Il Corriere di Tunisi 
14 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Cultura
 717 - ITALIANO FUORI DALL’ ITALIA : IL CASO DELLA TUNISIA

 

In questo numero pubblichiamo una presentazione generale del seminario.

Nei prossimi numeri invece verranno presentati i contributi delle studentesse.

 

I movimenti di popolazione tra la Tunisia e l’Italia hanno radici antichissime, con flussi che hanno conosciuto movimenti alternati, e, talvolta, contemporanei nelle due direzioni. Cartaginesi, romani, arabi, normanni si sono susseguiti in una alternanza di conquiste e riconquiste, a partire dal terzo decennio del XIX secolo, la comunità italiana in Tunisia cominciò a crescere sensibilmente. Il corso si è proposto di analizzare le fasi e le caratteristiche della diffusione dell’ italiano in Tunisia: nel passato quando, nel 1962, risiedevano oltre centomila italiani; nel presente: sono 58000 gli studenti liceali tunisini che studiano italiano, 3500 universitari sono iscritti ai corsi di laurea in italianistica, 2000 studenti frequentano i corsi di italiano all’ Istituto italiano di cultura e alla Dante Alighieri, nel futuro: le nuove prospettive ed esigenze.

Attraverso testi e foto si è preso in esame « Il Corriere di Tunisi » l’unico giornale italiano in tutta l’ Africa, la storica casa editrice Finzi e alcuni aspetti linguistici, letterari, artistici di studenti, scrittori, pittori, italiani di Tunisia. Il corso si é svolto in lingua italiana.

Per ricevere uno Schein, i partecipanti hanno preso parte attivamente e regolarmente al corso, hanno fatto un’esposizione orale (Referat) su un tema previamente concordato e quindi hanno consegnato una tesina scritta (Hausarbeit) di ispirazione analoga.

 

Francesca Rotta Gentile

 


La mostra  fotografica prima in Biblioteca, ora  nel Dipartimento di Romanistica,  sarà  allestita in seguito nella città di Friburgo per il Centro  Culturale  Italiano  e  poi  a Basilea in Svizzera.  Nella Biblioteca  Comunale cittadina le  studentesse presenteranno  il loro lavoro in power-point a  tutta la cittadinanza  tedesca  ed italiana!

La presentazione di una studentessa

 

Mi chiamo Lena Truckses e sono una studentessa all’Università Albert-Ludwigs di Friburgo in Germania. Studio Lingue: italiano, tedesco e inglese per diventare un’insegnante al liceo. Nell’ambito dell’italiano dobbiamo frequentare diversi corsi a nostra scelta, però in settori obbligatori: linguistica, letteratura, civiltà.

Il corso «Italiano fuori dall’Italia – il caso della Tunisia» è uno di civiltà e linguistica italiana. Io l’ho scelto perché mi sono sempre chiesta in quali altri paesi si parlasse italiano. Non sapevo che così tanti italiani vivessero in Tunisia. La presentazione del corso della prof.ssa Francesca Rotta Gentile mi ha incuriosito e così ho deciso di iscrivermi e frequentarlo.

Il seminario è iniziato a ottobre e finito a febbraio.

All’ inizio abbiamo trattato tematiche più generali relative alla storia e alla situazione politica in Tunisia, leggendo ed analizzando diversi testi. Poi ci siamo concentrate sul legame Italia e Tunisia, affrontando gli aspetti linguistici dell’ italiano parlato dalla comunità italiana del passato: un italiano particolare e ricco che mi ha stupito perché influenzato dal francese dall’ arabo e anche dal siciliano. Una cosa che mi ha colpito  molto è il numero di studenti che studiano italiano nelle scuole, nelle università e nei corsi all’ Istituto Italiano di Cultura e alla Dante Alighieri. Davvero non avrei mai pensato che fossero così tanti!

Inoltre abbiamo letto testi di letteratura, visto belle immagini di quadri e foto di architettura italiana  in Tunisia, parlato dei libri della casa editrice Finzi e abbiamo letto diversi articoli del Corriere di Tunisi. Con le mie compagne e la mia professoressa Francesca Rotta Gentile abbiamo progettato una mostra fotografica sulla Tunisia nella Biblioteca dell’ Università e nel nostro Dipartimento, con foto e documenti di siti archeologici romani e simboli di italianità. Ognuna di noi ha fatto ricerche su un argomento e ha preparato didascalie sia in italiano che in tedesco.

Qui, quasi in ogni corso universitario, gli studenti devono presentare una relazione davanti ai compagni di studi e i professori e in seguito preparare una tesina scritta su un tema a scelta. Per questo seminario ho scelto di approfondire Il legame tra Tabarka e l’Italia.Le mie compagne di corso : Eva Ankenbrand  ha scelto: L’ architettura italiana in Tunisia Karolin Hengst : Cartagine, Natali Ehrat: Le fiabe arabe del Decamerone dal libro del Signor  Gravier» Silke : I pittori italiani di Tunisia  e Angela Bober :  Le donne in Tunisia

Il corso mi è piaciuto molto, mi ha arricchito tanto perché ho scoperto molti legami tra la Tunisia e l’Italia dei quali prima non sapevo niente. È stato interessante frequentare un corso che ha analizzato l’Italia da un’ altra prospettiva. Organizzare la mostra fotografica è stata una bellissima esperienza ed è stato chiaro, attraverso le immagini, vedere la ricchezza e diversità delle tematiche che legano l’ Italia con la Tunisia: a partire dagli antichi romani sino all’ epoca più moderna con i tanti esempi di architettura italiana, i pittori italiani, gli scrittori, la casa editrice Finzi e il Corriere di Tunisi.

Spero che quello che abbiamo fatto possa anche dare coraggio ai tunisini e agli italiani di Tunisia in questi momenti difficili.

 

Lena Truckses

«Albert-Ludwigs-Universität Freiburg»

 

 

“Italiano fuori dall'Italia” - locandina

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 815 - SULLA TRASPARENZA E IL SEGNO 
 :: 812 - LA BAMBOLA, IL SOLDATINO E LA RANA 
 :: 804 - LA ROSA E LA FINESTRA 
 :: 802 - CORREGGIO E PARMIGIANINO 
 :: 795 - CANDIDATI IN BIANCO 
 :: 792 - il giro del mondo in 80 giochi 
 :: 792 - 2 variazioni da un racconto di anton čechov -1 
 :: 791 - la strana storia del signor O 
 :: 791 - “NUTRIRE L'IMPERO. STORIE DI ALIMENTAZIONE DA ROMA E POMPEI” 
 :: 790 - DAL FRONTE DELLA GRANDE GUERRA 
 :: 789 - ARMENIA 
 :: 787 - HENRI MATISSE 
 :: 786 - LIBERTA' DI STAMPA 
 :: 784 - SOL INVICTUS 
 :: 783 - VITE PARALLELE 
 :: 780 - DE TERGORUM COCCULA 
 :: 779 
 :: 778 - RACCONTO - 3 POESIE [PDF] 
 :: 777 -  
 :: 772 - TRE RACCONTI MORESCHI [3] 
 :: 772 - IL JAZZ IN ITALIA 
 :: 771 - TRE RACCONTI MORESCHI [2] 
 :: 770 - AUTORITA’ E POTERE, ARIA DI PRIMAVERA… NON SOLO ARABA 
 :: 770 - TRE RACCONTI MORESCHI [1] 
 :: 765 - ORO, INCENSO E MIRRA 
 :: 762 - ANNIBALE, IL CORRIERE DI TUNISI 
 :: 761 - due quasi favole 
 :: 761 - CIBI CHE CAMBIANO IL MONDO 
 :: 757 - PLINIO SI OPPONE ALLA COSTRUZIONE DI UNA STRADA 
 :: 756 - Abdelaziz Ben Gaid Hassine al Dar Bach Hamba 
 :: 752 - NATALE DI UN ERETICO 
 :: 749 - Convegno International Help 
 :: 744-747 - PROTAGONISTE DIMENTICATE A MIRADOLO 
 :: 719 - DESTINO O NECESSITA' 
 :: 717 - ITALIANO FUORI DALL’ ITALIA : IL CASO DELLA TUNISIA 
 :: 714 - L’UNITÀ D’ITALIA VISTA DALLA SPONDA SUD DEL MEDITERRANEO 
 :: 713 - la cartolina 
 :: 712 - Il vecchio cinese e le sue perle 
 :: 711 - MACCHINE MERAVIGLIOSE 
 :: 710 - DJERBA A TERRA MADRE DI TORINO 
 :: 709 - IPAZIA 
 :: 707 - A Tuoro la sede del “Cammino di Annibale” 
 :: 703 - VANITAS VANITATUM 
 :: 698 - I GIORNI DELLA MERLA 
 :: 697 - LA MOSTRA DI MARCELLO LA SPINA A DAR SEBASTIAN A HAMMAMET 
 :: 696 - FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL SAHARA DI DOUZ 
 :: 694 - EDWARD HOPPER 
 :: 693 - WALLS AND BORDERS  
 :: 692 - BUON ONOMASTICO 
 :: 689 - MONDI MEDITERRANEI 
 :: 688 - EROS E AGAPE IN UN SMS 
 :: 687 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 686 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 685 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 683 - FIERA INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TUNISI IL PADIGLIONE EUROPEO 
 :: 682 - Walls and Borders 
 :: 682 - MUOR GIOVANE COLUI CH’AL CIELO È CARO 
 :: 680 - COSTITUZIONE E LINGUA, VIE MAESTRE PER L’INTEGRAZIONE 
 :: 679 - DIFENDIAMO L’ALLEGRIA 
 :: 678 - “DENUNCIO LA MIA SCOMPARSA” 
 :: 678 - NOI E GLI ALTRI 
 :: 677 - neve 
 :: 676 - Un elzeviro per Natale 
 :: 676 - Una porta verso l’Africa 
 :: 674 - PREMIO MATILDE DI CANOSSA 2008 
 :: 673 - JOUMANA HADDAD A MANTOVA 
 :: 673 - ANTONIO PIOVANELLI IN TUNISIA 
 :: 672 - TEMPO DI MATRIMONI NELLA ROMA IMPERIALE 
 :: 672 - CHIUSURA DELL’ESPOSIZIONE «PITTORI ITALIANI IN TUNISIA» 
 :: 670 - PANEM ET CIRCENSES (II parte) 
 :: 669 - PANEM ET CIRCENSES (prima parte) 
 :: 669 - IL MONDO MAGICO DI ANTONIO LIGABUE  
 :: 667 - AL BARDO  
 :: 665 - marginalia [1] [2] 
 :: 665 - SETTIMANA DEL DIALOGO INTERCULTURALE  
 :: 659 - LA TUNISIA PERDE UNO DEI SUOI PIU’ GRANDI ARTISTI  
 :: 656 - IL PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI RIAPRE AI ROMANI 
 :: 658 - GLI ITALIANI DI TUNISIA 
 :: 653 - OTTOBRE MUSICALE 2007  
 :: 653 - SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA 
 :: 653 - VENEZIA E L’ISLAM (828-1797) 
 :: 647 - Sulle tracce del Cristianesimo in Tunisia e in Sicilia, al Bardo e a Dar Bach Hamba (18 maggio-18 luglio) 
 :: 644 - "Khamsoun" : un grido di rabbia contro il fondamentalismo 
 :: 641 - Stupenda rappresentazione del "Rosenkavalier" all’ "Opéra de la Bastille" 
 :: 640 - Il Convegno della FUSIE a Udine : Quale Avvenire per l'informazione in Lingua Italiana nel Mondo 
 :: 638 - "Making off" di Nouri Bouzid vincitore del Tanit d’Oro nelle Giornate Cinematografiche di Cartagine 2006 : "Il film è una vittoria contro la paura" 
 :: 636 - Echi di Storia Mediterranea 
 :: 629 - Archeologia: Scoperte stanze dell’epoca spagnola nella “Carraca della Goulette” 
 :: 628 - CLAUDIA CARDINALE COPRESIDENTE DEL FESTIVAL TELEVISIVO DI DJERBA PARLA DELLA SUA VITA DI DIVA E DI DONNA 
 :: 628 - PRIMA EDIZIONE DEL DJERBA FILM FESTIVAL 
 :: 626 - ANTONELLO da MESSINA 
 :: 625 - L’ENSEMBLE “PRINCIPIO DI VIRTU’ ” 
 :: 624 - L’INSEGNAMENTO DELL’ITALIANO NELLE SCUOLE SECONDARIE E NELLE UNIVERSITA’ TUNISINE 
 :: 624 - MESSAGGIO DI AUGURIO DI PAOLA PROCACCINI, DIRETTRICE DELL'ISTUTO ITALIANO DI CULTURA PER IL LANCIO DEL CORRIERE DI TUNISI NELLA SUA NUOVA VESTE GRAFICA IN OCCASIONE DEL 50° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL GIORNALE 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml