Il Corriere di Tunisi 
4 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  In Italia
 629 - A LATINA UNA TESTIMONIANZA FOTOGRAFICA DELLA TUNISIA

 

Domenica 21 Maggio, l’AIAT, Associazione Italiana Amici della Tunisia, sotto il patrocinio della Provincia di Latina, ha organizzato un concorso fotografico sulla Tunisi, nella sala Cambellotti, presso la Prefettura di Latina.

Questo incontro è stato organizzato per festeggiare il 50° anniversario del CORRIERE DI TUNISI (20/03/1956-20/3/2006)

Le autorità presentate dal Presidente Marcello BRIGNONE erano:

-         L’Ambasciatore di Tunisia a Roma, S.E. Habib MANSOUR

-         L’Assessore, dott. Fabio BIANCHI, padrone di casa

-         L’Arch. Maurizio GUERCIO, in rappresentanza del Sindaco di Latina

-         Il Prof. Benito PROIETTO

-         Il Consigliere dell’AIAT, Armando GIANNITRAPANI

Un folto gruppo di italiani di Tunisia da tempo stabiliti a Latina e molti altri venuti appositamente da Roma e dintorni, gremivano la sala della conferenza.

Il primo a prendere la parola è stato il Prof. PROIETTO che ha fatto un esposto sulla condizione giuridica della donna tunisina partendo dal 1917, secondo la codificazione dell’Impero Ottomano fino a giungere ai nostri giorni con le attuali riforme indette dal primo giorno dell’Indipendenza della Tunisia dal Presidente Habib BOURGHIBA e perfezionate sempre più dal Presidente Zine El Abidine BEN ALI. Un interessante intervento storico e giuridico avendo il Prof. PROIETTO insegnato giurisprudenza alla Facoltà LA SAPIENZA di Roma.

Poi l’Assessore, dott. Fabio BIANCO, ringraziando l’Ambasciatore per la sua presenza che ha dato lustro al convegno, ha espresso il suo giudizio positivo sul lavoro degli italiani di Tunisia nel territorio pontino grazie al quale si è sviluppato e arricchito di nuove culture. Anche l’Arch. GUERCIO, sempre presente a tutti gli appuntamenti AIAT. ha ringraziato l’Ambasciatore per la sua presenza e il Presidente Marcello BRIGNONE per questa interessante mostra fotografica che mette in linea , l’occhio e il cuore e crea un ponte ideale fra Italia e Tunisia.

In quanto ad Armando GIANNITRAPANI, egli sottolinea il fatto che queste foto dulla Tunisia di allora ma anche di oggi, hanno un’anima e per noi italiani in Tunisia, rappresentano parecchi ricordi che custodiamo nella mente e nei cuori. Ricordi indelebili dei profumi di gelsomino ma anche del lavoro fornito dai nostri genitori e progenitori, lavoro che l’Ambasciatore, con la sua amichevole presenza, dimostra di saper apprezzare e rispettare.

Infine prende la parola l’Ambasciatore, S.E. Habib MANSOUR, il quale, sensibile all’atmosfera di amicizia che regna ad ogni incontro al quale egli ha partecipato, si augura che questi incontri rappresentino l’evoluzione delle relazioni tra Italia e Tunisia. Riprendendo il discorso del Prof. PROIETTO sull’evoluzione giuridica della donna tunisina, l’Ambasciatore ricorda il rifiuto del Presidente BOURGHIBA della società arcaica alla quale le donne tunisine erano sottomesse prima dell’indipendenza, trasformandola, grazie alle nuove leggi, da donne oggetto a donne moderne. Trasformazione consolidata dal Presidente BEN ALI non appena giunto al potere. Il genio del Presidente BEN ALI è quello di aver dotato la Tunisia di un progetto di società moderna e di averne garantito le sue probabilità di successo grazie alla tolleranza e alla libertà religiosa. Bisogna soprattutto insistere, dice l’Ambasciatore, sul dialogo delle culture e quello religioso che la cooperazione dell’AIAT può contribuire a rendere realizzabili.

Uno scrosciante applauso ha accompagnato queste parole alle quali tutti noi siamo sensibili e partecipi.

Dopo la partenza dell’Ambasciatore si è proceduto all’assegnazione dei premi delle numerose foto esposte sulla parete del podio che rappresentavano bellissimi paesaggi, personaggi e scene della vita tunisina.

Il primo premio, offerto dalla Ditta EDILAPPIA, di E. 516.00 è stato vinto da Angelo DE CAMILLIS (foto del porto di Biserta).

Il secondo premio, offerto dall’AIAT, di E. 200.00 è stato vinto da Fabrizio LAGGERI (foto di una scena a Foum Tataouine).

Ogni premio era accompagnato da una targa della Provincia di Latina. I 3°, 4° e 5° premio hanno ricevuto delle targhe dell’ENTE DEL TURISMO DI LATINA offerte dall’Arch. GUERCIO.

Agli altri vincitori sono stati offerti libri “MEMORIE, i MESTIERI e le PROFESSIONI”, i “PITTORI” e le “ARCHITETTURE” italiane in Tunisia”, libri che rintracciano la storia lavorativa e artistica degli italiani di Tunisia, offerti da Elia FINZI, Direttore del CORRIERE DI TUNISI.

 

Maria Bianca Pinco

 

 

Angelo De Camillis, Porto di Bizerta (1°Premio)

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 806 - IL TERREMOTO IN ITALIA 
 :: 768 - UN NUOVO GOVERNO PER L’ITALIA? 
 :: 759 - FAMIGLIE ANCHE NOI 
 :: 748 - LA CITTA’ DEL DIARIO 
 :: 744-747 - L’ITALIA DEI 150 ANNI VISTA DA TORINO 
 :: 719 - ANTISEMITISMO ED ISLAMOFOBIA 
 :: 712 - LO STALKING 
 :: 690 - I PROBLEMI DEI TERREMOTATI ABRUZZESI 
 :: 658 - CONCORSO 
 :: 652 - «“COMITATO 14 OTTOBRE” PER LE PRIMARIE ALL’ESTERO»  
 :: 629 - A LATINA UNA TESTIMONIANZA FOTOGRAFICA DELLA TUNISIA 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml