 803 - UNA SOCIETÀ SENZA MARITI: I MOSO 
 :: 796 - Primavera Araba, 5 anni dopo  
 :: 794 - DOSSIER: La strage degli innocenti 
 :: 765 - SPECIALE ELEZIONI 
 :: 764 - LINGUA E LA CULTURA ITALIANA ALL’ESTERO  
 :: 762 - IN RICORDO DI ELIA FINZI - pdf 
 :: 758 - Omaggio a Valenzi 
 :: 754 - UN ANNO DOPO 
 :: 754 - TENDRESSE 
 :: 750 - NELLA NUOVA CONCEZIONE POST-RIVOLUZIONARIA TUNISINA PUÒ ESSERE INSERITA L’IPOTESI DI SALVARE LA CULTURA E LE TRADIZIONI DELLA GENTE BERBERA? 
 :: 750 - SI È VOTATO IL 19 OTTOBRE AL CONSOLATO DI MILANO E IN TUTTA ITALIA 
 :: 750 - ENNAHDA, LA SPONDA ITALIANA 
 :: 750 - PROVE DI DEMOCRAZIA IN TUNISIA 
 :: 715 - LA RIVOLUZIONE DEI GELSOMINI 
 :: 715 - R I F L E S S I O N I - DEMOCRAZIA NEL MAGHREB? LA TUNISIA CI PROVA 
 :: 708 - GLI KSOUR TUNISINI VERSO IL RICONOSCIMENTO UNESCO 
 :: 697 - INCENDIO DELLA BIBLIOTECA DELL’INSTITUT DES BELLES LETTRE ARABES (IBLA) 
 :: 682 - CINEMA E MODA ITALIANI A TUNISI 
 :: 678 - AIRE E SANITÀ 
 :: 669 - LA SETTIMANA DEL DIALOGO - Servizio fotografico 
 :: 669 - LA SETTIMANA DEL DIALOGO 
 :: 668 - INTERVISTA A BECHIR KOUNIALI 
 :: 668 - Bechir Kouniali e Marcello La Spina - pittori 
 :: 666 - IL DUBBIO E LA CERTEZZA 
 :: 666 - A DOUZ 
 :: 666 - LA SETTIMANA DEL DIALOGO INTERCULTURALE DEL CORRIERE DI TUNISI 
 :: 662 - ELEZIONI 2008 
 :: 655 - L’ITAL UIL PROGRAMMA L’APERTURA DI UNA PROPRIA SEDE A TUNISI 
 :: 656 - CONVEGNO ASSOCIAZIONE DI AMICIZIA E COOPERAZIONE ITALIA-TUNISIA 
 :: 657 - LE ASSOCIAZIONI A SCOPO CARITATEVOLE IN TUNISIA  
 :: 657 - BUONI PROPOSITI PER L’ANNO CHE VERRÀ 
 :: 654 - 7 NOVEMBRE 1987 – 2007 
 :: 652 - LA FINE DEL CIBO 
 :: 652 - IL PIANETA É MALATO 
 :: 649 - ESTATE 2007  
 :: 650 - racconto breve 
 :: 650 - VIAGGIO VERSO OVEST 
 :: 651 - DONNE E DIRITTI 
 :: 645 – Dossier - Bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi (Nizza 1807-Caprera 1882) 
 :: 642 – Dossier - Incontro d’Inverno dei Lions Club Italiani a Sousse : l’Italia e la Tunisia per la protezione dei diritti dell’uomo e la promozione della cittadinanza attiva 
 :: 641 - Dossier - Forum Economico Italia-Tunisia: Puntare sul partenariato forte e un ruolo primario dell’impresa 
 :: 640 - Dossier - BETTINO CRAXI 
 :: 639 - Dossier - L’A.I.A.T INCONTRA CLAUDIA CARDINALE A LATINA, RICORDI ED EMOZIONI 
 :: 638 - Dossier - Quarantesimo anniversario della Scuola Italiana di Tunisi : Omaggio a Giovan Battista Hodierna 
 :: 637 - Dossier - Visita di Prodi in Tunisia (30 ottobre 2006) 
 :: 636 - Dossier - SPECIALE CIBO E FESTE NELLA LINGUA E CULTURA ITALIANA 
 :: 635 - Dossier - LA MEDINA DI TUNISI  
 :: 634 - Dossier - Missione preistorica italo-tunisina ad Hergla : sulla via delle antiche rotte di scambio dell’ossidiana 
 :: 631 - Dossier - Convegno Internazionale sull’ “Avvenire delle Terre Aride” a Tunisi  
 :: 628 - Dossier - LA PICCOLA SICILIA DI TUNISI 
 :: 628 - Prima riunione dei ministri del turismo dei Paesi 5+5 ad Hammamet : Per una strategia comune per la promozione del settore 
 :: 626 - ELEZIONI ITALIANE ALL’ESTERO 
 :: 624 - TUNISIA: 50 ANNI D'INDIPENDENZA (1956-2006) 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml