Il Corriere di Tunisi 
9 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Cultura
 604 - "IL MESE DELLA MUSICA" AL CLUB TAHAR HADDAD NEL SEGNO DELLA CREATIVITA' MUSICALE

Al Club Tahar Haddad a Tunisi si è tenuta, il 1 febbraio, una conferenza stampa per presentare il programma del « Mese della Musica”, alla sua sesta edizione che quest’anno avrà come  tema la “Creatività Musicale”.

Di qui il nome della manifestazione “Compos 2005” che deriva, appunto, dal sostantivo “composizione”. Si cerca attraverso questa forma di manifestazione, molto usata nel mondo professionistico della musica, di creare una tradizione che continui, sessione dopo sessione, ad essere riconosciuta per lo stesso suo stesso nome. Un po’ come avviene in «Ottobre Musicale».

Durante un mese, dal 5 al 26 febbraio, saranno presentati sei concerti, tra  musica Jazz, Rock e Blues, due mostre di pittura e fotografia sul tema della manifestazione, due atelier sulle tecniche del canto e della composizione musicale e una tavola rotonda sul tema «Creatività musicale e identità in Tunisia », oltre che la proiezione di concerti registrati.

Fedele al suo principio di base questa manifestazione si propone di incoraggiare quegli artisti tunisini che creano una musica nuova e diversa da quella araba tradizionale. Sono spesso artisti che propongono una musica occidentale (Jazz, Blues, Rock) cercando di conciliarla con la musica orientale. Un lavoro che richiede creatività, una grande conoscenza delle due musiche e una forte volontà di aprire il patrimonio musicale tunisino verso altri orizzonti. Un sforzo da ammirare, perché in grado di creare  una musica diversa dal solito. Tentativo importante in un ambiente dove ciò che è diverso non viene sempre accettato.

Questo lavoro di creatività e di ricerca costante di novità nella musica si tradurrà nei concerti programmati in questa manifestazione. A cominciare dallo spettacolo di Nabil Khmir, dal titolo “Tra l’Occidentale e l’Orientale” dove verrà impiegato lo strumento musicale,  inventato dallo stesso Khmir, il “Rayjam”, costituito dall’unione di una chitarra e un liuto. In tale modo si può passare da uno strumento all’altro, e quindi dalla musica occidentale a quella orientale facilmente, senza il bisogno di doverlo cambiare. Questo strumento, unico nel mondo, Khmir ha impiegato un anno e mezzo tra Tunisia e Olanda per costruirlo, sarà impiegato, per la prima volta nel suo spettacolo al Club Tahar Haddad il 18 febbraio, per suonare un brano musicale appositamente scritto in cui  la musica orientale s’incontra con il jazz occidentale. [ live]

Un altro spettacolo certamente interessante sarà quello di Sofiane Ben Youssef, in cui ci sarà un dialogo tra un musicista tunisino e uno indiano (India del Nord), un dialogo tra  pianoforte e  “tabla” (percussione). Lo spettacolo dal titolo “Malika”, termine indiano per designare una forma musicale mista, forma alla quale il lavoro s’ispira, si propone di introdurre ritmi tradizionali d’Africa e Asia.

Oltre agli spettacoli, saranno organizzate due mostre:

- una istallazione di Yasser Jradi sulla calligrafia, ispirata dai testi arabi medievali sulle regole della musica e del canto, mostra che sarà presentata in un modo innovativo.

- una mostra fotografica di Mohamed El Hedef, dal titolo “Positive Vibration II”, in cui l’autore , in qualità di giornalista fotografo, espone  foto scattate ad artisti internazionali venuti in Tunisia. Contrariamente alla solita foto giornalistica però, El Hedef cerca di ritrarre la “vibrazione dell’artista e la sua sensazione sul palcoscenico.

E’ un programma ricco e variegato che offre la possibilità a scoprire l’impegno culturale del Club Tahar Haddad durante questo mese di febbraio. Non resta quindi che rivolgere a tutti l’invito a non perdere questo appuntamento.

 

Hanene Zbiss

 

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 795 -  
 ::  "walls and borders" aTunisi - 20-21 aprile 2010 
 :: 628 - CLAUDIA CARDINALE COPRESIDENTE DEL FESTIVAL TELEVISIVO DI DJERBA PARLA DELLA SUA VITA DI DIVA E DI DONNA 
 :: 623 - 2006 : Anno di Ibn Khaldoun. Programma ricco e vario per celebrare l’evento in tutto il Paese 
 :: 623 - CONCORSO FOTOGRAFICO SULLA TUNISIA 
 :: 622 - Le piume del pavone : A Tunisi dal Lunedì 20 Febbraio al 20 Marzo nel Salone Esposizioni dell'Istituto Italiano di Cultura 
 :: 616 - Concerto di Antonella Ruggiero al Festival della Medina : quando il canto diventa preghiera E la voce una sorgente di spiritualità 
 :: 615 - I concerti dell'ottobre musicale 2005 
 :: 615 - L’avvio dell’Ottobre Musicale 2005  
 :: 614 - Recensione 
 :: 614 - Università per Stranieri di Perugia : un esempio di multiculturalità e di pace 
 :: 613 - FESTIVAL INTERNAZIONALE DI SOUSSE SERATA MUSICALE TUNISO-ITALIANA (Giovedì 11 Agosto 2005) ORGANIZZATA DAL FESTIVAL DI SOUSSE  
 :: 612 - Renzo Piano realizza il “Centro” Paul Klee a Berna : Particolare attenzione all’opera nord-africana dell’artista 
 :: 612 - Luogo magico !... magico concerto!... Riccardo Muti trionfa all’arena di El Jem 
 :: 609 - UN “ALFABETIERE” PER IMPARARE A SCRIVERE IN ARABO 
 :: 608 - CONVEGNO INTERNAZIONALE SULLA “MODERNITÀ DI GEORGE SAND” ALLA FACOLTÀ DI LETTERE DI TUNISI 
 :: 603 - IL RESTAURO NON DEVE ESSERE UNA VIOLENZA 
 :: 606 - IRRAGGIUNGIBILE KAIROUAN 
 :: 604 - "IL MESE DELLA MUSICA" AL CLUB TAHAR HADDAD NEL SEGNO DELLA CREATIVITA' MUSICALE 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml