Il Corriere di Tunisi 
40 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Cultura
 624 - MESSAGGIO DI AUGURIO DI PAOLA PROCACCINI, DIRETTRICE DELL'ISTUTO ITALIANO DI CULTURA PER IL LANCIO DEL CORRIERE DI TUNISI NELLA SUA NUOVA VESTE GRAFICA IN OCCASIONE DEL 50° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL GIORNALE

 

In occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione del Corriere di Tunisi, mi è gradito innanzi tutto felicitarmi con l’importante e prestigiosa testata - l’unica  in  lingua   italiana  in  tutto il Nord Africa - per l’opera meritoria svolta in questi cinque decenni per favorire ed incrementare i rapporti e gli scambi fra l’Italia e la Tunisia nei più diversi settori.

Per quanto riguarda, in particolare, il campo culturale, desidero rivolgere un vivissimo ringraziamento al Corriere per aver contribuito in tutti questi anni  in maniera costante ed efficace alla diffusione della cultura italiana nel Paese,  e per aver conferito altresì un grande risalto alle attività dell’Istituto di Cultura sin dalla creazione di quest’ultimo (avvenuta nel 1961), dando luogo ad una sinergia basata su di  un rapporto di stima e di affetto reciproci.

E’ pertanto motivo di grande soddisfazione che il cambiamento della veste editoriale del Corriere di Tunisi coincida con il rinnovamento dell’immagine dell’Istituto che, come tutti sanno, si è trasferito recentemente sulla bella ed importante  Avenue Mohamed V, di fronte alla edificanda Cité de la Culture destinata a diventare il centro  focale del mondo culturale del Paese.

L’attuale sede dell’Istituto dispone di ampi ed eleganti spazi adibiti ad uffici e ad aule per i corsi di lingua e cultura italiana, come pure di un salone polivalente, dove è in corso (fino al 20 marzo) una bella esposizione sull’evoluzione della moda maschile italiana nella seconda metà del XX secolo dal suggestivo titolo Le piume del pavone.

La nuova Biblioteca,  allestita su progetto dell’architetto italiano Licia Moreali, è molto accogliente e funzionale. Per la gioia dei numerosi studenti e docenti di italianistica delle locali Università, che ne sono i più assidui frequentatori, mi è gradito annunciare che, nei giorni scorsi, la Biblioteca è stata riaperta al pubblico.

Per quanto riguarda l’attività culturale dell’Istituto, essa ha subito negli ultimi anni un’accelerazione, che è sotto gli occhi di tutti e che costituisce motivo di orgoglio e di incoraggiamento per il futuro. Alla base di tale attività, la  ricerca costante di un alto livello  qualitativo, nonché una politica culturale intesa a mettere in luce e valorizzare affinità e reciproche influenze.

Le manifestazioni di quest’ultimo quinquennio, svolte nei più svariati settori - musica teatro, cinema, arte, convegnistica, editoria - sono culminate, come noto,  in quello che è stato definito in loco il “concerto del secolo”, cioè a dire il Mefistofele di Arrigo Boito, eseguito dall’Orchestra e dal Coro del  Maggio Musicale Fiorentino, diretti da Riccardo Muti, nella splendida cornice dell’Anfiteatro Romano di El Jem, il 4 luglio dello scorso anno.

Il 2006 è appena cominciato, ma ha già al suo attivo eventi di rilievo, quali la partecipazione italiana al Festival “Jeunes Virtuoses à Ennejma Ezzahra” (iniziativa nata da una proposta  formulata da questa Ambasciata in occasione del Semestre di Presidenza Italiana dell’Unione Europea), con la partecipazione dell’eccellente violoncellista  diciottenne Stefano Cerrato, accompagnato al pianoforte da Elena Enrico; una conferenza di Gianni Vattimo all’Università La Manouba; la realizzazione della mostra sulla moda maschile,  cui si è appena accennato, che sta suscitando un grande interesse soprattutto presso i media locali, e in particolare presso i vari canali televisivi che le hanno riservato numerose riprese ed interviste. Inoltre, il 9 marzo sarà la volta del bellissimo spettacolo presentato dal  Balletto di Liliana Cosi e Marinel Stefanescu “Omaggio al Classico” al Teatro Municipale di Tunisi; nella mattinata dello stesso giorno, Liliana Cosi, ex ballerina della Scala ed attualmente stimatissima coreografa, incontrerà gli studenti di italianistica della Manouba, intrattenendoli sul tema “ La bellezza: aspirazione dell’umanità”.

L’occasione offertami dal Corriere di Tunisi mi sembra opportuna per offrire  qualche anticipazione sulle attività dei prossimi mesi. Nell’ambito del “Festival Internazionale della Chitarra” si esibirà fra breve il quartetto di Antonio Onorato, artista salernitano di comprovata bravura; per “Jazz à Carthage” avremo, in aprile,  il collaudatissimo Trio Danilo Rea - Enzo Pietropaoli - Fabrizio Sferra;  al consueto appuntamento annuale di “Jazz a Tabarka” parteciperà l’eccellente Stefano Bollani con il suo quintetto; l’Orchestra Giovanile Europea, composta da oltre 40 elementi e diretta dal Maestro Bruno Giuranna,  inaugurerà il “Festival Internazionale di El Jem” il prossimo 15 luglio; l’ “Ottobre Musicale di Cartagine” ospiterà il Quintetto di Pavia con il famoso violoncellista Bruno Dindo, nonché un concerto lirico (tenore, soprano e mezzosoprano) organizzato dal Maestro Battaglia.  Il programma culturale si concluderà in dicembre  con un concerto del violinista Uto Ughi al Teatro Municipale di Tunisi. E ciò per restare nell’ambito musicale, quello più seguito dal vasto pubblico, in virtù dell’assenza di barriere linguistiche. Ma sono previste molte altre manifestazioni. Come ogni anno, nel mese di aprile  si terrà una “Giornata di Studi Italiani” presso l’Istituto Superiore di Lingue di Tunisi e, in ottobre l’Istituto sarà presente al tradizionale appuntamento con la “Settimana della Lingua Italiana nel Mondo”, che verterà sul tema Il cibo e le feste nella lingua e nella cultura italiana. Alle prossime Giornate del Cinema Europeo saranno proposti al pubblico due  recentissimi film italiani di grande successo: La tigre e la neve di Roberto Benigni e La seconda   notte  di  nozze di Pupi Avati. Ecc. Ecc. Ecc.

Prima di concludere questa chiacchierata sull’Istituto di Cultura, mi è gradito ringraziare, attraverso le pagine del  nuovo Corriere di Tunisi, le istituzioni e gli organismi tunisini ed italiani che, con il loro costante sostegno, contribuiscono in maniera determinante  alla riuscita delle manifestazioni proposte.

Un grazie particolare desidero rivolgere alle Università ed ai Licei in cui viene impartito l’insegnamento dell’italiano per il loro impegno a favore della promozione e della diffusione della nostra lingua e della nostra cultura in Tunisia, nonché ai media che hanno sempre riservato grande spazio alle attività dell’Istituto di Cultura.

Con l’auspicio che la collaborazione con il Corriere di Tunisi, nell’attuale veste editoriale, continui a lungo nel tempo con rinnovato entusiasmo e sia sempre più costruttiva e proficua, formulo alla testata gli auguri più sentiti di ogni migliore successo.

Si attira l’attenzione dei lettori sul nuovo sito dell’Istituto Italiano di Cultura www.iictunisi.esteri.it

 

Paola Procaccini

 

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 815 - SULLA TRASPARENZA E IL SEGNO 
 :: 812 - LA BAMBOLA, IL SOLDATINO E LA RANA 
 :: 804 - LA ROSA E LA FINESTRA 
 :: 802 - CORREGGIO E PARMIGIANINO 
 :: 795 - CANDIDATI IN BIANCO 
 :: 792 - il giro del mondo in 80 giochi 
 :: 792 - 2 variazioni da un racconto di anton čechov -1 
 :: 791 - la strana storia del signor O 
 :: 791 - “NUTRIRE L'IMPERO. STORIE DI ALIMENTAZIONE DA ROMA E POMPEI” 
 :: 790 - DAL FRONTE DELLA GRANDE GUERRA 
 :: 789 - ARMENIA 
 :: 787 - HENRI MATISSE 
 :: 786 - LIBERTA' DI STAMPA 
 :: 784 - SOL INVICTUS 
 :: 783 - VITE PARALLELE 
 :: 780 - DE TERGORUM COCCULA 
 :: 779 
 :: 778 - RACCONTO - 3 POESIE [PDF] 
 :: 777 -  
 :: 772 - TRE RACCONTI MORESCHI [3] 
 :: 772 - IL JAZZ IN ITALIA 
 :: 771 - TRE RACCONTI MORESCHI [2] 
 :: 770 - AUTORITA’ E POTERE, ARIA DI PRIMAVERA… NON SOLO ARABA 
 :: 770 - TRE RACCONTI MORESCHI [1] 
 :: 765 - ORO, INCENSO E MIRRA 
 :: 762 - ANNIBALE, IL CORRIERE DI TUNISI 
 :: 761 - due quasi favole 
 :: 761 - CIBI CHE CAMBIANO IL MONDO 
 :: 757 - PLINIO SI OPPONE ALLA COSTRUZIONE DI UNA STRADA 
 :: 756 - Abdelaziz Ben Gaid Hassine al Dar Bach Hamba 
 :: 752 - NATALE DI UN ERETICO 
 :: 749 - Convegno International Help 
 :: 744-747 - PROTAGONISTE DIMENTICATE A MIRADOLO 
 :: 719 - DESTINO O NECESSITA' 
 :: 717 - ITALIANO FUORI DALL’ ITALIA : IL CASO DELLA TUNISIA 
 :: 714 - L’UNITÀ D’ITALIA VISTA DALLA SPONDA SUD DEL MEDITERRANEO 
 :: 713 - la cartolina 
 :: 712 - Il vecchio cinese e le sue perle 
 :: 711 - MACCHINE MERAVIGLIOSE 
 :: 710 - DJERBA A TERRA MADRE DI TORINO 
 :: 709 - IPAZIA 
 :: 707 - A Tuoro la sede del “Cammino di Annibale” 
 :: 703 - VANITAS VANITATUM 
 :: 698 - I GIORNI DELLA MERLA 
 :: 697 - LA MOSTRA DI MARCELLO LA SPINA A DAR SEBASTIAN A HAMMAMET 
 :: 696 - FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL SAHARA DI DOUZ 
 :: 694 - EDWARD HOPPER 
 :: 693 - WALLS AND BORDERS  
 :: 692 - BUON ONOMASTICO 
 :: 689 - MONDI MEDITERRANEI 
 :: 688 - EROS E AGAPE IN UN SMS 
 :: 687 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 686 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 685 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 683 - FIERA INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TUNISI IL PADIGLIONE EUROPEO 
 :: 682 - Walls and Borders 
 :: 682 - MUOR GIOVANE COLUI CH’AL CIELO È CARO 
 :: 680 - COSTITUZIONE E LINGUA, VIE MAESTRE PER L’INTEGRAZIONE 
 :: 679 - DIFENDIAMO L’ALLEGRIA 
 :: 678 - “DENUNCIO LA MIA SCOMPARSA” 
 :: 678 - NOI E GLI ALTRI 
 :: 677 - neve 
 :: 676 - Un elzeviro per Natale 
 :: 676 - Una porta verso l’Africa 
 :: 674 - PREMIO MATILDE DI CANOSSA 2008 
 :: 673 - JOUMANA HADDAD A MANTOVA 
 :: 673 - ANTONIO PIOVANELLI IN TUNISIA 
 :: 672 - TEMPO DI MATRIMONI NELLA ROMA IMPERIALE 
 :: 672 - CHIUSURA DELL’ESPOSIZIONE «PITTORI ITALIANI IN TUNISIA» 
 :: 670 - PANEM ET CIRCENSES (II parte) 
 :: 669 - PANEM ET CIRCENSES (prima parte) 
 :: 669 - IL MONDO MAGICO DI ANTONIO LIGABUE  
 :: 667 - AL BARDO  
 :: 665 - marginalia [1] [2] 
 :: 665 - SETTIMANA DEL DIALOGO INTERCULTURALE  
 :: 659 - LA TUNISIA PERDE UNO DEI SUOI PIU’ GRANDI ARTISTI  
 :: 656 - IL PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI RIAPRE AI ROMANI 
 :: 658 - GLI ITALIANI DI TUNISIA 
 :: 653 - OTTOBRE MUSICALE 2007  
 :: 653 - SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA 
 :: 653 - VENEZIA E L’ISLAM (828-1797) 
 :: 647 - Sulle tracce del Cristianesimo in Tunisia e in Sicilia, al Bardo e a Dar Bach Hamba (18 maggio-18 luglio) 
 :: 644 - "Khamsoun" : un grido di rabbia contro il fondamentalismo 
 :: 641 - Stupenda rappresentazione del "Rosenkavalier" all’ "Opéra de la Bastille" 
 :: 640 - Il Convegno della FUSIE a Udine : Quale Avvenire per l'informazione in Lingua Italiana nel Mondo 
 :: 638 - "Making off" di Nouri Bouzid vincitore del Tanit d’Oro nelle Giornate Cinematografiche di Cartagine 2006 : "Il film è una vittoria contro la paura" 
 :: 636 - Echi di Storia Mediterranea 
 :: 629 - Archeologia: Scoperte stanze dell’epoca spagnola nella “Carraca della Goulette” 
 :: 628 - CLAUDIA CARDINALE COPRESIDENTE DEL FESTIVAL TELEVISIVO DI DJERBA PARLA DELLA SUA VITA DI DIVA E DI DONNA 
 :: 628 - PRIMA EDIZIONE DEL DJERBA FILM FESTIVAL 
 :: 626 - ANTONELLO da MESSINA 
 :: 625 - L’ENSEMBLE “PRINCIPIO DI VIRTU’ ” 
 :: 624 - L’INSEGNAMENTO DELL’ITALIANO NELLE SCUOLE SECONDARIE E NELLE UNIVERSITA’ TUNISINE 
 :: 624 - MESSAGGIO DI AUGURIO DI PAOLA PROCACCINI, DIRETTRICE DELL'ISTUTO ITALIANO DI CULTURA PER IL LANCIO DEL CORRIERE DI TUNISI NELLA SUA NUOVA VESTE GRAFICA IN OCCASIONE DEL 50° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL GIORNALE 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml