Il Corriere di Tunisi 
34 utenti on line


 Login
   
    
 Ricordati di me

 Nuova Serie
 ::  Prima Pagina
 ::  Collettività
 ::  Cronaca
 ::  Cultura
 ::  Dossier
 ::  Economia
 ::  Immigrazione-Emigrazione
 ::  In Italia
 ::  In Tunisia
 ::  Lettere
 ::  Nel Mediterraneo-Maghreb
 ::  Scuola-Università
 ::  Sport
 ::  Teatro-Cinema-Mostre
 ::  Tempo Libero
 ::  Zibaldone
 :: locandine

 Anni 2005/2006
 ::  Prima Pagina
 :: Cronaca
 :: Cultura
 :: Dossier
 :: Economia
 :: Immigrazione-Emigrazione
 :: Mediterraneo
 :: Tunisia-Italia

 Utilità
 ::  Link
 :: Cambiavaluta
 :: Google
 :: Mappe
 :: Meteo [ing]
 :: Tempo [fr]
 :: Traduttore [ing]

 Ricerca
  

 ..

 

al sito

 


 .

 

al sito

 


  Cultura
 628 - CLAUDIA CARDINALE COPRESIDENTE DEL FESTIVAL TELEVISIVO DI DJERBA PARLA DELLA SUA VITA DI DIVA E DI DONNA

 

Arriva tra i flashes di decine di fotografi, sorridente ed elegante in un completo pantalone bianco e nero:la hall del Sofitel Palm Beach è percorsa dal piccolo corteo che scorta la diva fino alla sala della conferenza stampa, dove Claudia prende posto e risponde alle domande dei giornalisti in francese.

La Cardinale parla naturalmente della “sua” Tunisia e di Tunisi dove è nata, ricorda la sua partecipazione al concorso di bellezza indetto dal Corriere di Tunisi al quale ha partecipato per caso : racconta di come nel salone del concorso di bellezza già in corso lei, Claudia, sia stata chiamata a sfilare all’ultimo momento, di come sia stata eletta “la più bella italiana di Tunisi” e di come abbia vinto un biglietto aereo ed un invito per assistere alla Mostra del Cinema di Venezia dove è cominciata la sua fantastica carriera.

“L’idea di organizzare un festival televisivo a Djerba è semplicemente geniale-esordisce Claudia. Ricorda di aver girato ben 150 film ed aver fatto anche televisione, anche se”dipende dal regista e dalla sceneggiatura, sono esigente, difficile nella scelta.” Com’è Claudia Cardinale di fronte a tanta, forse troppa televisione?

 La TV produce adesso tanti film, afferma Claudia, ha orientato senza dubbio anche il mondo del cinema. Ma ha anche aiutato il cinema, coproducendo tanti film.”

Progetti per il futuro,cinema o televisione ?” Ho tanti progetti - sorride la Cardinale - a teatro, al cinema, in Italia , in Francia...ma aspetto, ed apprezzo tutto cio’ che il cinema mi ha dato, la possibilità di vivere tante vite diverse - 150 personaggi !! - di trasformarmi, invecchiare, ringiovanire...Sul set divento quello che vuole il regista, la persona più importante!”

Non può mancare la domanda relativa al regista preferito da Claudia : tra i tanti la personalità di Visconti prevale. Visconti che nel “Gattopardo”ha trasformato la giovanissima Claudia Cardinale accentuando la profondità dello sguardo, il colore dei capelli, il seno... A questo proposito Claudia ricorda che a fine proiezione aveva un segno, come una ferita alla vita per aver portato un bustier durante tutte le riprese, e di aver anche cambiato continuamente colore dei capelli perché in contemporanea Fellini la dirigeva, bionda, in un altro film...

Ma come si mantiene bella e giovane Claudia Cardinale?”La mia vita è molto sana, cammino molto, accetto la mia età .non mi sono affidata al lifting...per fare questo mestiere non bisogna essere fragili, afferma la Cardinale, bisogna sempre tenere i piedi per terra, ma io sono ottimista di natura e so che se voglio posso risolvere molti problemi. Sono diventata attrice per caso, ricordo la festa di beneficenza a Tunisi e la mia partenza per Venezia......”

Come vive un’attrice così famosa, cosa fa quando non “gira”?

Claudia sorride : afferma che venire in Tunisia per lei è sempre importante per ritrovare le sue radici, torna sempre volentieri, mentre il  resto del suo tempo lo passa in giro per il mondo a ritirare premi-dall’Amazzonia a Praga, a Los Angeles... “Adesso per i cento anni della nascita di Luchino Visconti sto girando l’Italia dal nord al sud per celebrare il grande regista”Una vera “Ragazza con la valigia” come il celebre film del1961 di Valerio Zurlino da lei interpretato accanto a Corrado Pani, Gian Maria Volontà e Romolo Valli.

Certo, gli anni passano e Claudia ricorda i tanti tanti amici e colleghi che non ci sono più. Lei che è stata testimone dell’arte di  grandi attori e registi adesso li celebra in varie manifestazioni. Ma Claudia ricorda il suo impegno umanitario anche come  testimone dell’UNESCO per le donne e l’integrazione, portando in giro per il mondo un messaggio di rispetto e tolleranza verso tutte le culture e le religioni

Qual è il futuro del cinema secondo la Cardinale?”Un futuro sempre più difficile,che ha bisogno di politiche di sostegno da parte dei governi...”

Un futuro di Claudia Cardinale regista?”No, non credo-risponde l’attrice-non amo essere dietro la telecamera ma stare davanti all’obbiettivo, flirtare con la telecamera, trasmettere emozioni, accentuare la magia della fotogenia.Visconti diceva “ricordati che gli occhi devono dire quello che non dice la bocca, quando sei davanti alla telecamera devi possedere il posto fisico come fosse la preda di un gattopardo!”

Claudia si commuove un po’ ricordando il vecchio maestro : ma oggi i progetti sono incalzanti, le proposte continue, lei deve scegliere e selezionare con attenzione: teatro,cinema, televisione.... tante idee tenute un po’ segrete : Ma alla fine un nome ed un progetto si materializzano ed i giornalisti sorridono: un film sulla grande Eleonora Duse ed un nome di un giovane regista veneziano.  Andrea Liberovici, con musica, teatro...chissà.

Grazie, Claudia.

                                             

Barbara Marengo

 Stampa Invia ad un amico Dai la tua opinione

 
 Il giornale
 ::  Direzione-Redazione
 :: Abbonamento
 :: Contatti
 :: Pubblicità
 :: Stamperia-Editrice

 Elia Finzi

 

 

Tunisi 1923-2012

 


 Edizioni Finzi

 

PUBBLICAZIONI


 web partner

 

gli anni di carta

 

il foglio

 

 


 Numeri recenti
 :: 815 - SULLA TRASPARENZA E IL SEGNO 
 :: 812 - LA BAMBOLA, IL SOLDATINO E LA RANA 
 :: 804 - LA ROSA E LA FINESTRA 
 :: 802 - CORREGGIO E PARMIGIANINO 
 :: 795 - CANDIDATI IN BIANCO 
 :: 792 - il giro del mondo in 80 giochi 
 :: 792 - 2 variazioni da un racconto di anton čechov -1 
 :: 791 - la strana storia del signor O 
 :: 791 - “NUTRIRE L'IMPERO. STORIE DI ALIMENTAZIONE DA ROMA E POMPEI” 
 :: 790 - DAL FRONTE DELLA GRANDE GUERRA 
 :: 789 - ARMENIA 
 :: 787 - HENRI MATISSE 
 :: 786 - LIBERTA' DI STAMPA 
 :: 784 - SOL INVICTUS 
 :: 783 - VITE PARALLELE 
 :: 780 - DE TERGORUM COCCULA 
 :: 779 
 :: 778 - RACCONTO - 3 POESIE [PDF] 
 :: 777 -  
 :: 772 - TRE RACCONTI MORESCHI [3] 
 :: 772 - IL JAZZ IN ITALIA 
 :: 771 - TRE RACCONTI MORESCHI [2] 
 :: 770 - AUTORITA’ E POTERE, ARIA DI PRIMAVERA… NON SOLO ARABA 
 :: 770 - TRE RACCONTI MORESCHI [1] 
 :: 765 - ORO, INCENSO E MIRRA 
 :: 762 - ANNIBALE, IL CORRIERE DI TUNISI 
 :: 761 - due quasi favole 
 :: 761 - CIBI CHE CAMBIANO IL MONDO 
 :: 757 - PLINIO SI OPPONE ALLA COSTRUZIONE DI UNA STRADA 
 :: 756 - Abdelaziz Ben Gaid Hassine al Dar Bach Hamba 
 :: 752 - NATALE DI UN ERETICO 
 :: 749 - Convegno International Help 
 :: 744-747 - PROTAGONISTE DIMENTICATE A MIRADOLO 
 :: 719 - DESTINO O NECESSITA' 
 :: 717 - ITALIANO FUORI DALL’ ITALIA : IL CASO DELLA TUNISIA 
 :: 714 - L’UNITÀ D’ITALIA VISTA DALLA SPONDA SUD DEL MEDITERRANEO 
 :: 713 - la cartolina 
 :: 712 - Il vecchio cinese e le sue perle 
 :: 711 - MACCHINE MERAVIGLIOSE 
 :: 710 - DJERBA A TERRA MADRE DI TORINO 
 :: 709 - IPAZIA 
 :: 707 - A Tuoro la sede del “Cammino di Annibale” 
 :: 703 - VANITAS VANITATUM 
 :: 698 - I GIORNI DELLA MERLA 
 :: 697 - LA MOSTRA DI MARCELLO LA SPINA A DAR SEBASTIAN A HAMMAMET 
 :: 696 - FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL SAHARA DI DOUZ 
 :: 694 - EDWARD HOPPER 
 :: 693 - WALLS AND BORDERS  
 :: 692 - BUON ONOMASTICO 
 :: 689 - MONDI MEDITERRANEI 
 :: 688 - EROS E AGAPE IN UN SMS 
 :: 687 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 686 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 685 - «RACCONTI PER L’INFANZIA» 
 :: 683 - FIERA INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TUNISI IL PADIGLIONE EUROPEO 
 :: 682 - Walls and Borders 
 :: 682 - MUOR GIOVANE COLUI CH’AL CIELO È CARO 
 :: 680 - COSTITUZIONE E LINGUA, VIE MAESTRE PER L’INTEGRAZIONE 
 :: 679 - DIFENDIAMO L’ALLEGRIA 
 :: 678 - “DENUNCIO LA MIA SCOMPARSA” 
 :: 678 - NOI E GLI ALTRI 
 :: 677 - neve 
 :: 676 - Un elzeviro per Natale 
 :: 676 - Una porta verso l’Africa 
 :: 674 - PREMIO MATILDE DI CANOSSA 2008 
 :: 673 - JOUMANA HADDAD A MANTOVA 
 :: 673 - ANTONIO PIOVANELLI IN TUNISIA 
 :: 672 - TEMPO DI MATRIMONI NELLA ROMA IMPERIALE 
 :: 672 - CHIUSURA DELL’ESPOSIZIONE «PITTORI ITALIANI IN TUNISIA» 
 :: 670 - PANEM ET CIRCENSES (II parte) 
 :: 669 - PANEM ET CIRCENSES (prima parte) 
 :: 669 - IL MONDO MAGICO DI ANTONIO LIGABUE  
 :: 667 - AL BARDO  
 :: 665 - marginalia [1] [2] 
 :: 665 - SETTIMANA DEL DIALOGO INTERCULTURALE  
 :: 659 - LA TUNISIA PERDE UNO DEI SUOI PIU’ GRANDI ARTISTI  
 :: 656 - IL PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI RIAPRE AI ROMANI 
 :: 658 - GLI ITALIANI DI TUNISIA 
 :: 653 - OTTOBRE MUSICALE 2007  
 :: 653 - SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA 
 :: 653 - VENEZIA E L’ISLAM (828-1797) 
 :: 647 - Sulle tracce del Cristianesimo in Tunisia e in Sicilia, al Bardo e a Dar Bach Hamba (18 maggio-18 luglio) 
 :: 644 - "Khamsoun" : un grido di rabbia contro il fondamentalismo 
 :: 641 - Stupenda rappresentazione del "Rosenkavalier" all’ "Opéra de la Bastille" 
 :: 640 - Il Convegno della FUSIE a Udine : Quale Avvenire per l'informazione in Lingua Italiana nel Mondo 
 :: 638 - "Making off" di Nouri Bouzid vincitore del Tanit d’Oro nelle Giornate Cinematografiche di Cartagine 2006 : "Il film è una vittoria contro la paura" 
 :: 636 - Echi di Storia Mediterranea 
 :: 629 - Archeologia: Scoperte stanze dell’epoca spagnola nella “Carraca della Goulette” 
 :: 628 - CLAUDIA CARDINALE COPRESIDENTE DEL FESTIVAL TELEVISIVO DI DJERBA PARLA DELLA SUA VITA DI DIVA E DI DONNA 
 :: 628 - PRIMA EDIZIONE DEL DJERBA FILM FESTIVAL 
 :: 626 - ANTONELLO da MESSINA 
 :: 625 - L’ENSEMBLE “PRINCIPIO DI VIRTU’ ” 
 :: 624 - L’INSEGNAMENTO DELL’ITALIANO NELLE SCUOLE SECONDARIE E NELLE UNIVERSITA’ TUNISINE 
 :: 624 - MESSAGGIO DI AUGURIO DI PAOLA PROCACCINI, DIRETTRICE DELL'ISTUTO ITALIANO DI CULTURA PER IL LANCIO DEL CORRIERE DI TUNISI NELLA SUA NUOVA VESTE GRAFICA IN OCCASIONE DEL 50° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL GIORNALE 

Copyright © 2005 Il Corriere di Tunisi - Ideazione e realizzazione Delfino Maria Rosso - Powered by Fullxml