Il Corriere di Tunisi 
38 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Cultura
 676 - Un elzeviro per Natale

 

about un voyage al mare in tunisia

 

può succedere che chiusi nello spazio di una peugeot 205 two women and one man (c’est ne pas the title di un film) con lo stesso problème si raccontino. parlez-vous français? yes. è successo. spazio quello di una peugeot 205. che non è large. no, proprio non è grande. eppure in uno espace comme ça ci si può confidare. se il viaggio è lungo. oui, se il viaggio è lungo. in quel tratto di strada qui porte from tunis to your sea. raccontare soi même it’s not so easy. surtout quando we come from others countries e culture differenti. lo spazio little e la route longue a volte ci costringono ad una imprevista confessione. les mots, c’est-à-dire le parole o the words, in una comprensibile confusione on va faire un mélange in one meticcismo di vissuti singolari (comment dire en français?  mélange?) (and in english?). ma le problème ce n’est pas ça. il problema sta nella nostra umanità. in the limits of our umanity. ha un senso quanto successo in quei km? oui il l’a. perhaps. e le sens è nello scoprire un comune denominatore in the people. portavano sulla pelle i segni. sulla loro pelle scura. la mia, white, sta invecchiando più rapidamente. comment faire pour spiegare la quotidianità. again nous on se comprend parlando del tempo che deteriora un rapporto per vero che sia. il legame stretto per sempre si allenta con il passare des jours. basta un sorriso estraneo a sottrarti al tuo dichiarato forever. inchallah. può essere. e forse è proprio lui che ha messo sulla mia strada une autre persona. non si è di certo blasfemi. è che si deve vivere a dispetto del all scontato. di quando si va a letto beaucoup d’années conoscendo a memoria il rito. non fa differenza se uomo o donna. c’è solo l’incrociarsi di occhi ormai stanchi che non sanno più neanche essere attenti ai colori. ancora gli stessi. e se parlassimo di biancheria? inopportuno. but true as matter. le nostre madri avevano meno grilli per la testa. non  è vero. le nostre madri non avevano pas le temps di averli. ci siamo liberati (almeno noi) di un passato ingiusto dove gli uomini vivevano liberamente la loro condizione di privilegio. it’s not the right way. ed è giusto. ainsi nous avons pris (ou nous sommes en train de prendre) some liberties. ma di questa libertà cosa ce ne facciamo se poi non abbiamo con chi condividerla? sotto lo stesso cielo e forse dio ci sono les mêmes problèmes. a volte la consuetudine ti fa sentire solo e diventi fragile. bastano due dita di martini ghiacciato per cancellare chi ti vive distrattamente accanto quasi fosse una cosa dovuta. to remove it for a moment only. e ti senti più tu. i figli ils ne nous appartiennent pas (sullo sfondo e nel fondo c’era anche kalil gibran e non solo). che bisogno c’era di raccontarsi così sino in fondo? c’era il bisogno di affermare che le nostre vite erano (et ils sont) diverse e uguali a dispetto di tutto e di tutti. noi compresi. convinzioni per una stessa certezza di to be a tool nelle mani di un dio comune. sia che qu’il s’appelle jésus ou la parola annunciata dal profeta mohamed or the announce from an iduiste. i figli vanno rispettati nelle loro scelte. bien sûr. i have a soon “noglobal”. io ci sono arrivato dopo di lei (mia figlia) ad esserlo. les vieux font plus d’attention à prendre une position. the revolution time is for the youngers. è giusto sia cosi. ma non bisogna tirarsi da parte. leurs idées ne doivent pas être absolues. the idea must be compared. il problema non sta nel vincere nello scontro tra giovane e vecchio. come vecchi abbiamo gia perso per gli anni. i discorsi si srotolano lungo i km più o meno in riva al mare. a gauche (esiste ancora) on peut voir le grand hôtel. l’uomo non comanda più come una volta. pas ici. as us. la donna nonostante tutto non è più così sottomessa. peut-être. ma la felicità condivisa è un’altra cosa. perché a noi donne era (et il est encore) richiesto il sacrificio di non poter essere condivise? in virtù di quale principio voi uomini avete disposto che a noi spettava il compito di esservi fedeli. due pesi e due misure. this is not an action of justice. toujours.  percorriamo la stessa strada. condividendo lo stesso spazio. non c’è alcun motivo di credere al perché mi si accusa. e di cosa poi? se al braccio di mon mari, al quale si aggrappano improbabili allieve. io l’ho solo sostituito con quello del vicino di casa. il vicino di casa è un artista. mi sono stancata di dormire con uno che girava the world to make money. i figli, sì, i figli, oui les enfants, yes the children, sono la nostra parte più fragile. bisogna proteggerli a qualsiasi costo. è l’obbligo che abbiamo. tutti. tous. everybody. è il solo obbligo di cui siamo pienamente responsabili. non c’è nessuno che possa assolverci se dovessimo abbandonarli. padre o madre che io sia. and in this space chacun de nous porte with himself il carico di altre presone incontrate. madame, avec des enfants déjà grands, ricerca se stessa tra pagine straniere mentre il padre rincorre improbabili giovinezze in discoteca. incroyable exactly il mondo è fatto di piccole cose come il cancellino per una lavagna come da noi non si usa più. excusez-moi pour les bip degli sms che mi trafiggono come un san sebastiano. do you know san sebastiano? quale, quello del mantegna o del perugino? as you like. lo conosco. le storie di trattorie si incrociano vieni a trovarmi? pas de problème. almeno per ora. dove abiti? lì. che non e poi cosi distante. difficile sbottonarsi negli anni della cerniera lampo (cfr. zip) madame voulez-vous la vie originale ou une copy? very difficult the answer. bisognerebbe sapere chi siamo. scusate, quanti anni abbiamo? solo gli anni dei figli ci ricordano i nostri. anche qui, cosa prendi?. what do you want? cous cous con sole verdure. pas de viande ni de poisson, s’il vous plaît. la signora è vegetariana. e anche gianista. quante storie si intrecciano e quante parole di dio. cui è difficile spiegare la solitudine dell’uomo. è la quotidianità che uccide in tutte le parti del mondo un rapporto quando non si hanno più motivi di sopravvivenza. il mutuo soccorso interviene alors pour nous sauver dalla solitudine. anche la gente ricca di qui è ricca. e lo si avverte di più. ma non è felice. insegue l’occidente. ça va? well, grazie. what do you want? il mare is exactly incroyable. come questo viaggio.

Mino Rosso

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 815 - SULLA TRASPARENZA E IL SEGNO 
 :: 812 - LA BAMBOLA, IL SOLDATINO E LA RANA 
 :: 804 - LA ROSA E LA FINESTRA 
 :: 802 - CORREGGIO E PARMIGIANINO 
 :: 795 - CANDIDATI IN BIANCO 
 :: 792 - il giro del mondo in 80 giochi 
 :: 792 - 2 variazioni da un racconto di anton čechov -1 
 :: 791 - la strana storia del signor O 
 :: 791 - “NUTRIRE L'IMPERO. STORIE DI ALIMENTAZIONE DA ROMA E POMPEI” 
 :: 790 - DAL FRONTE DELLA GRANDE GUERRA 
 :: 789 - ARMENIA 
 :: 787 - HENRI MATISSE 
 :: 786 - LIBERTA' DI STAMPA 
 :: 784 - SOL INVICTUS 
 :: 783 - VITE PARALLELE 
 :: 780 - DE TERGORUM COCCULA 
 :: 779 
 :: 778 - RACCONTO - 3 POESIE [PDF] 
 :: 777 -  
 :: 772 - TRE RACCONTI MORESCHI [3] 
 :: 772 - IL JAZZ IN ITALIA 
 :: 771 - TRE RACCONTI MORESCHI [2] 
 :: 770 - AUTORITA’ E POTERE, ARIA DI PRIMAVERA… NON SOLO ARABA 
 :: 770 - TRE RACCONTI MORESCHI [1] 
 :: 765 - ORO, INCENSO E MIRRA 
 :: 762 - ANNIBALE, IL CORRIERE DI TUNISI 
 :: 761 - due quasi favole 
 :: 761 - CIBI CHE CAMBIANO IL MONDO 
 :: 757 - PLINIO SI OPPONE ALLA COSTRUZIONE DI UNA STRADA 
 :: 756 - Abdelaziz Ben Gaid Hassine al Dar Bach Hamba 
 :: 752 - NATALE DI UN ERETICO 
 :: 749 - Convegno International Help 
 :: 744-747 - PROTAGONISTE DIMENTICATE A MIRADOLO 
 :: 719 - DESTINO O NECESSITA' 
 :: 717 - ITALIANO FUORI DALL’ ITALIA : IL CASO DELLA TUNISIA 
 :: 714 - L’UNITÀ D’ITALIA VISTA DALLA SPONDA SUD DEL MEDITERRANEO 
 :: 713 - la cartolina 
 :: 712 - Il vecchio cinese e le sue perle 
 :: 711 - MACCHINE MERAVIGLIOSE 
 :: 710 - DJERBA A TERRA MADRE DI TORINO 
 :: 709 - IPAZIA 
 :: 707 - A Tuoro la sede del “Cammino di Annibale” 
 :: 703 - VANITAS VANITATUM 
 :: 698 - I GIORNI DELLA MERLA 
 :: 697 - LA MOSTRA DI MARCELLO LA SPINA A DAR SEBASTIAN A HAMMAMET 
 :: 696 - FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL SAHARA DI DOUZ 
 :: 694 - EDWARD HOPPER 
 :: 693 - WALLS AND BORDERS  
 :: 692 - BUON ONOMASTICO 
 :: 689 - MONDI MEDITERRANEI 
 :: 688 - EROS E AGAPE IN UN SMS 
 :: 687 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 686 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 685 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 683 - FIERA INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TUNISI IL PADIGLIONE EUROPEO 
 :: 682 - Walls and Borders 
 :: 682 - MUOR GIOVANE COLUI CH’AL CIELO È CARO 
 :: 680 - COSTITUZIONE E LINGUA, VIE MAESTRE PER L’INTEGRAZIONE 
 :: 679 - DIFENDIAMO L’ALLEGRIA 
 :: 678 - “DENUNCIO LA MIA SCOMPARSA” 
 :: 678 - NOI E GLI ALTRI 
 :: 677 - neve 
 :: 676 - Un elzeviro per Natale 
 :: 676 - Una porta verso l’Africa 
 :: 674 - PREMIO MATILDE DI CANOSSA 2008 
 :: 673 - JOUMANA HADDAD A MANTOVA 
 :: 673 - ANTONIO PIOVANELLI IN TUNISIA 
 :: 672 - TEMPO DI MATRIMONI NELLA ROMA IMPERIALE 
 :: 672 - CHIUSURA DELL’ESPOSIZIONE «PITTORI ITALIANI IN TUNISIA» 
 :: 670 - PANEM ET CIRCENSES (II parte) 
 :: 669 - PANEM ET CIRCENSES (prima parte) 
 :: 669 - IL MONDO MAGICO DI ANTONIO LIGABUE  
 :: 667 - AL BARDO  
 :: 665 - marginalia [1] [2] 
 :: 665 - SETTIMANA DEL DIALOGO INTERCULTURALE  
 :: 659 - LA TUNISIA PERDE UNO DEI SUOI PIU’ GRANDI ARTISTI  
 :: 656 - IL PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI RIAPRE AI ROMANI 
 :: 658 - GLI ITALIANI DI TUNISIA 
 :: 653 - OTTOBRE MUSICALE 2007  
 :: 653 - SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA 
 :: 653 - VENEZIA E L’ISLAM (828-1797) 
 :: 647 - Sulle tracce del Cristianesimo in Tunisia e in Sicilia, al Bardo e a Dar Bach Hamba (18 maggio-18 luglio) 
 :: 644 - "Khamsoun" : un grido di rabbia contro il fondamentalismo 
 :: 641 - Stupenda rappresentazione del "Rosenkavalier" all’ "Opéra de la Bastille" 
 :: 640 - Il Convegno della FUSIE a Udine : Quale Avvenire per l'informazione in Lingua Italiana nel Mondo 
 :: 638 - "Making off" di Nouri Bouzid vincitore del Tanit d’Oro nelle Giornate Cinematografiche di Cartagine 2006 : "Il film è una vittoria contro la paura" 
 :: 636 - Echi di Storia Mediterranea 
 :: 629 - Archeologia: Scoperte stanze dell’epoca spagnola nella “Carraca della Goulette” 
 :: 628 - CLAUDIA CARDINALE COPRESIDENTE DEL FESTIVAL TELEVISIVO DI DJERBA PARLA DELLA SUA VITA DI DIVA E DI DONNA 
 :: 628 - PRIMA EDIZIONE DEL DJERBA FILM FESTIVAL 
 :: 626 - ANTONELLO da MESSINA 
 :: 625 - L’ENSEMBLE “PRINCIPIO DI VIRTU’ ” 
 :: 624 - L’INSEGNAMENTO DELL’ITALIANO NELLE SCUOLE SECONDARIE E NELLE UNIVERSITA’ TUNISINE 
 :: 624 - MESSAGGIO DI AUGURIO DI PAOLA PROCACCINI, DIRETTRICE DELL'ISTUTO ITALIANO DI CULTURA PER IL LANCIO DEL CORRIERE DI TUNISI NELLA SUA NUOVA VESTE GRAFICA IN OCCASIONE DEL 50° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL GIORNALE 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml