Il Corriere di Tunisi 
12 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Economia
 649 - INCONTRO CON IL MINISTRO BERSANI

 

Venerdi 29, in occasione della firma degli accordi per la realizzazione della centrale elettrica di El Haouaria il Corriere di Tunisi ha incontrato l’On. Bersani, Ministro Italiano dello Sviluppo Economico.

Al Ministro abbiamo posto alcune domande , sul progetto in corso ma anche sugli sviluppi e le prospettive di cooperazione fra Italia e Tunisia:

Cosa rappresenta l’accordo siglato oggi?

“L’accordo  di oggi  è  importante  perché consente di connettere meglio il mercato elettrico, creando una effettiva collaborazione tra Maghreb ed Europa. Ed è inoltre un evento che ha un significato più ampio, è un segnale di una volontà di cooperazione a lungo periodo, un messaggio di buona volontà; lavorare insieme in progetti che prevedono la creazione di infrastrutture è di per se ed intrinsecamente segno di una volontà di collaborazione che duri nel tempo.”

Come definisce i rapporti fra Italia e Tunisia?

“Fra Italia e Tunisia c’è una storia di rapporti stabili ed amichevoli, che dura da tanto e che ci auguriamo possa continuare nella stessa direzione. Fra i due paesi esiste una relazione basata su uno spirito costruttivo”

Quale il futuro dei rapporti fra i due Paesi?

 “Sicuramente con questo progetto si aprono rapporti industriali per i prossimi 50 anni e più.

Come dicevo , la creazione di infrastrutture è un segnale forte di rapporti stabili.

 Con questa iniziativa si aprono anche strade per la possibilità di sviluppare energie alternative e rinnovabili.

La cooperazione fra Italia e Tunisia è un avamposto per ulteriori collaborazioni nel Mediterraneo, e sicuramente un valido modello.”

Abbiamo colto l’occasione inoltre per porgere al  Ministro Bersani ,  il saluto della comunità italiana in Tunisia, che guarda sempre favorevolmente agli accordi di partenariato economico o sociale fra le  due  sponde  del   Mediterraneo, il inistro ha cordialmente ricambiato.

Ricordiamo che l’accordo firmato dall’On. Bersani e l’On. Afif Chelbi Ministro Tunisino dell’Industria, dell’Energia e delle Piccole e Medie Imprese , accompagna il progetto fra le Società Terna S.P.A e la Società Tunisina dell’ Elettricità e del Gas per la “Creazione di una Società Mista di trasmissione Italo-Tunisina finalizzata allo sviluppo del progetto di cooperazione Italo-Tunisina nel settore dell’energia elettrica” e prevede la creazione di una centrale elettrica a El Haouaria.

La Dichiarazione congiunta firmata dai due Governi recita testualmente “ tenuto conto della partecipazione della Tunisia al progetto di creazione di un mercato maghrebino dell’elettricità chiamato ad integrare il mercato elettrico europeo, ed in attesa della sua istituzione, le Parti danno mandato agli operatori della trasmissione elettrica dei due Paesi di sviluppare un progetto..; di interconnessione dei sistemi elettrici italiano e tunisino e della cooperazione tra i settori elettrici dei due Paesi.

Le Parti si felicitano per la decisione dei due operatori.. di attivare..le procedure per la creazione di una Società di trasmissione Mista Tunisina ed Italiana…incaricata di:.. realizzare un’interconnessione elettrica tra Italia e Tunisia;  ….e della promozione dell’utilizzo di risorse rinnovabili”

Buon lavoro!

 

Manuelita Scigliano

 

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 815 - Intervista 
 :: 811 - La doppia strada dello sviluppo 
 :: 805 - Comprare una casa al costo di un caffé? Ora si può, grazie all’Amenity Migration.  
 :: 802 - FRODI FINANZIARIE ONLINE 
 :: 788 - Prostituzione in Tunisia. 
 :: 785 - I Consigli dell’avvocato 
 :: 781 - I Consigli dell’Avvocato 
 :: 780 - UE E TUNISIA SIGLANO UN NUOVO ACCORDO 
 :: 779 - Il Marocco è un Paese investment friendly? 
 :: 775 - LINEE GUIDA PER L’ACQUISTO IMMOBILIARE IN ITALIA DA PARTE DI UNO STRANIERO 
 :: 774 - TRASFERIMENTO DI PENSIONI ex INPDAP IN TUNISIA, CHIARIMENTI E LINEE GUIDA. 
 :: 762 - CTICI 
 :: 749 - GARANTIRE L’OPERATIVITA’ DELL’ICE PER TUTTO IL 2011 
 :: 681 - INTERVISTA A NANDO LOMBARDI 
 :: 678 - INTERVISTA A ISNARDO CARTA 
 :: 675 - VENTICINQUESIMO ANNIVERSARIO DI TRANSMED 
 :: 673 - OASI DI CHENINI, GABÈS 
 :: 673 - LA CRISI FINANZIARIA INTERNAZIONALE E LA TUNISIA 
 :: 672 - FIRMATO UN PROTOCOLLO DI ACCORDO 
 :: 670 - LA SCONFITTA DELLA GLOBALIZZAZIONE 
 :: 657 - TUNISIA: UN’ECONOMIA SEMPRE PIU’ APERTA  
 :: 649 - INCONTRO CON IL MINISTRO BERSANI 
 :: 646 - Alla Mostra-Mercato SCRIGNO TESORI-D’ITALIA 
 :: 640 - Forum Italia-Tunisia all’Hotel Sheraton Tunisi, 21-23 gennaio 2007 
 :: 639 - La Regione Marche e la Tunisia insieme per un partenariato solido e fruttuoso 
 :: 636 - CTICI 
 :: 632 - L’integrazione economica e produttiva tra Italia e Mediterraneo 
 :: 631 - Le attività dell’UPI in Tunisia nel settore agroalimentare 
 :: 630 - Salone del Tessile e dell’Abbigliamento TEXMED 2006 - Tunisi, 14-16 giugno 2006 
 :: 625 - Firmato un accordo di cooperazione tra Banca Nuova e BIAT per il sostegno degli immigrati tunisini in Sicilia 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml